background
VARIE CICLISMO PODISMO PODISMO

4 Febbraio 2019 Sotto il volantino e regolamento dell'ultima "trovata" in casa del Marathon Bike ovvero il Giro dell'Argentario. Maggiori info in seguito su questo sito!

cliccavolantino

cliccaRegolamento

10 gennaio 2019 In data 22 febbraio 2019 (venerdì), presso la presso la Birreria-  Pizzeria, Birreria Pizzeria Bierstadel loc. la Trappola di Grosseto, ore 20.30 ci sarà la tradizionale assemblea dei soci del Marathon Bike. Il menù come anno sarà libero. Fatta questa precisazione è comunque consigliabile prenotarsi prima da Fabio Giansanti.  Quindi tutti da Irio e Laila,(rifornimento in corsaclicca77777777) qualora non venisse raggiunto il quorum nell’assemblea dei soci in prima convocazione, (ore 08,00 via Damiano Chiesa 52)  cosa che mi sembra  alquanto improbabile. Si prega di prendere atto della lettera di convocazione qui accanto. cliccaCONVOCAZIONE Grazie

 

31 dicembre 2018 Uno corre dritto per i prossimi impegni ovvero olimpiadi, mondiali e via dicendo, l’altro invece per il record delle 300 presenze con il Marathon Bike. Ancora. Uno è vicepresidente onorario del nostro sodalizio, l’altro un  nostro prodotto al 100%, visto che dà sconosciuto lo abbiamo trovato in un campetto di calcio in periferia. Ancora. Uno è in testa nella lista dei maratoneti di tutti i tempi della nostra provincia, e fiore all’occhiello della squadra carabinieri e della nazionale italiana con il suo 2h11’04”,cliccaMARATONETI AL 31 DICEMBRE l’altro e da qualche tempo tra quelli per il carabiniere (forse appuntato!) Stefano La Rosa!

26 aprile 2018 Mai nessuno come lui. Ora non esageriamo, ma noi maremmani ci teniamo stretto il nostro "Mago" Malarby. E' ormai consolidato che con i suoi scatti è un valore aggiunto per una manifestazione sportiva. Peccato averlo "scoperto" solo ora. Detto questo Roberto ha aperto un sito fotocorseinmaremma.com dove troveremo davvero di tutto, forse un giorno anche il palio dei Muli di Vetulonia! Il suo sito da ora in poi sarà pretente e raggiungibile mediante un linK su questa colonna!!

Malarby visto da un'obiettivo Marathon Bike!malarby

 

 

 

TROFEO D'INVERNOCLASSIFICA

15 Febbraio 2019 In Marathon Bike dà il benvenuto a tutti quelli che vorranno partecipare alle nostre gare di mercoledì. Si Parte con il Trofeo Bozzone del 20 di febbraio con una gara semplice semplicecliccaINFORMAZIONIcon un arrivo dove l'atra domenica Margheriti ha beffato Minelli per soli 15 centrimetri.cliccaarrivo ve Sotto tutte le nostre gare infrasettimanali con dentro anche il nostro fiore all'occhiello ovvero il Trittico TommasinicliccaALBO D'ORO 2019 Qui accanto una delle migliori foto scattate da Malarby al Bastione Molino a Vento a Benvenuti Fabrizio.cliccaCIN_4718 . Vi ricordo che spessissimo alle nostre prossime gare ci sarà il fotografo e gli scatti di Roberto Malarby li potrete scaricare (integrali!) sul suo sito.FOTO Roberto Malarby otocorseinmaremma.com

LE NOSTRE CORSE DI MERCOLEDI'

MERCOLEDI' 20 FEBBRAIOtrofeo bozzone BOZZONE 2019 (3)

MERCOLEDI 27 FEBBRAIOtrofeo MONTEMASSI Montemassi

MERCOLEDI 6 MARZOCORSA DEL GRILLI CORSA DEL GRILLI

MERCOLEDI' 13 MARZO 1^ TRITTICO TOMMASINI 2019

MERCOLEDI' 20 MARZO 2^ TRITTICO TOMMASINI 2019

MERCOLEDI 27 MARZA3^TRITTICO TOMMASINI 2019

MERCOLEDI' 3 APRILESTICCIANO STICCIANO STICCIANO

 

clicca (REGOLAMENTOTROFEO d'inverno2019)

LE NOSTRE CORSE DI MERCOLEDI'

MERCOLEDI' 20 FEBBRAIOtrofeo bozzone BOZZONE 2019 (3)

MERCOLEDI 27 FEBBRAIOtrofeo MONTEMASSI Montemassi

MERCOLEDI 6 MARZOCORSA DEL GRILLI CORSA DEL GRILLI

MERCOLEDI' 13 MARZO 1^ TRITTICO TOMMASINI 2019

MERCOLEDI' 20 MARZO 2^ TRITTICO TOMMASINI 2019

MERCOLEDI 27 MARZA3^TRITTICO TOMMASINI 2019

MERCOLEDI' 3 APRILESTICCIANO STICCIANO STICCIANO

11 Febbraio 2019 E se il Trofeo d’inverno lo vincesse una donna? Improbabile ma non impossibile. La matematica  lascia un piccolissimo spiraglio alla MaciicliccaDSC_6497 che ha 35 punti ma che dovrebbe fare l’assoluto e portarsi a casa i 17 punti per raggiungere e superare “MandingoBorzi” che guida la  classifica con 51.cliccaBORZI Ma già il fatto che una donna lotti per un podio assoluto (vengono premiati i primi tre assoluti e i 10 primi di categoria!) è un risultato che noi da queste parti riteniamo straordinario, visto che per anni di donne nemmeno l’ombra... Ecco spiegato il calo demografico delle nascite. A parte i versi, oltre al Borzi super favorito, buone probabilità per Franco Bensi(qui ritratto quando correva con il Marathon Bike!cliccabensi ) che di punti ne ha 45 e Alessandro Guidotti con 40 punti.cliccaguidotti tri Sotto tutto quello che è successo ieri e alcuni dati di domenica.

clicca FOTO Roberto Malarby otocorseinmaremma.com

cliccaclassifica10

cliccaALBO D'ORO

 

clicca:FOTO VOLATA E PREMIZIONI

cliccaTROFEO D'INVERNOCLASSIFICA PER CATEGORIE

cliccaASSOLUTA TROFEO

cliccaINTERVISTE http://www.ui

DOMENICA ULTIMA PROVA

cliccaInformazioni Garibaldi 2019

cliccaALBO D'ORO GARIBALDI

cliccaVOLANTINO BASTIONE GARIBALDI 4

 

10 Febbraio 2019Quindici centimetri più o meno hanno fatto la differenza tra il vincitore Margheriti Lucio e un grande Alessio Minelli alla prima uscita stagionale.clicca30terentacliccaDSC_6 cliccaarrivo ve I numeri del trofeo Bastione Molino a Vento gara che si è disputata questa mattina al Bozzone di Vetulonia vengono riassunti così: 66 cristiani alla partenza, 2 ambulanze con nessuna caduta, un fotografo al seguito e addetto stampa Uisp.cliccaUISP Per commeniti sul sito dell’Angolo del Piratacliccattp://www.langol e fotoclicca Roberto Malarby otocorseinmaremma.com L'importanza per i giudici il numero che si ripete...cliccal'importanza del numero che si ripete..

cliccaclassifica10

cliccaALBO D'ORO

clicca:FOTO VOLATA E PREMIZIONI

cliccaTROFEO D'INVERNOCLASSIFICA PER CATEGORIE

cliccaASSOLUTA TROFEO

7 Febbraio 2019 Non sarà prestigioso come il Trofeo Landi, ma la cosa di Pasquetta del prossimo 22 aprile si appresta ad essere interessante. Un percorso semplice semplice per non rischiare di complicarsi la vita nel traffico che per l'occasione e superiore alla media, con un finale decisamente interessante e se vuoi anche selettivo.cliccaINFORMAZIONI Un chilometro di salita per arrivare al traguardo non lontanissimo dalla tomba del diavolino di Vetulonia.cliccaarrivo E' il "Trofeo Gualtiero Luzzetti" di 60 km.cliccavolantino Sotto tutto sulla corsa di domenica.

cliccaInformazioni molino a vento 2019 del 10 febbraio

cliccaALBO D'ORO Molino a vento

cliccaVOLANTINO BASTIONE MOLINO A VENTO

clicca(REGOLAMENTOTROFEO 2019)

clicca.CLASSIFICA a punti dopo le prime due prove

Nell’occasione si rammenta che il 20 febbraio il Marathon Bike partirà con le gare di mercoledì con il Trofeo Bozzone.cliccavolantino BOZZONE

3 Febbraio 2019

Si pubblicano volentieri le foto  scattate Domenica scorsa al “Bastione cavallerizza” per evidenziare l’importanza di mettere bene il numero sulla schiena.cliccahttps://photos.app.goo.gl/JJ4HmLPyHPNvLxD36 Nell’occasione si pubblicano anche i prossimi eventi a partire dalla terza prova del Trofeo D’Inverno Uisp di domenica prossima.

cliccaInformazioni molino a vento 2019 del 10 febbraio

cliccaALBO D'ORO Molino a vento

cliccaVOLANTINO BASTIONE MOLINO A VENTO

clicca(REGOLAMENTOTROFEO 2019)

clicca.CLASSIFICA a punti dopo le prime due prove.

Nell’occasione si rammenta che il 20 febbraio il Marathon Bike partirà con le gare di mercoledì con il Trofeo Bozzone.cliccavolantino BOZZONE

30 gennaio 2019 Nel segnalare l’importante passaggio di Angelo OrsinicliccaCIN_4400 al team di Rosi Maurizio, (violata la Privacy?) A seguire si posta  tutto quello che è  la prossima gara del Trofeo d’inverno Uispovvero il Bastione Mulino a Vento. Finalmentetre ragazze che si giocano la vittoria finale, ma attenzione anche per la classifica finale se continuano ad essere minimo tre alla partenza Vedasi regolamento.(REGOLAMENTOTROFEO 2019) Le tre ragazze sono Macii Elena con punti 25, Saboca Maria Pia con 23 e Turchi Chiara con 18.CLASSIFICA Questa l'ultima volata a favore di Maria su Elenaclicca.maria eklena

Nell’occasione si rammenta che il 20 febbraio il Marathon Bike partirà con le gare di mercoledì con il Trofeo Bozzone.cliccavolantino BOZZONE

cliccaInformazioni molino a vento 2019

cliccaALBO D'ORO Molino a vento

cliccaVOLANTINO BASTIONE MOLINO A VENTO

28 gennaio 2019 Le gare ciclistiche  hanno diverse fasi, tutte ovviamente importanti. La prima riguarda gli organizzatori, che partono dalle varie domande, alle ambulanze, premi, scorte tecniche, dottori, sicurezza dei percorsi, premi ecc. ecc. La seconda importante  come la prima, è quella che tutto vada bene e soprattutto la sicurezza dei corridori e accontentare e far divertire più persone possibile. Poi entrano in scena  i giudici che devono accertare prima durante e poi, la regolarità del tutto. Compreso stilare la classifica. Si, stilare la classifica è importantissimo come  tutti gli altri aspetti, anzi... Saltare un corridore anche se non a premi è una cosa molto fastidiosa se questo si verifica. E’ proprio in questo punto che nonostante il Marathon Bike ha predisposto un numero coloratoper ogni categoria,cliccaCOLORI che si ripete in tutti i lati per semplificare eventuali numeri messi male, ancora qualche problemuccio si verifica.cliccarossoooee 200 Ecco alcuni casi dove si accumula ritardo nell’identificare un corridore piuttosto che un altro. Prendiamo domenica mattina al Bastione Cavallerizza: Primo caso che riguarda il grande “Brunetto”cliccasane che si è dimenticato la mantellina addosso, a seguire un numero che si stacca, cliccastacca ancora una coincidenza che non ti fa leggere il numerostaccca, per non soffermarsi su quelli che mettono il numero dalla parte sbagliata o addirittura si scambiano il numero tra di loro. Insomma una situazione quella del numero che non si vede, che talvolta mette a dura prova tutto l’apparato organizzativo, che si può protrarre  per ore. Fate attenzione se poi non vi trovate in classifica la colpa il più delle volte è vostra. Detto questo l’unico autorizzato a  mettere il numero dove vuole o addirittura non metterlo per niente è Diego Giuntoli, vuoi perché arriva sempre sul podio, vuoi perché è unico inimitabile. Anche il fotografo ha aggiustato il tiro dopo alcuni scatti venuti un po’ scuri..... Grande Diego, inimitabile Diego.cliccagiunto Sotto tutto quello che si può sapere sulla gara di ieri

27 gennaio 2019 Quota 100 alla seconda prova del Trofeo d’inverno Uisp disputatasi questa mattina al Bozzone di Vetulonia. Cento cristiani sono  arrivati da noi nonostante un freddo e l’allerta meteo di questo periodo. Il “Killer” venuto da lontano all’anagrafe Agostini Giammarco e “Mandingo” Borzi Luciano hanno vinto le proprie fasce di appartenenza.cliccaborzi e agostini Tutto bene tutto bello? Ma meglio! Una caduta durante il tragitto ha rovinato l’umore del sottoscritto e non solo. La sistematica doppia ambulanza predisposta da qualche tempo da queste parti, anche quando i partenti e il tracciato non lo richiederebbero, ha fatto sì che la corsa continuasse regolarmente. Ma il dispiacere rimane e molto, anche se poi  il ragazzo coinvolto sta bene e non ha riportato conseguenza. Qualcuno è rimasto danneggiato anche in termini di piazzamento all’arrivo da questa caduta, ma questo fa parte di questo bellissimo sport, che a volte però ti presenta il conto sia ai corridori sia a noi che chi organizza. Passando alle cose positivi, oltre “quota 100” in casa nostra ovvero il Marathon Bike, ancora una prova eccellente di Alessandro Guidotti che è arrivato terzo assoluto, ma dietro Agostini e Giuntoli e quasi una vittoria visto lo spessore dei due.cliccaALBO D'ORO. Le foto scattate da Roberto Malarby si potranno scaricare dal suo sito sempre in serata sul sito di Roberto Malarby che ovviamente si ringrazia del servizio che mette a disposizione sia nel mondo del ciclismo sia nel podismo.  fotocorseinmaremma.com Il grande Busdra caduto oggi al pronto soccorsocliccaIMG-20190127

CLASSIFICACAVALERIZZA

CLASSIFICA CLASSIFICA DOPO LA SECONDA PROVA

25 gennaio 2019Correva l’anno 2007 quando ci balenò l’idea di organizzare delle manifestazioni durante la settimana. Nasceva  in quell’anno il “Trittico D’oro cicli Tommasini” proprio nel mezzo della settimana, il mercoledì. Siamo al 13° anno con tanti vincitori succeduti e solo “Brunetto”  all’anagrafe Bruno Sanetti dà Viterbo, ha concesso il bis.  In questa edizione cambia sostanzialmente anche l’assegnazione dei punti ai primi cinque di ogni categoria, e anche i percorsi, la prima e terza prova, se pur con le stesse prerogative di quando nacque la manifestazione, cambiano. Ecco qui accanto il volantino e a seguire l ‘albo d’oro.cliccaTRITTICO TOMM cliccaALBO D'ORO 2019

21 gennaio 2019 Domenica mattina, 27 gennaio,la seconda prova del Trofeo d'inverno con il "Bastione Cavallerizza"clicca CAVALLERIZZA INFOINFORMAZIONI Qui accanto l'albo d'orocliccaALBO D'ORO . Sotto la classifica dopo la prima prova e le info sulle altre due gare.Attenzione alla gara del 10 di febbraio considerato che ci sono state delle modifichecliccaINFOVOLA Molino a vantocliccaInformazioni molino

CLASSIFICA A PUNTI DOPO LA PRIMA PROVA CLASSIFICA

cliccaBASTIONE GARIBALDI INFO INFORMAZIONI

REGOLAMENTOTROFEO (REGOLAMENTO) 2019

12 gennaio 2019 Sotto la classifica provvisoria del Trofeo d’inverno e a seguire le info e volantini delle prossime gare con il regolamento generale. A tal proposito si comunica che ci sono state delle modifiche al tracciato della terza prova,  anche l’arrivo è stato spostato. Infatti in previsione della doppia partenza, nei quattro giri in programma, c’era la concreta possibilità che la testa della prima fascia raggiungesse alcuni corridori della seconda partenza. Quindi i giri sono stati portati a 3 e l’arrivo spostato di circa 3 chilometri avanti nello “strappetto” di Poggio Alberi. Km 60 circa.Attenzione al colore del vostro numero, sara sempre quello con gare Marathon Bike...cliccaCOLORI

CLASSIFICA A PUNTI DOPO LA PRIMA PROVA CLASSIFICA

clicca PROSSIMA GARACAVALLERIZZA INFOINFORMAZIONI

cliccaINFOVOLANTINO Molino a vantocliccaInformazioni molino

cliccaBASTIONE GARIBALDI INFO INFORMAZIONI

REGOLAMENTOTROFEO (REGOLAMENTO) 2019

10 gennaio 2019 Un detto recita “ se la coperta la tiri da una parte si scopre d’altra” quindi in poche parole  se accontenti uno magari ne scontenti un altro.. Ma su una cosa siamo tutti d’accorto: garantire il massimo impegno per la sicurezza del corridore in corsa. Anche se certe volte la fatalità..cliccaDSC_6358 Ecco appunto che il Marathon Bike e Uisp hanno predisposto la “sistematica” doppia partenza in caso del superamento delle 75 persone al via, questo almeno per le prove del trofeo d’inverno. Poi si aggiusterà il tiro, ma penso che si andrà poco lontano dal regolamento attuale. A Grosseto il Marathon Bike categorico per far divertire e dare più sicurezza ai più, quindi adottata la linea categorica della “doppia partenza”. Andiamo avanti. Transenne al traguardo ci sono, anche se le gare organizzate da noi sono in prevalenza fuori città quindi le transenne servono solamente a colorire l’arrivo.cliccaCIN_3843 Andiamo avanti. Serviva uno striscione all’arrivo per guidare i velocisti: eccolo.cliccaCIN_3855 Andiamo avanti. I numeri in bianco e nero creavano confusione sia ai ciclisti in corsa (identificare il potenziale avversario), ma soprattutto  ai giudici che alle volte dovevano veramente essere bravi per interpretare quello piuttosto che quell’altro corridore che tagliava il traguardo. Oggi abbiamo un numero che agevola non poco il lavoro dei giudici con 5 numeri e numeretti che si ripetono nei quattro lati.cliccarossooo 200 A tal proposito chi avrà la prima volta il numero di colore verde, avrà sempre lo stesso colore, sennò di sicuro è stato commesso un errore nell’assegnazione del numero, memorizza.cliccaCOLORI Ma se lo metti dalla parte sbagliata…parte sbagliata Ma quello che sta facendo la differenza, o ha fatto la differenza nelle corse targate Marathon Bike Uisp, secondo  chi scrive è il fotografo al seguito (Malarby Roberto!). Anche qui, come nel caso della sicurezza dei corridori, siamo tutti d'accrodo!cliccaDSC_6335 Il suo sito con le foto di domenicacliccafotocorseinmaremma.com

Foto di Roberto Malarby fotocorseinmaremma.com

8 gennaio 2019 La seconda prova del trofeo d’inverno, si svolgerà il 27 gennaio. Sotto la classifica di anno scorso, l’albo d’oro, le informazioni, classifica dopo la prima prova, volantino e regolamento.Un ringraziamento a Roberto Malarby, per le sue plendide foto scattate al "Maiano" come questacliccaCIN_3758 e come questa leggermente ritoccata che vede protagonisti tre atleti StefancliccaCIN_3735

cliccaclassifica

cliccaTROFEO D'INVERNO (REGOLAMENTO) 2019 d

cliccaALBO D'ORO CAVALLERIZZA 2018

CLASSIFICA A PUNTI TROFEO D'INVERNO CLASSIFICA

clicca PROSSIMA GARAvolantino

cliccaINFORMAZIONI Cavallerizza 2019

7 gennaio 2019 Al primo posto nell’albo d’oro della 6 edizione del trofeo Bastione Maiano, gara disputata il giorno della Befana, ci sarà Chiapparino Alessandro.cliccaaleqqw Diego Giuntoli, arrivato secondo al traguardo, rimarrà la sportività dimostrata nell’occasione. Non  un accenno di contestazione, non un borbottio o malumore o un calcio a una sedia, niente, proprio un bel niente. Ha accettato il verdetto della giuria dimostrando che si può vincere anche arrivando secondi. Non era facile per nessuno, di questo siamo sicuri. Queste sono le foto della volata in nostro possesso che dimostrano veramente la pochezza della differenza tra i due.cliccaIMG-20190106-WA0003 Un tiepido dubbio è ovvio che rimanga.cliccaIMG-20190106-WA0004 Allora  bravissimo Chiapparino, ma complimenti a Giuntoli per come ha gestito la situazione che non era delle più semplici! Qui accanto alcuni dei  nostri arrivi del 2018, dove non c’è stato bisogno di ricorrere a fotofinishclicca.IMG-20180310-WA00aa Le foto si possono sacricare sul foto di Roberto Malarby che ormai fa parte della carovana del marathon Bike. Un valore aggiunto? certo!cliccafotocorsei

cliccaALBO D'ORO

cliccaclassifica bastione maiano

CLASSIFICA A PUNTI TROFEO D'INVERNO CLASSIFICA

cliccaIMG_20190106_121350_1

cliccaIMG_20190106_121101

clicca PROSSIMA GARAvolantino

INTERVISTE UISP grosseto

6 gennaio 2019 "Mandingo" Borzi LucianocliccaCIN_3842 e Chiapparino Alessandroclicca,CIN_3823 sono i vincitori delle rispettive fasce al sesto trofeo "Maiano.cliccaALBO D'ORO Sotto la classifica e la foto della premiazione di Borzi e Chiapparino, in serata le foto sul sito di Malarby Robertofotocorsei le interviste e video su UISP grosseto. Classifica a punti dopo la prima prova. I commenti sull'angolo del Piratao.ttp://www.langolodelpira I nostri del Marathon Bike? Benissimo, soprattutto Alessandro Guidotti primo di categoria.

cliccaclassifica bastione maiano

CLASSIFICA A PUNTI TROFEO D'INVERNO CLASSIFICA

cliccaIMG_20190106_121350_1

cliccaIMG_20190106_121101

clicca PROSSIMA GARAvolantino

3 gennaio 2019 Il 6 gennaio ripartono le gare organizzate dal marathon Bike nel settore del ciclismo su strada. Sotto il regolamento(modificato!) e i volantini delle quattro gare che faranno parte del Trofeo D'inverno.

REGOLAMENTOTROFEO (REGOLAMENTO) 2019

6 gennaio volantino BASTIONE MAIANO

27 gennaio volantino BASTIONE Cavallerizza

10 febbraioVOLANTINO BASTIONE MOLINO A VENTO

17 FebbraioVOLANTINO BASTIONE GARIBALDI 4

PRIMO DELL'ANNO! Il Marathon Bike fa un salto avanti, anzi tre! Uno scatto micidiale di quel mago della foto Malarby, riprende tre dei nostri alla fine della “Maremmata” di inizio anno.cliccaCIN_3627 proprio a due passi da dove venne immortalata sua figlia Serena in uno scatto storicocliccatuttes Oltre alla splendida foto scattata da Malarby, si pubblica volentieri anche questa fatta sempre da Roby due giorni fa al “Sei Bastioni” del 30 di dicembre, dove lo scatto riprese Federico Rispoli su una ruota sola.cliccaCIN_3278-2 erano le prove per oggi.. Tutto questo per dire che Malarby è veramente un valore aggiunto per tutti noi, sia podisti che ciclisti.Sotto l'articolo del Giunco sulla corsa di questa mattinaclicca1.1.2019 Ecco invece il sito dove scaricare le sue foto di oggi, domani, sempre...cliccamaremmatafotocorseinmaremma.com

PRIMO DELL'ANNO! Per il quarto anno consecutivo  noi del  Marathon Bike a braccetto come al solito con l’Avis Grosseto e la Uisp, abbiamo riproposto questa mattina, primo dell’anno, la  classicissima “Maremmata” corsa podistica in voga negli anni 80. Anche quest’anno intitolata a Domenico Picciocchi, figura storia di Marina di Grosseto e atleta Marathon Bike. Una corsetta tra amici, che è partita dalla Chiesa di Marina di Grosseto alle ore 10.45, per terminare alle gradinate del velodromo di Grosseto. Cinquantuno pettorali consegnati con una sessantina di persone coinvolte a vario titolo. Alla fine un buffet per tutti. Non ci sono stati vincitori, come ovviamente era nello spirito della manifestazione, solo per la cronaca i primi ad arrivare al traguardo sono stati Cheli Luigi e Nicola Grasso tra gli uomini e Cristina Gamberi tra le donne. E stato dato un solo premio, e importante, ovvero la soddisfazione di noi organizzatori nel vedere persone sorridenti all’arrivo tra qualche brindisino e stretta di mano. Un ringraziamento a Roberto Malarby che ci segue sempre alle nostre iniziative. Nel suo sito a partire da stasera le foto scattate questa mattinafotocorseinmaremma.com

30 dicembre 2018 Siamo arrivati alla fine di questa stagione che ci ha visti organizzare 39 avvenimenti sportivi con  l’ultima la spettacolare “Sei Bastioni” gara di MTB. Un ringraziamento a tutti i convenuti soprattutto a Bassi Andrea che  ha realizzato un percorso veramente suggestivo e apprezzato. Ha vinto Federico RispolicliccaCIN_3278-3 sul nostro nuovo “gioiellino LeccaLecca”, ovvero Fanciulli Claudio. Partiti in 43 che per essere la prima volta ci ha soddisfatti ampiamente, tenuto conto che, con qualche manciata di corridori più poteva essere un problema ovviato dalla doppia partenza. Il dottore ha fatto le parole crociate con quelli della Croce Rossa è questa la cosa più importante, il resto ci soddisfa alla grande… Sotto la classifica e in serata le foto di Roberto Malarby cliccafotocorseinmaremma.com

CLASSIFICAclassifica 6 bastioni

CLASSIFICACLASSIFICA PER CATEGORIE

21 dicembre 2018 Chiusura con il botto il giorno prima dei botti veri e propri, della stagione organizzativa che ci ha visti organizzare 39 manifestazioni in tutto il territorio provinciale. C’è scappato pure il record (se c’è qualcuno che ha fatto uguale ce lo dica!). Infatti il Marathon Bike ha organizzato almeno una manifestazione in tutti i mesi dell’anno. Caldo, freddo, autunno, inverno, estate, con la pioggia e con il sole cocente.  Domenica 30 dicembre alle ore 10 dalla Piazzetta del Monte dei Paschi di Grosseto prenderà il via la Sei Bastioni di M.T.B. Dieci categorie (Elite-M8) per tre premiati, come viene fatto per le gare di ciclismo su strada.cliccaprovaUff 2018 Un percorso ricavato tutte le mura e toccherà veramente tutti gli angoli più belli.cliccapiantacolori Poi subito l'inizio dell'anno, precisamente il 6 gennaio con la gara su strada6 gennaio volantino BASTIONE MAIANO

22 novembre 2018 Il 6 gennaio ripartono le gare organizzate dal marathon Bike nel settore del ciclismo su strada. Sotto il regolamento e io volantini delle quattro gare che faranno parte del Trofeo D'inverno.

REGOLAMENTOTROFEO D'INVERNO 2018

6 gennaio volantino BASTIONE MAIANO

27 gennaio volantino BASTIONE Cavallerizza

10 febbraioVOLANTINO BASTIONE MOLINO a VENTO

17 FebbraioVOLANTINO BASTIONE GARIBALDI 4

11 dicembre 2018 Porto Santo Stefano patria dei talenti? Speriamo di sì. Dopo “Buscherini” come viene chiamato comunemente Jacopo Boscarini, dominatore da qualche anno nel podismo in provincia di Grosseto e non solo, ecco che come d’incanto   nella MTB, il Marathon Bike pesca proprio all’Argentario un corridore che potrebbe  portare qualche vittoria in casa nostra. Si chiama Claudio di cognome Fanciulli, ma chiamato comunemente “Leccalecca”, che alla seconda apparizione con i nostri colori ha già messo tutti in fila. Speriamo appunto che segua le orme di Buscherini anche se di pasta e pescetti ne deve mangiare ancora molti clicca FANCIULLI CRONOVIOLINA

 

9 dicembre 2018 La prima volta non si scorda mai. E’ arrivata  la prima vittoria di un corridore marathon bike, inaspettata ma al quanto gradita in mtb. Un Portasantostefanese di nome Claudio e di cognome Fanciulli al secolo "Leccalecca alla seconda apparizione con i nostri colori, si aggiudica la cronoViolina di circa 10 km.cliccaIMG-20181209-WA0002 Bene anche gli altri presenti alla cronoscalata con Alessandro Costantini primo di categoria.cliccaIMG-20181 Questa la classifica cliccaclassifica cal Con la vittoria di Claudio il Marathon Bike porta a 24 le vittorie assolute di quest'anno e in totale dalla costituzione di 523.

6 dicembre 2018 Roberto Salvadori al secolo “Pappagone l’illuminato” è stato oscurato dal quotidiano il Tirreno! L’ideatore-conduttore della bella iniziativa del giovedì sera denominata “Illumina le mura” è stato sorprendentemente “tagliato” nella foto di gruppo fatta pochi minuti dalla partenza della Maratonina dei record ovvero quella di Canino. Poco da dire, è andata così. Foto originale,cliccaCanino 2018-) e foto e articolo uscito sul Tirreno di ieri.clicca5- foto senza Pappagone.

4 dicembre 2018 Con l’articolo di oggi sul Giuncocliccaarticolo e quello di domani sul Tirreno, cala il sipario sulla ormai famosa corsa di Canino. Riuscirà qualcuno in futuro a battere il nostro record? La vedo dura, ma  egoisticamente lo spero perché sarebbe uno stimolo a fare ancora meglio! Una grande risposta data da tanti di noi, ha permesso di presentarsi a Canino con ben 86 adesioni e 74 partenti. Roba impensabile qualche anno fa.cliccasquadra Però in un momento così bello e importante ( ovviamente sportivo!) un grosso abbraccio va a Sabrina Cherubini e Michele Venturi, che ultimamente hanno avuto ben più cose importanti da pensare e ironia della sorte proprio lo stesso giorno. Ma noi li aspettiamo, siamo qui che li aspettiamo, maremma  bona  se li   aspettiamo , per vivere con loro, assieme anche al grande Mario Cerciello, nuove imprese come quelle di Canino. Sotto 100x 100 Biagiotti vincitore del premio messo in paolio tra quelli presenti a Canino.

3 dicembre 2018 Cento X cento Biagiotti… Sono andati a Biagiotti Alessandro le 100 euro di buono estratti a sorte  dopo la bella vittoria con record di ieri a Canino. Sono andati ad Alessandro in virtù delle 14 possibilità che aveva essendosi iscritti alla gara il 14 ottobre scorso.cliccabiagiotti A lui vanno i ringraziamenti del Marathon Bike come a tutti quelli che hanno partecipato alla grande impresa. Non sono stati della partita, perché impegnati in altre manifestazioni, il “Maestro” all’anagrafe Ricchi Roberto impegnato  nella “Deser Half Marathon i Eilat (ridente cittadina israeliana sul mar Rosso, e non tra Tuscania e Montalto di Castro, come si pensava in un primo momento..)cliccaIMG-20181201-WA0000 che ha chiuso i suoi 21,097 in 1h44, e il “Milo” che è andato a svernare alla maratona di Genova conclusa con un rassicurante 3h25’28”.cliccaIMG-20181 La foto più rapprentativa è quella che vede da sinistra a destra il"Marziano" con "Zule", il "Giansa","Pippi gambelunghe" la Polacchina e per finire "Il gabbiano"cliccaIMG-20181203-WA Come molti sapranno,ieri c'erano diversi fotografi che hanno scattato delle foto bellissime, come quelle scattate da Malarbycliccafotocorseinmaremma.com o da Roberto Dalmazi, venuto appositamente da Roma cliccawww.fotoincorsa.com C'era anche la macchinetta del Marathon Bike con la "Falchetta" che ha fatto il suocliccahttps://photos.app.goo

clicca ASSOLUTAclassifica canino

clicca SQUADRECLASSIFICA MARATONINA squadre 2018

clicca IL MARATHON BIKENOSTRI CANINO

2 dicembre2018 All’inizio dell’avventura di Canino 2018, nessuno ci credeva di riuscire a portare così tanti dei nostri alla partenza. Superare  il muro delle 70 presenze, non era una cosa così semplice,  figuriamoci 74 come così è stato.cliccadsdrswer Addirittura ci siamo presentati con una preiscrizione allarmante per gli organizzatori, che avevano messo i premi sino al massimo di 70 atleti, dopo non c’era più niente, ma noi eravamo 86… Poi come succede sempre, senza eccezione alcuna, ci sono quelli che per varie vicissitudini hanno deciso di non venire. C’è uno che per la paura di venire è ancora sulla pianta di un olivo, c’è quello che si è dato una martellata sul ginocchio per infortunarsi, quello che compiva gli anni e via dicendo. Insomma tutti perdonati tranne uno. In fondo era ed è stata una giornata memorabile, con il record difficilmente battibile e forse non lo vorremo volutamente più battere. Quindi rimane che ringraziare tutti i presenti per questo record, la vittoria era scontata, noi si voleva il record e il record lo abbiamo ottenuto e portato a casa. Punto. Domani ore 11 precise non un minuto prima e ne uno dopo ci sarà da Fabio Giansanti l’estrazione dei famosi 100 euro, il resto del malloppo, 400 euro rimarrà nelle casse del Marathon Bike. La nostra società non è nata solo per dare, qualche volta raccoglie pure, come nel caso di oggi.  Sotto le prime foto,cliccahttps://photos.app.goo seguiranno quelle di Malarbycliccafotocorseinmaremma.com e quelle di Roberto DalmaziI cliccawww.fotoincorsa.com

clicca ASSOLUTAclassifica canino

clicca SQUADRECLASSIFICA MARATONINA squadre 2018

clicca IL MARATHON BIKENOSTRI CANINO

1° dicembre 2018 Intanto a proposito di Canino, domenica scorsa proprio laggiù, hanno fatto l’esordio  nella nostra squadra di MTB i fratelli Fanciulli e Alessandro Costantini.cliccaIMG-201811 In quella occasione il podio, che è lo stesso che useranno domani, è stato “scaldato” dal solito Bassi Andrea che ha vinto la sua categoria.cliccaIMG-20181125-WA0008

aPOKER D CLASSIFICA A

13 Febbraio 2019 Chissà se saranno contenti i nostri due  super atleti quando leggeranno queste quattro righe che li riguardano. Infatti non ci risulta che abbiano più o meno firmato la liberatoria sul trattamento di dati sensibili e non. Quindi c’è poco da stare tranquilli visto che violiamo di nuovo la legge sulla privacy. Noi comunque la notizia la diamo poi si vedrà cosa succede... Punto, andiamo a Barcellona.  Infatti l’ultramaratoneta Luciano Lo Tufo e Daniela Mucciarelli hanno partecipato alla mezza maratona Catalana.cliccadanilucio I loro tempi? Leggermente superiori alle due ore, ma lì, in una delle città più turistiche e ammirate del mondo, il risultato cronometrico lascia il tempo che trova. A proposito della buon Daniela, che con la mezza di domenica ha toccato quota 176 presenze con il Marathon Bike, circola in rete una sua bella lettera che parla  della colazione e dei momenti prima di una maratona, la pubblichiamo.cliccalettera di dani Luciano invece con noi ha corso  “solo” 35 volte ma lui corre in prevalenza mezze maratone, maratone e soprattutto le “Ultra”  dove vanta il record di 111 chilometri tutti in una manifestazione, ovvero la “Sei giorni del Pantano”.

11 Febbraio 2019 Poca carne al fuoco ma tanto vino al “Brunello Crossing” di Montalcino. Infatti “Solo” in 14 dei nostri si sono presentati alla manifestazione che in pochissimi anni sta facendo numeri da capogiro. Si è rivisto alla 44 chilometri il “Panco” che insieme al “Monsignore” e a Olimpio di Marina di Grosseto, hanno concluso alla grande la loro gara.cliccaIMG-2019021 Ecco gli altri presenti con tre ragazze dentro, ovvero la Ultra maratoneta Tiziana Galella, Susy Baldini e Cristina Gamberi, autrice quest'ultima di una prova davvero all'altezza delle sue ultime apparizioni.cliccabrunello

7 Febbraio 2019

Correva l’anno 2009 precisamente il 13 maggio, quando decisi di fare la mia prima donazione di sangue al centro trasfusionale di Grosseto. Una scelta tardiva che però  col  tempo ho cercato di rimediare soprattutto dopo la morte del caro amico Maurizio Baroni, che di sangue ne ha avuto bisogno tanto addirittura troppo. Donare sangue in un certo senso mi ha cambiato il modo di vedere le cose e soprattutto una delle poche volte che ho fatto una cosa giusta è sono orgoglioso di averla fatta e continuerò ovviamente a fare. Quindi per chi scrive, non ci sono diversi pensieri: donare sangue è bello, ti fa aumentare l’autostima, ti tiene sotto controllo e soprattutto salva la vita altrui. E’ per questo che non passa mese che in qualche modo si cerchi di sensibilizzare i nostri atleti o famigliari a provare quanto sia bello e utile donare sangue, lo devo a Maurizio. Oggi tocca a me postare  la foto della mia ultima donazione, in questo caso senza violare la famosa privacy.cliccaIMG-201902 Oggi il Marathon Bike è orgoglioso di avere 147 soci , famigliari o semplicemente amici, portati a donare per mezzo di una sorta di catena di Sant’Antonio di quelle però senza fregatura, il contrario: L’ultima in ordine di tempo a diventare donatrice, è stata  Rita Scogliamiglio in MusardocliccaIMG-201812. Al dato ovviamente andrebbero aggiunti quelli arrivati al Marathon Bike già donatori. Allora ribadisco che sull’aspetto delle donazioni mai abbassare la guardia, perché di sangue purtroppo c’è sempre bisogno, in tutte le ore della giornata (nelle sale operatorie) quindi anche  nei festivi e soprattutto nelle date importanti come Natale, Pasqua, primo dell’anno e via dicendo.

5 Febbraio 2019 Se il Corri nella Maremma ha visto solo il Marathon Bike vincere ai punti come migliore squadra, il discorso cambia se ci spostiamo sulla qualità di ogni singola gara. Meglio il Costa d’Argento.cliccaStatistiche Società 9  Allora partiamo con l’albo d’oro con la prima gara  nel lontano 2008. Furono Paola Bindicliccabindi e Stefano Musardo i primi a vincere la prova.  Indiamo oltre.  In fatto di presenze continua il dominio assoluto di “SpeedyGonzales” Luigi Spaggiari, talmente al comando che se  nel 2009 decidesse di disertare il “Corri Nella Maremma”, alla fine dell’anno risulterebbe ugualmente primo.cliccaPresenze Andiamo oltre. Il ranking femminilecliccaRanking F e maschilecliccaRanking M vede la famiglia “Buscherini” nettamente al comando con un totale di 1416 punti, niente “reddito di cittadinanza” per loro: hanno sforato il limite. Ovviamente anche sulle vittorie sono nettamente in testa.cliccaStatistiche a

4 Febbraio 2019 Nome Marco cognome Benci! L’ultimo iscritto in casa Marathon Bike ha fatto l’esordio ieri mattina nel 33° trofeo Oltrarno della sua Firenze.cliccabenci marco Quindi come da prassi, la prima presenza verrà censita nella sua scheda personale.  Marco non è il primo fiorentino ad approvare nella nostra squadra. Prima di lui Massimiliano Guerrini, che poco a poco è diventato importante  per il nostro sodalizio in tutti i sensi. Bello uno scatto fotografico fatto anni addietro a Massimiliano con la maglia della sua ex squadra, ovvero guarda caso  la podistica “Oltrarno”. Una foto  significativa che però al momento del suo utilizzo viola alla grande la legge sulla privacy visto che il buon Massimiliano non  ha ancora firmato  l’autorizzazione all’utilizzo dei suoi dati personali. Ma vale la pena pubblicarla visto la sua particolarità. Un capezzolo sanguinante spesso capita, due copiosi una vera rarità,  nonostante il  nostro archivio fotografico sia davvero notevole!cliccaMassimili Sotto chi ha corso ieri, almeno quelli a nostra conoscenza.

 

3 Febbraio 2019 Numero, numeri e poi numeri, il nostro sito che viaggia oltre il milione  di pagine viste, non può prescindere dai numeri. Allora diamo quelli di oggi. La 558 con il Marathon Bike di Massimiliano Taliani passa da Gallina di Pienza dove ha raccattato e portato a casa un terzo posto assoluto. Alla particolare manifestazione ha partecipato anche Bellumori Claudio qui accanto e in copertina in foto di repertorio.cliccaIMG-201 Per lui sette presenze. Alla mezza  “Delle due Perle” sulle orme di Stefano la Rosa che la vinse nel 2015 con il tempo di 1h3”26”, ecco le due 2 gemelline Angelica e Carolina che si sono piazzate prima e seconda di categoria rispettivamente con il tempo di 1h46 e1h49. Tutto fa e loro fecero sotto gli occhhi di Giorgio Calcaterra.cliccannnn Poi non poteva mancare Boateng alla sua 277 presenza è arrivato ottavo assoluto a Tarquinia, mentre ad Arezzo il "Falco" ha timbrato il cartellino alla Torre del Gnicche, sappiamo che non ha vinto ma nemmeno è arrivato tanto dietrocliccaIMG-20190203-WA0008.Andiamo avanti con quelli che sappiamo. Alla “Tiamo” di Viareggio ecco la presenza di Riccardo Checcacci. A tal proposito si rammenta che siamo in Italia e quindi ognuno interpreta come gli pare le disposizioni impartite sulla certificazione medica. A scanso di equivoci quando andate fuori provincia a correre, portatevi dietro una copia del benedetto certificato o quantomeno fategli una foto. Ho visto gente non fatta partire perché privi del foglio con i vostri dati sensibili che attestano che sei sano, tanto  importante per i nostri governanti, (è chiaro e lampante che lo fanno per la nostra salute!), che fuori Italia non sanno nemmeno che cosa sia.. A proposito di Italia, vi rammento anche che da Fabio Giansanti sono presenti gli stampati che ognuno deve sottoscrivere e firmare in merito alla legge sulla Privacy. Ieri l'hanno sottoscritta Moreno e Susy e quindi sono autorizzato a pubblicare una loro spettacolare foto firmata da Roberto Malarby alla famosa staffetta di Scarlino nel 2017 clicca Carriere 15a3

2 febbraio 2019 Diamo al Sindaco quello che è stato dato erroneamente a Boateng. Infatti dopo un attento esame sulle presenze di tutti gli anni in casa Marathon Bike per quanto riguarda  il podismo-uomini, è emerso che nella classifica generale dopo Rocco Taliani Massimiliano con 554, Monsignor Giannini al secondo con 396, c’è proprio il sindaco di Alberese ovvero Landi Loriano, con 320 presenze. Quindi il podio viene stravolto con Boateng che come era salito scende di volata con le sue però non poche 276 apparizioni. La prima "volta" censita del “Sindaco” risale alla staffetta di Canapone 2009.Qui accanto in una foto storica con Paolo Giannini, dopo la prima edizione della “ Schiantapetto” a Massa Marittima. Una foto ( fonte Malarby!) davvero particolare! cliccaloro re

31 gennaio 2019 Rocco Taliani ovvero tutto il resto è dietro… Chi è del Marathon Bike sa che l’attività di ciascun corridore viene monitorata attraverso l'inserimento nella propria cartella dei dati delle gare fatte. E’ un punto di forza della nostra società, questo è fuori dubbio. (Casella atleti). Oltre a monitorare gli tutti i nostri atleti c’è, casella “Rassegna Stampa”, tutta la nostra attivita uscita nei giornali locali e non. Si, da noi le manifestazioni non finiscono dopo il traguardo, ma c’è un lavoro dietro per far sì che i ricordi riaffiorino negli anni anche grazie alle tante foto inserite e  poi alcune conservate nella casella (galleria fotografica,  sono circa 360.000 mila ) Ecco, tornando a chi è in testa alle presenze MTB spicca il nome di Massimiliano Taliani  detto “Rocco” con le sue 554 da quando un giorno decise di venire con noi al Marathon Bike.cliccataliani Era il 2007 mentre le  sue gare censite nel sito sono partite, per lui e per tutti, dal 2009. E’ proprio da quell’anno che siamo partiti con la raccolta dati rispettando chiaramente tutti i paletti della legge sulla privacy (ma dai!)… Al  secondo della classifica delle presenza uomini, spicca Monsignor Giannini con le sue 396 dal 2010 quando esordì  alla “Cum Gaudio Curre” di Castiglione della Pescaia. Qui in una foto scattata a Ribolla qualche settimana dopo.clicca Gianniniz Il Monsignore ha aperto l’era di allenamenti molto particolari con un piano davvero unico, e i risultati negli anni si sono visti.cliccaallenamento  Per finire Boateng Luigi Cheli, terzo in classifica,  fresco vincitore a Poggibonsi con  le sue 276 presenze dal 2012 giorno che indossò la prima maglia arancione alla Parrina. Qui la prima foto scattatagli in quell'occasione con accanto ai uno dei più  alti atleti iscritti MTB ovvero  Andrea Tanganelli.cliccaBILLL A proposito della Parriva è stato in quel luogo che la Polacchina e “Buscherini”clicca PAAAA come lo chiamano a Porto Santo Stefano, hanno progettato e dato il nome alla figlia Vittoria.clicca138-Staffetta di Canapone 2018 248 Il nostro racconto itinerante finisce qui!

28 gennaio 2019 Passa da Poggibonsi la prima vittoria stagionale per noi del Marathon Bike, con uno degli atleti più rappresentativi, ovvero Luigi Cheli detto “Boateng” che si è imposto nella quattordicesima edizione della campestre di Bellavista . Il nostro figlio Boateng, è praticamente in tutte le colonne statistiche della  nostra squadra . Infatti spicca il  suo secondo posto nelle presenze maschili con le sue 276 apparizioni da quando nel 2012, esattamente il 15 ottobre, esordì all’Ecotrail della Parrina. L’atleta, nativo di Massa Marittima, è  anche tra i migliori maratoneti del gruppo con il tempo realizzato il 13 novembre del 2017 a Verona, quando fermo il crono dopo 2h56’10 (allenato da Gianni Natale!). Non poteva mancare ovviamente tra 147 donatori  di sangue del gruppo con le sue 20 donazioni tra sangue e plasma, e il suo nome è riportato tra i podisti che hanno vinto almeno una volta con la maglia del Marathon Bike. Con la bellissima e sofferta vittoria di domenica mattina è salito a quota quattro. Non ha vinto il campionato del mondo questo è chiaro e lampante, ma nel nostro orticello è uno che conta eccome. Intanto il Marathon Bike conta le sue vittorie che con quella di Boateng fa 525! A Poggibonsi c’era anche Monsignor Giannini Paolo che non ha vinto e non è arrivato nemmeno con i primissimi, ma lui si distingue sempre, anche quando arriva che la festa è finita e gli amici se ne vanno….cliccacheli boatengrib r

10 gennaio 2019 In data 22 febbraio 2019 (venerdì), presso la presso la Birreria-  Pizzeria, Birreria Pizzeria Bierstadel loc. la Trappola di Grosseto, ore 20.30 ci sarà la tradizionale assemblea dei soci del Marathon Bike. Il menù come anno sarà libero. Fatta questa precisazione è comunque consigliabile prenotarsi prima da Fabio Giansanti.  Quindi tutti da Irio e Laila,(rifornimento in corsaclicca77777777) qualora non venisse raggiunto il quorum nell’assemblea dei soci in prima convocazione, (ore 08,00 via Damiano Chiesa 52)  cosa che mi sembra  alquanto improbabile. Si prega di prendere atto della lettera di convocazione qui accanto. cliccaCONVOCAZIONE Grazie

 

24 gennaio 2019 La corsa più disastrosa del  nostro  Corri Nella Maremma fu  una delle edizioni della nostra manifestazione più longeva ovvero la “Su e giù per le mura” che quest’anno tocca quota 13 edizioni. Infatti diversi fattori sfavorevoli fecero sì che il 22 giugno 2018 ovvero la seconda edizione della Su e giù, fu un autentico disastro. Poi tanti successi  con un fisiologico (mica tanto)  calo di iscritti alla nostra corsa. Un percorso spettacolare che tocca veramente tutti gli angoli più belli del nostro centro storico comprese le famose mura. Ecco che nell’ edizione numero 13, quella  del prossimo 24 marzo, ci saranno delle sostanziali modifiche. A parte il nome della manifestazione che ritorna alle origini, ecco che il tracciato da  7 chilometri e 600 metri passa a 10 chilometri netti, con un po’ (max 50-70 metri!) di tolleranza più o meno a secondo di come uno è bravo a tagliare le numerose corse. Sempre due giri con dei passaggi in luoghi davvero interessanti.Vediamo se questa “rinfrescata” porterà più o meno giovamento. A dimenticavo: largo alla Ludico motoria guidata da “Albertone” Mazzi che nella passata edizione della Corsa del Donatore,fece dei numeri decisamente buoni. Sotto il volantino non ancora ufficiale, poi l'albo d'oro e la sintesi di quello che successe in tutte le edizione.

cliccaSU E GIU' PER LE MURA

cliccaalbo d'oro 13

cliccaLA STORIA DI SU E GIU' PER LE MURA

22 gennaio 2019 Ci sarà anche Stefano La Rosa il 10 marzo prossimo alla mezza maratona ROMA OSTIA. In passato , proprio alla mezza più partecipata d’Italia, Stefano conquisto il titolo Italiano sulla distanza dei 21,097cliccaSIL1837 con quello che è tuttora il suo primato personale. Era il 2012 quando appena rientrato dal Kenia, fermò il crono dopo 1h02’15”.clicca DSC_0494 Poi un’apparizione l’anno successivo  con un ottimo 1h02’32”. Keniani esclusi, speriamo che il portacolori dei Carabinieri e della nazionale italiana, fermi la lancetta del cronometro sotto i 63 minuti che gli garantirebbe un eccellente piazzamento tra i migliori italiani. 

20 gennaio 2019 L’elenco dei maratoneti grossetani di tutti i tempisi arricchisce con le prove sui 42 chilometri del trio Bianchi-Vanni-Moretti.cliccatreeeee Non atleti  dei più assidui, ma che potrebbero fare la differenza nelle prossime edizione  della “Corsa di Canino” dove l’obiettivo e la “quota 100 presenti!” Andiamo avanti. Oggi viene ripristinata la “Cassettiera” dove ci saranno le nostro classifiche compresa la lista dei maratoneti.cliccaiMARATONETI Questa mattina si segnala la bella prova di Cristina Gamberi alla corsa di  Miguel a Roma con 41.44 su 10 chilometri, dove c’è stato il record personale  sulla distanza del marito della nostra Polacchina con 31.15! Presente anche Antonio Scaglione, le sorelle Monestiroli e Nicoletta Cristofari. Poi hanno timbrato il cartellino Boateng e il Monsignore alla corsa di Sigerio di Moteriggioni, dove si segnalano Rocco Taliani Massimiliano e Marianelli Belgrado Danilo.Chi ha più presenze tra i due nella storia Marathon Bike? Cheli o Giannini? Di sicuro la  somma dei due è vicina alle 600! Ma il Falco? Ha pagato e quindi ha partecipato anche lui. Abbiamo le prove comunque che ha bevuto la birra del pacco gara prima di partire assieme al Monsignore, e che l'organizzazione deve aver avuto qualche problemuccio! cliccaIMG-20190120-WA0019 Dimenticavo che a Pianoro nel bolognese ha corso Bellumori Claudio dà Arcidosso!

14 gennaio 2019 A volte mi sono chiesto se sulle pagine di questo sito si abbia o meno violato la legge sulla privacy. Io a questo punto penso invece che non ci sia mai stata una volta che  non l’abbia violata.. Ma ormai quello che è stato è stato oggi bisogna urgentemente correre ai ripari quindi tutti i nostri associati (334) dovranno sapere e firmare una liberatoria sulla importantissima (mah) legge in questione.cliccainf È violazione se si rende noto che la coppia Polvani-Monestiroli  sono arrivate seconde di categoria alla tradizionale “Befanata a coppie” di Siena?cliccaIMG-201 È violazione  comunicare il nono posto assoluto di Boateng e Rocco  che hanno dato spettacolo sempre  a Siena, sotto lo sguardo  glaciale di Giambrone, che per chi non lo sapesse è l’allenatore di La Rosa?cliccaIMG-20190È discutibile ed è quindi violazione dire che tanti di noi  domenica scorsa si sono fermati all’osservatorio di Roselle a guardare le stelle?cliccaIMG-201 Andiamo avanti. E la gamberi? che è arrivata ancora una volta seconda in coppia con la Mazzoli? È un reato a ripubblicare questa foto  storica, che riprende il grande Pompeo che dopo uno spuntino si fa un goccino?..cliccapompeoo Lui è l’unico non Marathon Bike che appunto ha preferito allenarsi a Roselle che andare a correre a Siena.

I TEMPI DI SIENAbefanaz

 

12 gennaio 2019 Nella lunga lista di maratoneti grossetani o iscritti con squadre della nostra provincia, mancava uno dei più forti ultra maratoneti in circolazione: Massimo Taliani ovvero per noi il “marziano”. “Chi va piano va sano e va lontano” recita un detto.cliccaMARATONETI ALl'8 Gennaio Ecco il Marziano è quello in assoluto che ha percorso più chilometri di tutti in una botta sola, e qui non fa una piega. Il fatto che sia sano bisognerebbe fargli una radiografia alle cartilagini delle varie articolazioni,  per vedere in che stato sono. Qui il dubbio rimane e tanto. Ma chi ama le grandi distanze non  gliene frega niente, e il Marziano di distanze corse in tutte le condizioni ce ne ha da vendere. La più lunga distanza, che rimane il suo record, è  quella ottenuta al "Pantano" nel 2017 con l’asticella che si fermò dopo715 chilometri e455 metri corsi in sei giorni, ovvero sei 100 chilometri del passatore e spiccioli al giorno! In quell'occasione c'era anche Lo Tufo Luciano che arrivò secondo di categoria clicca Taliani Lo tufo al Pantano Un caro amico di chi scrive dall’infanzia, rimasi colpito quando dietro mia richiesta mi raccontò scrivendomi una lettera di come era arrivato a correre così tanto. Uno su cento ce la fa, anzi uno  cento milioni e passa direi, visto che al mondo mica  sono  in molti “matti”, “sadici” o “fenomeni”  a secondo delle fare interpretazioni, a fare quello che ha fatto Massimo.cliccalettera Per me è un mito quindi un fenomeno, e sono orgoglioso di aver corso una cento chilometri a fianco a lui anche se in quell’occasione fu un Marziano in bicicletta (graziella!) causa un infortunio. Gli fece male il culo per 20 giorni. E' lì il punto debole di Massimo Taliani di Abbadia San Salvatore detto Marziano!

7 gennaio 2019 Non tutti sanno dove si trovi il paesino di  Crevalcore, il “Milo”, all’anagrafe Milone Alessandro lo sa bene, e se lo ricorderà volentieri visto che ieri ha migliorato il suo tempo sulla distanza della maratona, con 3h22’37”, proprio nello splendido paesino bolognese. Crevalcore purtroppo è noto alle cronache anche per un incidente ferroviario. Infatti una quattordicina di anni orsono, mentre imperversava sul luogo una fitta nebbia, si scontrarono in un tratto a binario unico, un merci proveniente da Roma e un interregionale da Verona, provocando 17 morti e decine di feriti. Tornando alla giornata di ieri si segnala il secondo posto assoluto di Boateng che a Castelmuzio ha anche accorciato la distanza tra lui e le 300 gare con il Marathon Bike. Hanno ben figurato Rocco Taliani, Moreno Giovannelli e Susanna Baldini, presenti alla competizione. Qui accanto la lista di tutti i maratoneti censiti, che da oggi oltre al tempo migliorato da Alessandro, ci sarà anche quello di Pennino Gennaro, (allora iscritto con Atletica Grosseto!) che nel 2008 a Pisa corse la maratona in 3h29’31: Gennaro si incastona tra i tempi di Cezza Alessandro e Francioli Fabrizio.cliccaMARATONETI AL 7 Gennaio qui accanto Milo "indiavolato"cliccamilone

2 gennaio 2019 Qui accanto la novità 2018 per quanto concerne gli arrivi di gare targate Marathon Bike, ovvero la striscia di stoffa tagliata dai primi al traguardo. Anche l’occhio vuole la sua parte.cliccaIMG-20180310Intanto continua la raccolta dati inerenti i migliori tempi dei maratoneti grossetani con l’inserimento di una quarantina di nominativi estrapolati nelle cartelle di persone che corrono o hanno corso con il Marathon Bike. A tal proposito è stato creato un cassetto permanente in questo sito.cliccaIMG_20190102_203153

31 dicembre 2018 Bisogna donare sangue sempre, mai mollare la nostra catena o quella di altri, non bisogna mai adagiarsi a risultati conseguiti perché di sangue c’è sempre bisogno, di giorno e di notte, di sabato e di domenica e soprattutto durante le feste anche le più importanti. Le sale operatorie non chiudono mai, questa è una cosa ovvia che però  ogni tanto  bisogna  sottolineare! Ecco la bella notizia che la nostra “catena” di atleti o familiari donatori, proprio questa mattina, giorno dell’ultimo dell’anno, si muove con la donazione di Rita Scogliamiglio in Musardo,cliccaIMG-20181231-WA0004 che ha donato sangue al centro trasfusionale di Grosseto. Il suo primo pensiero è stato esattamente quello che passò nella mente al sottoscritto alla prima donazione di sangue: “E’ stata la cosa più bella che ho fatto in questo 2018”. Un vanto per il Marathon Bike avere 147donatori che si sono succeduti uno alla volta in questa nobile causa dopo la morte del povero Maurizio Baroni. Chi sarà il prossimo? Sotto l’articolo di fine anno,a seguire il prospetto dei nostrii risultati conseguiti, con lo stampato che tutti gli associati Marathon Bike dovranno prendere visione e sottoscrivere ovvero sulla legge sulla Privacy.Autorizzazione al trattamento dati ai sensi del Regolamento UE 2016/679 GDPR cliccainformativa asd

cliccaAlmeno una gara ogni mese

clicca statistiche clicca 2statistiche pagina 2

 

22 dicembre 2018 Auguri a tutti dal Marathon BikeCLICCAAUGURI e quelli sul GiuncoCLICCAGli auguri Atleti & sponsor Per la classifica di CastiglioneCLICCAhttp://www.gformisa.joomlafree.it/ invece per le foto come al solito dal buon Malarbycliccafotocorseinmaremma.com

28 dicembre 2018 Tre primi, due secondi e quattro terzi, non sono le portate dell’ultimo dell’anno, ma è quello raccolto nell’edizione numero 10 del Corri Nella Maremma. Per quanto concerne la prima squadra classificata, rimandiamo l’argomento quando sarà cambiato il regolamento dell’assegnazione dei punti. Dieci volte su dieci ci siamo imposti e francamente non è che la cosa mi felice assai, almeno che non venga dato un contributo, magari retroattivo, a chi vince. Veniamo ai nostri atleti sul podio. Partiamo dalla categoria “B” con il terzo posto Sergio Mori.cliccaboooo Nella categoria “C” un secondo posto gratifica uno dei nostri dottori, ovvero Alessio Bonadonna.cliccaale bona Nella categoria “D” spicca un podio tutto Marathon Bike con Alessandro Milone al primo posto,cliccamilo 23 Nicola Picciocchicliccapiccc al secondo e al terzo Paolo Giannini.clicca340-Marat Nella categoria “E” spicca il nostro “sindaco di Alberese” che si aggiudica la categoria,cliccalandi rea al terzo posto si piazza Giuseppe Maniscalchi,cliccamanii. Nella categoria “L” continua ad andare avanti e non indietro, Cristina Gamberi che vince a mani basse,cliccagamberi terza Angelica Monestiroli.cliccamones Continua ad essere il numero uno in fatto di presenze nel nostro circuito, Luigi Spaggiari che è il dominatore assoluto con le sue 193 presenze. cliccaspaggiari aiTra le donne Sabrina Cherubini che neha collezionato ben 152.cliccacherubini sa ca Sotto un po' di numeri interessanti sempre sul Corri Nella MaremmacliccaPRESENZE corri nella me

26 dicembre 2018 Finalmente Fois. Dopo tanti piazzamenti d’onore questa mattina Cristian si è imposto nella tradizionale eco-mezza di Pienza. Bravo Bravo, mille volte bravoclicca!fois ri Tra i nostri bella prova di Boateng che è giunto decimo al traguardo.cliccaboa Proprio in onore del vincitore una frase ricorrente dalle parti dove abita e si allena… “Io ne resto”. E oggi che è Santo Stefano, non c’è frase più opportuna modificata un po’ “Noi restammo”. Infatti  la macchina con quale eravamo arrivati speranzosi a  Pienza, ha detto "io mi fermo qui..".cliccaIMG_201812 Quindi il risultato è stato,Fois magistralmente primo, e noi maledettamente a piedi, anzi "raccattati" proprio dal vincitore di giornata!..Questi i presenti di oggi Marathon Bike.cliccaIMG_20181226_090751 Sotto alcune foto scattate questa mattina

FOTOhttps://photos.app.goo.gl/sjxNrUpJ4KfX3Q7EA

21 dicembre 2018 Un lavoro che dura da anni quelli di censire tutti  quelli che hanno fatto i loro migliori tempi in maratona. Oggi è stato il turno, e il successivo inserimento nella lista, di un pezzo da novanta. Aurelio De Maio,cliccaCIN_1801 che nella maratona di Torino corsa lla finei degli anni 90, la chiuse in 3h02’03”. Aurelio si colloca tra Coli Stefano (3h02’01”) e il grande assente di questo scorcio di vita podistica, ovvero Raffaello Fanteria (3h03’15”). È stata censita anche Gaia Rum, la nostra 100^ donatrice di sangue che nel 2013 a Roma chiuse i 42,195 in 4h56’19”. Aggiornato anche il tempo di Michelangelo Biondi, che a Rimini fece 3h39’58”. Avanti un altro, nella nostra lista c’è posto per tutti, anche in prima fila spodestando però un certo Stefano La Rosa…MARATONETI AL 21 DICEMBRE

20 dicembre 2018 Roberto Malarby, ovvero un valore aggiunto per il “Corri Nella Maremma” e per tutto il movimento podistico e ciclistico della nostra Provincia. Tutto il resto è un po’ sfocato ma lui resta un  “tassello” davvero importante da cui andare fieri.cliccaIMG_2018121 Un signor fotografo in tutti i sensi. Le sue straordinarie foto, scattate e riviste il giorno dopo (a gratis!) e soprattutto negli anni futuri, sono ormai diventati un marchio di fabbrica, c’è poco da aggiungere e da direa a tal proposito.Detto questo, si posta volentieri uno dei suoi  scatti migliori leggermente modificato, dove ad essere immortalato nel 2017 fu il “Milo” a Sticciano.cliccaFOTO Andando avanti e ritornando nella lista dei maratoneti grossetani di tutti i tempi, ecco che nell’elenco entra pure il grande Malarby con il suo 3h35’15” che si incastona tra i risultati di Rossi “Cip” Roberto (3h35’01”), e Massimiliano Soriani, (3h35’36”).http://www Entra a far parte dei maratoneti grossetani Aldo Cittadino con il risultato di domenica a Reggio Emilia (3h51’18”).cliccaCastglione CITTADINO

19 dicembre 2018 Nel Giunco di ieri e nel Tirreno di oggi, 19 dicembre, è stato riportato erroneamente il tempo conseguito da Dario Rosini alla Maratona di Pisa.Giusto giusto 1 ora in più, ovvero da 2h57’13” fatto con tanta fatica dal nostro triatleta, a 3h57’13”.cliccapisa 1 Allora  si potevano sceglie due opzioni: Ritornare a Pisa e fare l’ora mancante, o provvedere di sistemare la cosa  bonariamente come abbiamo fatto aggiornando la lista dei maratoneti.cliccahttp://www Nel sistema elaborato da Monsignor Giannini Paolo,clicca paolo 1 da oggi ci sarà anche il tempo conseguito da “Pappagone” fatto a Terni nel 2016.cliccaCaninoPAPPA alla maratona degli innamorati…, Salvadori Roberto fece fermare il crono dopo 3h33’38”. Se avesse fatto 5 secondi in meno e a Trento sarebbe stato veramente il massimo… Intanto tutto pronto per la corsa di Babbo NatalecliccaLa Corsa di Babbo Natale 2018 di domenica prossima e poi un salto a Marina per la nostra “Maremmata”.cliccaMEMOL

17 dicembre 2018 Nome Massimiliano, cognome Soriani, professione maratoneta… Ieri mentre   molti dei nostri erano impegnati a Batignano, “Massi” ha portato a termine la sua 63^ (sessantatreesima!) maratona ovvero 2658 chilometri e 285 metri, corsi solo per la gara regina dell’atletica.  Tutto questo nella sua Pisa e perlopiù il giorno del suo compleanno. Il suo tempo? 4h15’40”.cliccaIMG-2018121 Sempre a Pisa, ha fatto le buche per terra, il nostro Dario Rosini che ha chiuso la sua maratona dopo 2h57’13”,clicca dario. Con questo "Balzo" Dario fa un notevole passo in avanti nella classifica di tutti i maratoneti grossetaniclicca.http://www. Alla sua prima esperienza anche il roccastradino Simone Barin che ha portato a casa un 5h0713. Un risultato di rilievo che vale il record personale  ottenuto da Micaelina Brusa che nella mezza nella città della torre pendente ha chiuso dopo 1h27’10”. Presente  per i nostri colori anche Fiorella Rappelli, che ha fermato il crono dopo 1h45”.cliccaIMG-20181216-WA0004 Presenti all’Urban Treil di Roma da sinistra verso destra, Cappelli, Tanganelli, Ciani, Baldassarri,Polvani e la Angelica Monestiroli, unica romana del gruppo.cliccaIMG-20181216-WA0016 Una foto testimonia, senza ombra di dubbio, che i sette erano proprio a rappresentarci a Roma, compreso Fabio MalpassicliccaFabio malpassi Sotto tutto sulla gara di Batignano con le sue tantissime foto realizzate da Malarbyfotocorseinmaremma.com.

CLASSIFICA class batignano

16 dicembre 2018 Musardo-Ottobrino ovvero il primo uomo  e prima donna usciti dall'urna della 5^ edizione della “Batignando tra gli olivi”. Una manifestazione che chiude di fatto l’edizione numero 10 del Corri nella Maremma. I numeri dei partecipanti (111), non risultano tanti, ma considerato che la gara viene da un rinvio e tutto il resto, gli organizzatori, e soprattutto chi scrive, giudicano positivo il risultato che è emerso. Tra poco classifiche e in serata le foto scattate da Malarby.clicca fotocorseinmaremma.com. Presente alla manifestazione anche Carlo Pellegrino per la Uisp, che farà il resoconto di come sono andate le cose cliccaUISP grosseto Chi in questi giorni si recherà a Monteorsaio per i rinnomati presepi, faccia un salto pure a quelli di Batignano che stanno decisamente prendendo quota. La foto di oggi, con Martina (quella a destra) che compiva gli anniclicca.IMG_2 Altro dato importante è il record di Antonella Ottobrino, che con dietro la Bertuccelli che spingeva come una forsennata fermava il crono in 45'27 contro l'atleta di Castelnuovo Magra che finiva in 45'31! Il primato risaliva al 2015 con Chiara Gallorini che fece 45'35.cliccaALBO D'ORO

 


TEMPI DI PASSAGGIO MARATONA- MEZZAMARATONA

CALCOLA LA TUA VELOCITA'

Inserisci il tempo e la lunghezza del percorso. Poi, 'CALCOLA' per conoscere la velocità espressa in Minuti/KM e i KM/h.

Ore:
Minuti:
Secondi:
Metri: 
Minuti/KM:
      KM/h:

by Carlo Romagnano

Statistiche gratis
cookie policy