VARIE CICLISMO

PODISMO

    30 .Ottobre Ormai come tradizione quando siamo di questi tempi, il nostro team punta tutto esclusivamente sulla corsa di Canino del prossimo 3 dicembre. Non ci sono medaglie, titoli o quant’altro. Ci sono i soldi, che tanto comodo fanno per le casse della Grosseto- Castiglione. Alla prima squadra con più di 50 corridori andranno 450 euro, a scendere sino  alla 15^ squadra classificata. E’ due anni che i soldi prendono la strada di Grosseto. Nel 2015 fummo in 66,CLICCAcanino2015 con l’entrata in scena del pullman che ci portò laggiù, anno scorso tutti con le nostre macchine, con una scesa a Canina di 52 cristiani più un paio di riserve.CLICCA CANINO 2016  Detto questo da giovedì mattina si apriranno le iscrizioni da Fabio Giansanti sempre con la solita formuletta,  ovvero che si iscriverà prima avrà più possibilità  di vincere un paio di scarpe. Esempio:chi si iscriverà il 2 novembre avrà 32 numerini per essere estratto, il 3 novembre 31, il 4 novembre 30, e così via a scendere sino al giorno della gara con un solo numerino per chi si iscriverà sul posto. Poi il lunedì dopo la gara alle 12 l’estrazione delle scarpe, (anno scorso le vinse Maurizio "Olimpio" Agnoletti!)con la pubblicazione su questo sito. Mi raccomando agli indecisi, venite a sostenere il Marathon Bike, che come avete visto in questi anni, noi sosteniamo voi!Come eravamo DSCN4005

     

    CORRI NELLA MAREMMA

    GIUSEPPE ROSATI Il calendario senese

    UISP grosseto

    IL GIUNCO

     

    16 settembre 2017 Aspettando  l’esito della Batignando Tra gli olivi, spendo volentieri due parole sulla prossima gara del Corri nella Marermma, targata Martahon Bike, anche se in effetti l’Aipamm è  gestita dagli amici Federico Loffredo e Luigi Martire. Ricordando ancora una volta lo scopo benefico della bellissima iniziativa di cui sopra ( i bonifici dei versamenti  potranno  essere visionati su questo sito!) si postano volentieri due foto di Luigi Martire di come, tra le tante incombenze da fare, c’è scappato da prima un bel passaggio promozionale a Tele Maremma,CLICCAIMG-2017 poi quello importantissimo di pensare anche al prossimo, con un semplice gesto, che  si potrebbe paragonale a una sorta di “tagliando” semestrale o addirittura trimestrale.CLICCAIMG-20170 Si perché  se da una parte si fa del bene al prossimo, dall’altro sicuramente  si tiene sotto controllo se stessi che certamente male non fa. Purtroppo ultimamente la nostra se pur gloriosa caselle dei donatori, ristagna  di brutto, quindi un appello a tutti i nostri donatori “dormienti” di donare sangue o derivati (ora c’è assulutamente bisogno!) agli altri di farci un pensierino, specie agli indecisi. Tornando all’ultima prova del Corri nella maremma, si segnala la prima vittoria di Marco Carotti CLICCA,IMG-201709 almeno per quanto riguarda il nostro circuito, e se la memoria non mi inganna,  stessa cosa dovrebbe essere per lo  Stato dei Presidi. Sotto la locandina dell'Aipam, che è la seconda gara più veloce della provincia di Grosseto, dopo quella scorrevolissima della Maratonina di Natale di Orbetello. Chilometri? 10 certificati da una rotella metrica, con tolleranza di 60 metri asseconda di come vengono tagliate le curve.(questa precisazione per i pignoli!)

    marathonworld.it

     

    18 luglio 2017 Due parole e una foto per unirsi al grande dolore di tutta la famiglia Skeep, per la tragica morte di Patrizia Del Dottore, anima pulsante di quella associazione. Ciao Patrizia, a nome di tutti quelli hanno apprezzato il tuo eccellente contributo che hai messo quotidianamente a disposizione delle persone più bisognose.

    16 luglio 2017 Davvero ultimo atto per quanto concerne  la Staffetta di Canapone.Infati con le foto scattate da Stefano Zannerini e postate  nella nostra galleria, si va in letargo. Un rapito confronto  di quanti tempi abbiamo “ azzeccato” con tolleranza di 2-3 secondi: 136, mentre quelli  padellati sono i rimanenti. Forse, se  azzeccassimo tutti i tempi, Canapone non sarebbe Canapone, e forse andrebbe a morire. Oggi per la prima volta, prendiamo in esame la staffetta che ha vinto partendo dal primo staffettista ovvero Goretti, sbagliando di soli 3 secondi (più forte!). Renato ha chiuso la sua prima frazione in 24^ posizione a 4.32 da Boscarini. Poi è partito  Schiattarella che ha recuperato quattordici posizioni chiudendo in 7^ posizione. Lui ha migliorato il suo coefficiente di 11 secondi, che effettivamente nn sono pochi. Poi è partita ringhio Ciani che ha perso 2 posizioni ma praticamente è stata determinante alla vittoria con i suoi 13 secondi meglio al chilometro, da quelli assegnategli. Ma la vera sorpresa, dove noi eravamo quasi sicuri di non sbagliare, è stato Zannerini che ha vinto di soli 5 secondi, migliorando però di 18 secondi al Km il  suo tempo.CLICCAzannerini tommaso Insomma  ci vuole tanta fortuna, ma bisogna andare pure forti e essere determinati. Mai scoraggiarsi, perché  l’incredibile vantaggio di Boscarini a Canapone conta pochino. La squadra giunta terza aveva 7 minuti e 39 secondi di vantaggio e in 46^ posizione. Ma la prova di Elena Rossi era tutt’altro da buttare, anzi ha contribuito al podio visto che si è migliorata 6 secondi, che sommati per  3 chilometri e 650 metri, fanno all’incirca 21 secondi messi in cascina. Canapone è la più bella, la più incerta, la più chiaccherata,  dove gli “sbagli” fanno necessariamente parte integrande della spettacolarità dell’evento. E poi le polemiche? Bellissime anche quelle. Peccato però che ancora oggi dopo 9 anni, ci siano persone che non hanno capito il regolamento e quando li senti parlare ti fanno un po’ di tenerezza. Sotto la foto più significativa scattata a Canapone, che ripeto è nata anche e soprattutto per un momento di aggregazione

    CLICCAcanapone 100

    21 GIUGNO 2017 Per come siamo abituati noi podisti, sembrerebbe molto presto inscriversi alla PMRR Parco della Maremma Run Race, ma non è così. Infatti gli organizzatori del Trail Parco della Maremma hanno deciso quest'anno di inserire nella manifestazione che si terrà il prossimo 1 ottobre una gara podistica adatta anche agli stradisti del CORRI NELLA MAREMMA, infatti quest'ultima è stata inserita nel calendario del trofeo 2017 con lo scopo di far conoscere il territorio del Parco dell'Uccellina e le sue emergenze naturalistche-ambientali. Il percorso che si sviluppa per i primi 6 km su strada asfaltata con profilo vallonato fino ad arrivare alla zona Uliveto, passando da Pratini, dal 6° km si inserisce in un sentiero interno alla macchia mediterranea che in tre chilometri sviluppa circa 200 metri di dislivello positivo fino ad arrivare a San Rabano (bellissima torre medioevale) da quest'ultima intercetta una strada bianca, tutta in discesa, fino ad arrivare al Cimitero di Alberese e da li all'arrivo in paese. Stupenda gara immersa in un ambiente magnifico che più rappresenta il nostro territorio. Le iscrizioni SONO LIMITATE A 150 PARTECIPANTI e la quota di €.5,00 rimane fino al 31 agosto, successivamente passerà ad €.10,00. L'organizzazione consiglia, visto il limitato numero di posti e la diffusione della manifestazione a livello nazionale di attivarsi quanto prima con la registrazione in modo da assicurarsi la partecipazione all'evento. Sotto locandina e il tracciato e regolamento.

     

Siti di interesse:

 

marathonworld.it

Gmap-pedometer: la comodità di misurarsi da casa un percorso di gara o di allenamento (leggi le istruzioni per l'uso)

ilgiunco.net

Uisp grosseto.it

langolodelpirata.it

 

17 novembre Il 19 novembre è una data da ricordare  per il Marathon Bike. Domani c’è la gara della Feniglia dove  noi solitamente scendiamo in massa. Ci sono i campionati italiani Master di Verona, con Boateng nella maratona e Michelina Brusa nella 10 chilometri. Ma proprio  il 19 novembre e anche la data in cui moriva 7 anni fa all’ospedale di Grosseto Maurizio Baroni, un amico caro, nonché ideatore del regolamento della Staffetta di Canapone. Ecco che su queste pagine a lui molto care (ci lavorò nell’inserimento dati degli atleti sino ai suoi ultimi giorni di vita!) si pubblica una foto scattata da Giuggioli che lo ritrae assieme a Serena Malarby, alle iscrizioni di una “Forti e Veloci”.CLICCAMAURIZIO Dopo la sua morte il  Marathon Bike dono 1000 euro alla Farfalla e tanti di noi  negli anni sono diventati donatori di sangue.CLICCAdonazione Una struggente lettera scritta nelle notti insonni trascorse all’ospedale di Bologna, è diventata una pietra miliare su cui  tutti dovremmo riflettere, e pubblicata su alcune riviste importanti del settore.CLICCAlettera r

16 novembre Stesse date di anno scorso ma il ritrovo delle corse organizzate da questa associazione nei primi mesi dell’anno, sarà al Bozzone di Buriano e non a  più a Braccagni. Sostanzialmente rimangono gli stessi percorsi tranne la seconda corsa. Tutti gli arrivi saranno in pianura ovvero nei pressi del bar Bozzone. Se da una parte perdiamo qualcosina in fatto di localizzazione, ne guadagniamo in altri campi. Sotto il volantino riassuntivo delle quattro gare. CLICCAGARE BOZZONE 3

    12 novembre Se è vero che la maratona di New York è la più famosa al mondo, quella di  Atene è stata la prima dell’era moderna. Infatti nel 1896 fu istituita per ricordare l’ultima impresa di Fidippide. Il percorso, ripristinato per l’occasione, misurava 40 km, dalla città di Maratona all’antico stadio di Atene. Nel 1908, in occasione delle Olimpiadi di Londra, il percorso fu allungato in modo che la linea di partenza fosse situata al castello di Windsor e il traguardo sotto la tribuna reale dello stadio di Londra. Da allora la distanza è rimasta invariata e fissata a 42,195 km. Ecco il perché dei  famosi 195 metri finali.  Tornando ad Atene, sventola la bandierina del Marathon Bike o meglio la maglia rosa della nostra Silvia  Zanon, che si distingue su tutte dopo il traguardo. Alla sua 4^ maratona dopo gli incredibili miglioramenti  che sono passati da 3h49’03 di Venezia 2016, a 3h39’44” di  Firenze dello stesso anno, e la chicca di Roma di quest’anno con 3h30’01, ecco che riparte con un decoroso 3h58’06” oggi alla maratona  numero uno!CLICCAIMG-20171112-WA0011 Strano che ancora il "Cacciatore" di medaglie non l'abbia ancora cercata. Speriamo che costui non trovi il numero di cellulare di Silvia,sennò riattacca con la solita solfa! (nella tua categoria sei una delle migliori, potremmo fare cose grandi insieme...)

    .STICCIANO SALISCENDI RUN (Malarby)

    STICCIANO SALISCENDI RUN (Debora caoduro)

    8 novembre Aggirato il problema con Picasa, da ieri sera si possono scaricare le 800 e più foto scattate da Malarby e Debora. Tra queste la bellissima foto del vincitore Boscarini, che veramente rimarrà negli annali sia della  Marathon Bike che ovviamente in quelle della  Pro Loco di Sticciano. Non è facile “beccare” una foto cosi, mentre sta diluviando. Bravo  Malarby chissà  in futuro ci chiederà i diritti.CLICCAbosca Altra foto particolare è quella  che vede protagonista  il “Falco” che sembrerebbe ancora è alle prese con l’ora solare, (con l’ora legale sarebbe stato a casa con i piedi sotto il tavolo a mangiare). Grande il falco che come alcuni sapranno ha dovuto aspettare un anno senza squadra per entrare nel Marathon Bike. Lui innamorato di noi e noi lo siamo diventati di lui. Grande acquisto Mirco, ora guai a chi ce lo tocca, ma stia attento che lo scatto è sempre pronto! Sotto alcune immagini del falco)

    CLICCA sticcianofalcoo

    CLICCA ad AlbereseDSCN3939

    CLICCA TreguandaP140024

    CLICCAP1400615

    6 novembre

    ATTENZIONE! Causa problemi con PICASA, il sito dove vengono scaricate le foto delle nostre manifestazioni,ha dei problemi su internet. Ecco le ragioni per le quali le foto della nostra Saliscendi Run, non è possibile ancora scaricarle. Questo è uno dei tanti scatti splendidi fatti da Roberto Malarby, che riprende Matteo Di Marzo durante il riscaldamento.CLICCASticciano Saliscendi

29 Ottobre Una transenna tolta maldestramente che per poco non  ci lasciava le penne al nostro caro amico Andrea Musumeci, che è stato iscritto con noi sia nel ciclismo che nel podismo. Chissà se il “gigante buono” non avrà avuto bisogno di sangue per le sue operazioni, lui che donatore lo è stato nella sia nella sua Como (dove è successo l’incidente!) che a Grosseto. Qui nella foto con il nostro Mililotti Riccardo (super donatore di sangue!) nonché iscritto con noi  nel ciclismo, che è andato a trovarlo all’ospedale. Ad Andrea un abbraccio grande per la sua pronta guarigione, a chi ha rimosso quella maledetta transenna, una tiratina di orecchie.. forse qualcosa di più. Poi il perdono!

CLICCAIMG-20171028-WA0003

27 Ottobre Inizia bene  uno dei nuovi acquisti del Marathon Bike per il 2018 per il ciclismo . Si chiama Francesco Scalora dà Siracusa, entra in società in punta di piedi come fecero i semi sconosciuti Alessio Minelli (2 corse vinte quest’anno!) e il fotomodello di Sticciano paese Francesco Bacci ( 3 gare vinte quest’anno!). Insomma noi quelli forti mica li andiamo a cercare, crescono con noi.... Sarà così anche con Scalora? Intanto ha donato sangue al centro trasfusionale di Grosseto, dormienti ci vuole tanto? Francesco che donaCLICCAscalora

Un secondo posto che sa tanto di vittoria per il nostro super “Nocciolo” all’anagrafe Nocciolini Adriano, dà Castiglione della Pescaia. Alla Cronoscalata dell’Argentario, è stato battuto solo da Marconi Luca che ha impiegato 26’22 per arrivare su in cima, proprio  alle famose antenne. Per il Nocciolo 27’43, al terzo posto Sartori Luca in 28’08. Quanto è il record  di un podista sullo stesso percorso? Boscarini con 41 minuti, almeno così ci sembra!

19 Ottobre Alto, Bello,forte e vincente, poteva non donare sangue? No! Infatti il "Fotomobello" di Sticciano (alto!) all'anagrafe Francesco Bacci ha donato l'altro ieri al famoso e importante centro trasfusionale di Grosseto. Entrato in punta di piedi quest'anno al marathon Bike da perfetto sconosciuto (ha dovuto persino pagare la cauzione che ovviamente gli è stata ben presto restituita) Ha vinto tre corse compreso il "Trofeo del Donatore di sangue", tutte nello stesso modo ovvero a braccia alzate, dopo essersi messo a posto la maglia per le foto di rito.Un grazie va a Marco Luzzetti per averci dato questo pezzo da 90, anzi da un metro e 90 !

Bacci, Bacci, Bacci. E con la vittoria  di questa mattina, salgono a tre le  vittorie ottenute dal  fotomodello di Sticciano Scalo, al primo anno con noi . Bravo, bravo, bravo Francesco, ma bravi tutti quelli del Marathon Bike che hanno collaborato a questa “impresa” piazzando anche il “Nocciolo” terzo e Minellone al quarto. Con la vittoria di Francesco e quella nel podismo di Alessio salgono a 490 le vittorie assolute per il nostro team, e ancora non è finita la stagione.  Chi l’avrebbe mai detto che quattro disperati nel lontano 2005 sarebbero arrivati a questi risultati? Nessuno! CLICCA ClassificaMEMORIAL GIULIANA E RENZO SARTORI

Sotto la classifica della corsa di oggi all’Albinia,sopra invece  la foto di Nocciolini Adriano ormai da quasi 10 anni al Marathon Bike. Forte il "Nocciolo", deciso, non sbaglia quasi mai una corsa, ma quello che lo contraddistingue è che è un signore in fatto di sportività. Qualcuno (oggi all’Albinia) dovrebbe prendere esempio di come si può andare forte in bicicletta, senza spacconerie, o atti che con lo sport non hanno niente a che vedere. Chi vuole capire capisca…

Trofeo Bici Bianca Memorial Corsini

Dopo la “Scoppola” che gli è stata inflitta nella crono a squadre di domenica mattina, la squadra grossetana del “ Vivaio le Querce”, si rifà alla grande con il suo atleta più rappresentativo. Infatti è stato Massimo Domenichini a vincere alla grande la gara di questo pomeriggio alla Marsiliana. Qui accanto la classifica.CLICCAII TROFEO Nell’occasione si rende noto che  sabato pomeriggio a Grosseto tornerà “Il centro Storico” Una gara difficilissima da organizzare e spero vivamente che gli organizzatori non sottovalutino la portata dell’evento, vista la difficolta del tracciato. Accanto il volantino della manifestazione CLICCA Grosseto criterium

17 settembre 2017 Stai a vedere che gira che ti rigira, siamo i più forti anche nel ciclismo, almeno con le bici normali (non ci sono soldi per le bici da crono!). Passa dalla Crono squadre di questa mattina a Grosseto, la 487^ vittoria del Marathon Bike , tra maglie arrivate dai vari campionati e vittorie assolute in questi  13 anni di attività. Bene andiamo avanti così che la meta delle 500 vittorie arriverà presto, chiaramente con il grande aiuto dei podisti, che oggi hanno totalizzato un secondo assoluto (Di Marzo Matteo) e un terzo tra le donne di Micaela Brusa, il quel di Batignano. Sotto la foto dei nostri con a partire da sinistra Minelli,Mililotti,Nocciolini,Bacci,Caselli,ValdrighiCLICCA IMG-20170917-W

DONNE CRONO

BICI CRONO

CRONO bici normale

16 settembre 2017 ATTENZIONE Sotto l'ordine di partenza della crono di domani.seguiranno le classifiche

ORDINE DI PARTENZAordine partenza

7 settembre 2017 E’andata a Roggiolani la prova odierna del trofeo dello Scalatore che si è volto questo pomeriggio a Roccastrada. Tra poco sul sito della Uisp, le classifiche con commenti e interviste ad opera di Carlo Pellegrino. Nella galleria di questo sito invece, alcune foto scattate prima e durante la gara, significando che per un momento abbiamo rivissuto il violento acquazzone di qualche anno fa, che costrinse gli organizzatore del trofeo di Montepescali ad annullare la gara. Oggi  la pioggia è stata forte, ma solo a tratti.CLICCADSCN3787

CLICCAUisp grosseto.it

5 settembre 2017 Domenica c'è la corsa dello "Scoglio Maremmano"CLICCAscoglio

3 settembre 2017 Sotto la classifica della corsa Dell'Angolo del Pirata 20178

CLICCAmemorial santi esevan

27 agosto 2017 Tempo fa scherzando ma non più di tanto, dissi che per entrare al Marathon Bike (nel ciclismo!) bisognava essere alti, belli, raccomandati e la cosa più importante non rompere le pa... Non importava essere forti, non importava essere vincenti. Ecco che Bacci Francesco,CLICCA bacci st dopo le grandi prove di Alessio Minelli, (anche lui idem con patatine!) ha dimostrato con il tempo di avere le qualità richieste dal nostro Team. E’ entrato in punta di piedi, è piano piano è iniziato ad andare forte forte, o quantomeno uno dei più vincenti. Infatti dopo aver vinto la gara del Donatore di sangue dello scorso maggio a Ribolla , ecco l’ennesimo “capolavoro” tattivo che gli ha permesso di portare a casa la vittoria nel gran premio Red White  di questa mattina, e la rispettiva maglia di campione toscano Acsi, ovviamente di categoria. Non bisogna solo andare solo forte, bisogna usare anche la testa come nel caso di Francesco questa mattina. Bravi tutti i Marathon Bike presenti a partire da Nocciolini,Minelli e Salvi che hanno  vinto le maglie di campione toscano. Allora è il caso di dire, tutto bene quello che era iniziato decisamente male. Sotto la classifica, nella galleria le foto scattate alla premiazione. Per i commenti sulla gara in serata su CLICCAlangolodelpirata.it

CLICCAPREMIO RED WHITE 2017

Quattrocentoottantasei VITTORIE considerate le vittorie assolute nel ciclismo, podismo e MTB, comprese le maglie di cam. Toscano e Italiano.CLICCADSCN3525

1° agosto 2017 Ragazzi tra poco il Marathon Bike & l'Angolo del Pirata, ripropongono la corsa di Scarlino, non più di mercoledì come anno scorso, ma di domenica 3 settembre. Anche l'arrivo sarà diverso, non più al Castello ma in piazza. CLICCAIMG-20170627-WA0000

21 novembre Troppo bella per essere vera,  troppo bella per essere reale… uno scatto straordinario tra il sacro e il profano quello immortalato da Roberto Malarby alla corsa di Sticciano dei primi di novembre.CLICCAalemilo. Soggetto: il super Milo, all’anagrafe Alessandro Milone. (ultramaratoneta, donatore di sangue, all’attivo 87 presenze con 6 maratone + quella di Parma!)  Oggi costui di buon buzzo, e in barba ai gradini che separano il piazzale dell’ospedale al centro trasfusionale, è andato a donare sangue, anzi piastrine che per un certo verso è pure meglio. Un “tagliando” che fa  tanto bene ai bisognosi e anche a se stessi.CLICCAospedale In definitiva la storia che lega il Milo al Marathon Bike è la stessa di tanti altri tesserati, anzi di quasi tutti, visto che le modalità di ingresso è sempre la solita, considerando che al Marathon Bike non si può entrare provenienti da altre squadre Uisp provinciali, tranne qualche rarissimo caso ( Fanteria Raffaello entrato per alzata di mano, ma era  senza squadra e si stava lasciato andare....!) quindi la strada è sempre quella per tutti, come nel caso del grande Milo.. In serata verranno pubblicate le foto scattate da Malarby alla Feniglia, tra le quali fa senso la maglia indossata da uno di noi ( fanteria ). Domanda: Dove l’avrà trovata?CLICCADSCN5121

CLICCA statistiche Marathon Bikestatistiche 21

CLICCA CLASSIFICA CORRI NELLA RISERVA

FOTOkATE- TRONCONI

19 novembre Polacchina-Gioiellino= 494

Una doppietta storica che porta il nostro gruppo ancora più vicino alla  sospirata soglia delle 500 vittorie. Polacchina e il Gioiellino di Roccastrada hanno infatti vinto la classica corsa della Feniglia. Una vittoria che fa morale un po’ per tutto il nostro ambiente anche se l’obiettivo primario rimane quello della promozione dello sport che pratichiamo ovvero il “reclutamento” di persone nuove e l’organizzazione di eventi sportivi. Oggi oltre alla Feniglia si gioisce anche per il grande tempo fatto da Boateng a Verona (2h56!)CLICCAIMG-2017 anche se ha corso con la maglia di Gianni Natale. A Verona una voce fuori dal coro ovvero quella Micaelina Brusa, l’unica ad aver corso a Verona con la tessera Fidal del Marathon Bike. Dieci chilometri  a 4.25 al chilometro, niente di che, un discreto medio . Ma forse non era meglio per lei un podio alla Feniglia? Forse! Potrebbe essere  una delle ultime volte che un nostro atleta  si presenti con la tessera della federazione,   visto che dopo l’autentico fiasco riscontrato nel mondo dei master, come molti sapranno, abbiamo deciso di ritornare con i piedi per terra, ovvero nel mondo che ci appartiene, che è quello  amatoriale. Dimenticavo altri due esordi con la nostra maglia: Il mitico Sebastiano ZuppardoCLICCAzuppardo 1 e Elena la sorellina di Tronconi. CLICCA DSCN4932 Chi ha perso questa chiavetta?DSCN5404

 

ATTENZIONE FOTOFENIGLIA 2017

15 novembre Un rapporto che va al di là dell’aspetto sportivo, quello che lega il sottoscritto a Stefano Musardo. Troppi aneddoti, tanti anni assieme, con oltre 100 vittorie ottenute con il Marathon Bike. Tanti bellissimi ricordi , anche qualche brutto, anzi bruttissimo  quando ebbe l’incidente stradale che solo per miracolo oggi lo può raccontare. Fui uno dei primi ad essere avvisato del terribile schianto, acqua passata in tutti i sensi visto che fu proprio l’acqua una delle principali cause dell’incidente.   Ecco che Stefano domani torna dalla missione in Kuwait o giù di lì.CLICCAIMG-20171115. Sette mesi lontano da noi, ma soprattutto dalla sua famiglia. A questo punto spero tanto che sia proprio lui a tagliare o spengele le candeline della nostre 500 vittorie, il Marathon glielo deve. Ci sarà a Canino? Intanto siamo a quota 46 iscritti,  e già pronti per prenotare il pullman, e perché il malloppo che va alla squadra più numerosa.CLICCAiscrizioni Batteremo il record di 66 arrivati? Chi lo sa! Intanto per ultimo di questa mandata si è scritto il “Gabbiano”, e questo è tutto dire. Eccolo qui  immortalato  proprio con dei forti crampi allo stomaco.Malarby con i suo scatti non sbaglia un colpo!CLICCAgasparini ta (3)

13 novembre Chissà se a Canino riusciremo a bissare il successo delle ultime edizioni dove addirittura nel 2015 ci presentammo con ben 66 corridori.CLICCAcanino2015 Anno scorso in 52, con addirittura due riserve CANINO 2016. Ad oggi con la ritrovata Pippi gambelunghe, che si è iscritta, siamo 38,CLICCAiscrizioni al 12 novembre giusti per tentare di vincere così come siamo, ma sono sicuro che  ci presenteremo laggiù nella patria dell’olio e delle patate, con oltre 50 atleti.CLICCA666 In fondo chi è attaccato al Marathon Bike, un piccolo sacrificio se può lo farà.. I soldi vinti andranno in parte nelle casse della Grosseto-Castiglione, altri nel sorteggio del famoso buono di 100 euro estratto per i presenti. Non è escluso l’utilizzo del Pullman, ma questo si vedrà in seguito.Come eravamo DSCN4005 A proposito della Grosseto-Castiglione, c’è già un  primo iscritto, ma non verrà  reso noto il nominativo… Questo il pacco gara con la felpa ai primi 400 iscrittiCLICCApacco gar. e questa la medaglia.CLICCAmedaglia Dopo la Feniglia e Canino daremo fuoco alle micce per questa gara che quest'anno raddoppia, essendoci anche la Marina Castiglione agonistica!

 

12 novembre Arrivano i primi risultati dei nostri  impegnati in questa strana domenica di autunno. Partiamo dalla coppia  Bronzo Viola&Polacchina che hanno conquistato la terza posizione alla mezza a coppie a Livorno, rafforzando  il gemellaggio Costa d’Argento- Marathon Bike. ovviamente quando si fa sera ognuno a casa sua, ci mancherebbe altro. Per loro il tempo finale di 1h19’35”.CLICCAdebbnn Poi   a Livorno c’era anche il gioiellino di Roccastrada che nella mezza ha fatto 1h17’47”, mentre la sorella Elena, ha data spettacolo nella 7 chilometri. Questi gli altri presenti impegnati sempre nella città dei quattro Mori, oggi+ Iacopo Viola: Tiziano Rossi 2h03’28, Massimiliano Soriani, 1h55’21”, Sabrina Cherubini, 2h16’10”, Lorenzo Marrini, 1h33’01 Niccolò Vincio,1h51’01”. A Monteriggioni una “ cacciata di polli” nel vero senso della parola, ha permesso ai  cinque presenti  di portare a casa altrettanti polli spennati pronti per essere mangiati. Alla battuta hanno partecipato: Belgrado, Don Minkiele, Lupo Poggiani, Giulio Poggiani e il  Monsignore. Eccoli:CLICCAIMG-20171112- poi il nostro Ultramaratoneta Luciano Lo Tufo ha fatto 1h’59’10 alla mezza di Fiumicino, e Riccardo Checcacci 1h41'02". Un'altra mezza per la super Tiziana Galella dà Arcidosso: Ravenna in 1h54. L'altri 220 hanno fatto festa aspettando la Feniglia e l'evento tanto atteso di Canino!

9 novembre Ormai quello che fa Massimo Taliani, chiamato non a caso “Marziano” non fa più notizia. Per chi non conosce la storia sportiva di Massimo, nato a  Abbadia San Salvatore e residente a Piancastagnaio, si può sintetizzare dicendo che gli piace talmente la corsa, che quando corre 200 chilometri come ha fatto una decina di giorni fa, passa   quasi in secondo piano. E pensare che altre  squadre organizzerebbero sacre paesane o fuochi d’artificio, per festeggiarlo. Noi no! Dopo aver ritoccato il suo record  personale sulla “sei giorni” con ben 717,445 chilometri,CLICCA700 chilometri eccoci come si diceva alla sua corsetta di 200 km con un dislivello di 8000 metri positivo, che chi si intende di altimetrie sa di cosa stiamo parlando. La gara denominata “Ultra Trail di San Francesco” è partita da Attigliano, paese al confine tra Lazio ed Umbria tra Orvieto e Orte. Un percorso così duro che è stato sottolineato anche dal nostro Marziano, e questo è tutto dire: tratti sterrati sentieri,mulattiere fossi, boschi di faggi castagni, oliveti campi incolti o arati, paesaggi lunari con pietre appuntite che uscivano dal terreno, e quindi bisognava trovare spazio dove poggiare i piedi. Insomma Massimo faceva prima a scalare l’Everest, maremma bucaiola!!. Un vero trail che attraversava svariati paesi del circondario dove erano posti i vari ristori e punti vita. Tracciato stupendo ovviamente non accessibile a signorine tant’è che veniva assegnato un punteggio per essere ammessi a utm, ultra trail Monte Bianco. Decimo al traguardo con il tempo di 40 ore, con due notti complete insonni e con una decina di volte lo sbaglio di strada. Chissà se anche stavolta ha preso e buttato le scarpe usate nel cassonetto, e qualche vescica gli sarà apparsa ai piedi o no? Qui con il cugino Rocco! CLICCAtaliani massimo e massimiliano

7 novembre Bronzo e la Mazzoli che coppiaaa! La seconda edizione  della ultramaratona a tappe è andata a Iacopo  Bronzo Viola e Angela Mazzoli. Gli atleti, entrambi del gruppo sportivo Costa D’Argento,  succedono a Elvio Civinini  e Angelica Monestiroli  che si imposero anno scorso.CLICCAmazzoli e viola 2 La manifestazione itinerante è stata organizzata  da noi in collaborazione con la Uisp e Avis . Undici le  gare  prese in esame per stabilire i vincitori, tutte organizzate dal Marathon Bike in provincia di  Grosseto. Iniziate a Grosseto il 25 marzo con la “Corsa del Donatore” proseguite il 1° maggio con la Stramagliano”, il  7 maggio con il  Trofeo “La Miniera a Memoria” a Ribolla. La quarta prova, è stata la “Staffetta di Canapone”, con i suoi 3 chilometri e 750 metri. Poi la carovana si è spostata a  Castel del Piano, con la  “Castel del Piano al Tramonto” del 12 agosto,  di seguito  la “Marcia del Capercio” ad Arcidosso del 26 agosto, la  “Marcia Verde”  a Roccastrada il 2 settembre, sino alla corsa di domenica 17 settembre a Batignano, con la “Batignando tra gli Olivi”. Il 24 settembre  è stata la volta della “Aipamm Day” di Grosseto, e successivamente quella di Castiglione della Pescaia l’8 ottobre con la “”Insieme in Rosa”. Poi la conclusione delle prove  domenica scorsa con la “ Sticciano Saliscendi Run” .  Per stabilire i vincitori è stato creato un regolamento molto particolare, che teneva conto del  tempo impiegato, l’età il sesso, e i chilometri percorsi, poi con dei  coefficienti è stata estrapolata volta per volta la classifica. In assoluto  la migliore è risultata Angela MazzoliCLICCA mazz con il tempo di 5h51’01” derivato dalle 11 prove. Ecco i primi tre uomini e  le tre donne con i chilometri percorsi e il tempo finale ottenuto dopo 973 chilometri: Iacopo Viola, 5h57’48,CLICCAviola b Paolo Merlini, 6h06’23”, Di Nucci, 6h11’07”. Donne: Angela Mazzoli, 5h51’01”, Maria Merola, 6h50’49”, Cristina Gamberi, 7h03’24”.

6 novembre  Ma i nostri a New York mica tanto tanto sono stati sequestrati? Non scherziamo tanto sull’argomento, anche se la foto di Daniele, Moreno e Susanna, appena alzati dal letto ieri mattina prima della maratona, fa ritornare alla mente fatti di cronaca arancione, anzi nera!CLICCAtree Allora questi i tempi ottenuti alla loro prima maratona da Susanna Baldini e Moreno Giovannelli, che hanno ottenuto rispettivamente 4h11’19” e 4h06’41”. Proprio bravi i ragazzi che fanno la spola tra marina e Grosseto.Poi c’è il tempo ottenuto alla sua seconda maratona da Daniele Tanganelli, che con il suo 4h05’17” migliora il tempo fatto  registrare a Roma  dove fece 4h07’41”. Migliorarsi a New York è tutto dire. Stesso tempo del “Tanga”, Margherita Baldassarri, sicuramente i due non si sono mai lasciati dalla partenza, visto che ritrovarsi alla fine intruppati in mezzo a 53.000, è praticamente impossibile. Anche il tempo di Ciani Elena va visto in senso positivo viste le condizioni non certo ottimali degli ultimi giorni che hanno attanagliato “Ringhio” (attrosi ad un piede!). Problemi fisici anche per Stefano La Rosa, costretto al ritiro ai campionati del mondo militare di Cross, per problemi influenzali.

5 novembre Un classico dei proverbi recita: “Chi si accontenta gode” e per come  si erano messe le cose a Sticciano questa mattina, noi, assieme alla Pro Loco di Sticciano, alla fine abbiamo fatto i salti mortali dalla gioia. A parte il tempo che in alcuni momenti ci ha messo davvero in difficoltà, è andato veramente tutto liscio. Nonostante il cambio di programma in corso d’opera, incredibilmente alle 11.35 era tutto finito, con nemmeno una persona mancante alla premiazione. Allora ha vinto Iacopo CLICCADSCN4 (bravissimi anche Di Marzo e il bronzo della Marsiliana,Viola) Tra le donne, rimandata a data da destinarsi la vittoria nr 493, considerato il gran finale tra le donne che  ha visto la Ottobrino arrivare prima sulla polacchina per un paio di metri.CLICCADSCN4 Erano anni che non si vedevano arrivi così incerti tra le donne. Credere in se stessi? sempre!CLICCAcredere il Marathon Bike ringrazia tutti i partecipanti e anche ovviamente il sindaco,i giudici,vigili Urbani, Moretti, Malarby, Carlo Pellegrino e Fabio Giansanti . Ultima prova della nostra Ultramaratona che è stata vinta come ormai pronosticato da tempo, dal Bronzo e dalla Mazzoli. In settimana ci sarà un articolo a loro dedicato. In serata le interviste e filmati realizzati da Carlo Pellegrino per la Uisp.UISP grosseto Nella galleria di questo sito, le prime 490 fato scattate qua e là da Debora  Caoduro e Boateng.CLASSIFICA generale STICCIANO

4 novembre Da New York a Sticciano sino a Budabest il passo è breve, almeno per noi del Marathon Bike. Infatti domani sarà un’altra giornata da “bollino Rosso” per noi, visto che siamo impegnati come organizzatori a Sticciano con la proloco, in una gara molto particolare. Poi ci sono i cinque che correranno la Maratona di New York, e per finire il campionato del mondo militare di Stefano La Rosa a Budapest. A proposito di New York si posta volentieri la foto arrivata dall’oltre oceano via whatsapp. Appena l’ho vista ho pensato al peggio visto la posizione tenuta da Moreno, Daniele,Susi,Elena e Margherita, al momento dello scatto. Sai il viaggio è lungo e il fuso orario può dare delle complicazioni. Poi tutto risolto, era per far vedere  che erano a New York e non a Baccinello.CLICCAIMG-2017 Passando alla corsa di Canino del prossimo 3 dicembre,  fioccano le iscrizioni  con  24  nei primi due giorni, forse un record. A chi andrà il buono di 100 euro? Allora Giannini che si è iscritto il giorno 2 avrà 32 possibilità ovvero dall’estrazione del numero 1 al 32, Bellezza Sonia invece, che si è iscritta ieri 3 novembre, quindi avrà a disposizione 31 possibilità ovvero vincerà il buono se uscirà il numerino dal 575 al 606. Ogni giorno che passa una possibilità in meno...CLICCA iscrizioni Tutto chiaro? Non telefonate a Fabio ma andateci di persona. Possibilità di andare a Canino con il pullman o postale se costa meno…

2 NOVEMBRE Partiti per  fare solamente una scampagnata, tornati da vincitori! E questo quello che è successo ai nostri impegnati in  a Castiglione D’Orcia. Non c’è verso, dove andiamo lasciamo in segno. Ovviamente non conta come vittoria (contano solo gli assoluti,maglie di cam. Italiani e toscani, sennò staremmo freschi). Allora cosa resterà della bella giornata in Val D’Orcia che ha visto il ritorno se pur camminando, di Pippi all’anagrafe Chis Marinela?CLICCAPIP. Tra poco niente, perché il malloppo  vintoCLICCAcasse sarà cosi suddiviso: La spalla divisa per quattro,  la coppa riciclata alla prima favorevole occasione, e tutti vissero felici e contenti! Sotto i presenti in quell’occasioneCLICCAIMG-2017 e tutti i risultati di ieri, con la pagina del Giunco che parla della nostra spedizione  alla  Grande Mela.CINQUE

CLICCARISULTATI 1° NOVEMBRE

CLICCA GIUNCOCinque New York - IlGiunco.net

1° NOVEMBRE Forse è stato più difficile portare 5 atleti alla maratona di New York che 50 prossimamente a Canino! Si sicuramente la data del 5 novembre prossimo sarà una data storica visto che alla Maratona di New York del prossimo 5 novembre, tra gli oltre 53.000 partecipanti, di cui 3002 italiani, ci saranno anche 5 atleti del Marathon Bike.  E’ il sogno di tutti gli amanti dei 42 chilometri e 195 metri, correre la maratona di New York è già un’impresa, il tempo conta fino a un certo punto.  Tra i nostri che si apprestano a  partire,  la più titolata in fatto di maratone è Elena Ciani, alla sua settima maratona, dopo aver preso parte a quelle di  Roma, 2013-2014-2017, quelle di Firenze,  dove stabilì il personale nel 2013 con 3h48’23”, e nel 2014 .  Ringhio Elena quest’anno ha già timbrato il cartellino anche a Venezia.  Alla seconda esperienza dopo Ferrara 2016 dove chiuse con un ottimo tempo di 3h56’51, è Margherita Baldassarri, prodotto del nostro vivaio, quindi made in Marathon Bike al 100%. Partirà per la sua seconda maratona anche Daniele Tanganelli, che a Roma concluse la prova dopo 4h07’41”. Prima esperienza invece per la coppia in tutti i sensi, ovvero Susanna Baldini e Moreno Giovannelli, al debutto dopo aver corso svariate mezze maratone.

31 Ottobre Tutto sotto controllo, avanti tutta! Basta un solo click è l’attività del nostro sodalizio è sotto l’occhi di tutti, ma non solo la storia del Marathon Bike, c’è anche quella del Corri Nella Maremma. Infatti viene riportata tutta l’attività del  nostro circuito, che che se ne dica, è davvero all’avanguardia in fatto di foto, classifiche, aggiornamenti, statistiche ecc. ecc.. Tutto facilmente consultabile, comprese le foto che si possono scaricare in formato integrale. Come detto abbiamo tutto quello che si  vuole sapere sul corri nella maremma, sino ad oggi. Chi sono stati i primi vincitori? Stefano Musardo e Paola Bindi nel 2008 alla Marsiliana.CLICCAAlbo d'oro Chi ha vinto più gare tra gli uomini e tra le donne? La famiglia Boscarini- Polacchina, con 100 pari pari, ovvero 60 Iacopo e 40 Kate.CLICCAStatistiche La società con atleti più vincenti è  la Costa D’Argento con 91 vittorie tra uomini e donne contro  i nostri 83 successi.CLICCAStatistiche . Si sono avvicendati 4655 ed è il nostro Luigi Spaggiari nettamente al comando!CLICCACnM Presenze Sotto il resoconto pubblicato dal Giunco della nostra attività settimanale, che va ad incrementare i nostri numeri.CLICCAstatistiche m

GIUNCOAd Arezzo e Latera 1

29 Ottobre Una settimana senza vittorie non è certamente un dramma, allora mettiamo in cascina  i risultati ottenuti dai nostri dove spiccano alcuni personali a partire da Tiziano Rossi che migliora il risultato ottenuto alla mezza di Pisa di anno scorso. Allora fece 1h58’10”, oggi ad Arezzo ha abbassato l’asticella portando il suo personale a 1h55’17.CLICCArossi tiziano 222 Si segnala il secondo posto della “polacchina” a Latera, nella foto con Rocco Taliani,CLICCAIMG-2017 il personale di Boateng Cheli sempre ad Arezzo (1h21’26” tessera Ymca) qui con  La Rosa che ha fatto un grande tempo (1h03’20”!).CLICCAIMG-2017. A Latera c'erano anche Lupo Poggiani e Nerozzi Luca. Ad Arezzo si segnala il secondo posto di Catia Gonnelli nel campionato medici con il tempo di 1h47’48.CLICCAIMG-201 Per finire la 77^ mezza per Sabrina Cherubini. Statistiche Marathon Bike si muovono di pochinoCLICCAstatistiche m. A dimenticavo: Il marito della “polacchina” ha vinto a Latera frantumando il record del percorso! Sotto i risultati dei nostri oggi.

CLICCALATERA- AREZZO

A Latera anche i "Romani" Cristofari-Vacchio e Monestiroli Gaia.CLICCAroma

 

 La catena di montaggio del Marathon Bike, passa dalla bellissima esperienza della maratona e mazza di Amsterdam,  a quella di Arezzo, con all’orizzonte le maratone di New York e Firenze. Ad Arezzo a rappresentare il nostro sodalizio ci saranno Tiziano Rossi, Susanna Vichi, Stefania Maggi, Catia Gonnelli, Sabrina Cherubini, Cristina Cipriani e Mazzi Alessio. A  proposito di Alessio,  per lui sarà la” prima” volta  in una mezza, dopo che ha assaporato la vittoria in quel di Castiglione della Pescaia, ecco la 21 e spiccioli. Si potrebbe  aggiungere in extremis  Rocco Taliani Massimiliano (un podio  per lui l’altro sabato sera nella “mezzora” di Siena), ci sarà invece di  sicuro Stefano La Rosa, che per chi non lo sapesse è anche il vice presidente onorario del Marathon Bike, nonché  da anni anche uno dei più forti fondisti in circolazione. Lui dovrà vedersela con  i suoi amici keniani e ugandesi, ma questa è un’altra storia..  Per “Ste” è la seconda apparizione alla mezza di Arezzo dopo quella del 2014. Allora fece 1h04’13”.

24 Ottobre La foto in copertina che ritrae il  grande Azelio Fani, non è stata scattata a una festa di carnevale, ma bensì a una delle edizioni della   famosissima  “Rincorsa di San Lorenzo”. Un palio grossetano composto da 8 circoscrizioni che nacque  1992 con l’intento di rievocare le feste  del popolo che si tenevano nella piccola Grosseto del 700/800, quando la città era racchiusa nei bastioni Medicei, circondata dalle paludi malsane. Era un appuntamento  sportivo ma anche per un richiamo dei per i turisti. Questa è stata la rincorsa di San Lorenzo, manifestazione che ogni anno si teneva nella serata del 10 agosto proprio quando si festeggiava il patrono della città. Nata come detto nel 1992 e durata sino al 2002, con il “buco” nel 2001, per un totale di 10 edizioni. Hanno fatto la storia della Rincorsa tanti grandi atleti grossetani a partire dall’azzurro Stefano La Rosa, allora diciassettenne,CLICCArincorsa ma anche le Artuso, la Gallorini, Natale, Fois,Zeppo, Ferrari, Mongili,Fe’,Fani  Manenti, Moretti, Bordino,Palma, Pannozzo e tanti altri.I drappi o pali, furono dipinti da pittori locali tra i quali spicca in compianto Claudio Amerighi.CLICCAazelio antichi 1 Ecco che oggi dopo il successone della Staffetta di Canapone, stiamo cercando in qualche modo, come giusto che sia, riproporla, magari con un regolamento  più snello per facilitarne l’organizzazione che duri il più  a lungo possibile. Detto questo, chi legge queste quattro righe, ed è in possesso di foto, articoli o quant’altro utile a risalire alla storia di questo grande evento che si tenuto negli anni 90 a Grosseto, sarebbe di grande aiuto se  ce lo facesse avere. Sotto i colori delle contrade, da qui partiremo con il Comune, Avis, Uisp se tutto andrà per il verso giusto.

CLICCAPartenza dell'ultima ezione datata 2002

23 OttobreNell’occasione della conferma della rinuncia della nostra società, al tesseramento FIDAl per il prossimo anno, si posta volentieri la notizia della maratona fatta da Gabriele Lubrano a Venezia. Se qualcuno del marathon Bike,  si chiede, o si chiederà in futuro, di  come va gestita una maratona, può chiedere direttamente a lui. Infatti Gabriele, se è vero che non ha ritoccato  il proprio personale che risale a Roma 2016 con 2h36’37”, è anche vero che ha corso la sua prova con una costanza impressionante, passando alla mezza in 1h19’58”, e l’altra metà in 1h18’39 o giù di lì. Risultato un 15° posto assoluto con un ottimo 2.h38’37. Aspettando la maratona di New York, la notizia della prova di Lubrano non poteva essere ignorata. Qui accanto Gabriele alle prese con un ristoro al volo senza guardare il bicchiere, immortalato da Roberto Malarby alla “Miniera a Memoria” di Ribolla. .CLICCAlubrano

La 492^ vittoria per il nostro sodalizio, la porta a casa la “Polacchina” alla 9 chilometri di lago di Vico. Si avvicina dunque il  tanto sospirato “Muro” delle 500 vittorie per noi del Marathon Bike.CLICCApolacchina e fois. L'ultra Lentini Paolo bene alla “Sessanta” in terra turca. Infatti Paolo ha firmato il crono dopo 10 ore e 39 minuti alla “ Salomon Cappadocia Ultra Trail” CLICCA lentini 60 Sotto i ri sultati dei due podi del Lago di Vico assieme a quelli del Marathon Bike presenti ( Vacchio,Checcacci Rossi e Monestiroli Gaia) CLICCArisultati 33

21 Ottobre Invasione  degli atleti del  Quarto Stormo al centro trasfusionale di Grosseto, per la gioia di tutti. Dodici di loro di buona mattina hanno donato  l’equivalente di 6 litri di sangue  italiano al 100%, accontentandosi solo di una colazione offerta come al solito da quella strutturaCLICCA.IMG-20171020-WA0003 Per una volta si può dire, che la squadra grossetana, con a capo Fabio Santilli (per lui prima donazione!) ha  nettamente battuto la nostra, visto e considerato che la mattina di giovedì solo uno di noi si è presentato lì, contro appunto 12 di loro. Tra loro c'eraa anche  Maria Merola in Sbordone che essendo donna vale doppio. Dopo questa “sconfitta” ci rimane comunque da segnalare con piacere l’avvenuta donazione proprio una settimana fa, dell’ ex “Abusivo” Andrea Tanganelli nonché marito della “Sindacalista”. Per lui l’ammirevole soglia delle 50 donazioni.CLICCADSC_1792 Che bello sarebbe  confrontarsi  e sfidarsi per chi dona di più. Usciremmo tutti vincitori, ne sono certo!

19 Ottobre Una casella ferma da diverso tempo. Troppo. E’ quella relativa ai donatori di sangue, che dopo aver toccato in pochi anni quota 139, vuoi forse per la saturazione  del nostro gruppo, vuoi per altri fattori, si è fermata. Oggi finalmente è arrivata  la telefonata di un super Triatleta, che tra pochi giorni sosterrà le visite per diventare il 140° donatore  del nostro gruppo. A tal proposito posto volentieri la foto scattata questa mattina al centro trasfusionale di Grosseto, proprio per fugare i dubbi che chi scrive in questo caso non “predica bene e razzola male”. Ragazzi la donazione è una cosa seria, non abbassiamo mai la guardia perchè chi ci sta attorno, ma anche noi stessi, un giorno potremmo avere bisogno di un amico sconosciuto che ci dona sangue. Un paio di ore stupende, quelle trascorse al centro trasfusionale, perché una volta tanto ti fanno sentire utile a una nobile causa, "dormienti" provateci!

17 Ottobre Non ha vinto i mondiali, nemmeno è reduce dalle Olimpiadi, ma quello che ha portato a casa il nostro Merlini ai campionati bancari di Monza, fa felici un po’ tutti, compreso chi scrive, che dopo aver gioito per Paolo diventare donatore di sangue, (ragazzi bisogna donare di più!)  conta un’altra vittoria che porta il gruppo Marathon Bike a quota 491 vittorie assolute dal 2005 anno della nostra costituzione. La corsa per “Merlo”FOTO si è messa subito bene  sin dalle prime battute, rimanendo sempre tra la seconda e terza posizione assoluta. Alla  fine il primo posto assoluto andava a Massimo Galfrè  che tagliava il traguardo dei 10 chilometri dopo 34’33, al secondo posto si piazzava Pierpaolo Petrosino che aveva la meglio nel finale proprio sul nostro Paolo. Per lui il tempo di 36’12.  Merlini, terzo assoluto al traguardo, con il tempo di 36’17, aveva la meglio per la conquista del titolo, su Andrea Manuppella e Marco Carlucci, che tagliavano il traguardo rispettivamente con i tempi di 37’08 e 37’30. Merlini è con noi dal 2015 con all’attivo 72 presenze. Intanto  oggi è uscito sul Giunco il pezzo di Amsterdam e altri risultati conseguiti dai nostri in giro per l’Italia e non,CLICCADall'Olanda compreso l'erroree sul tempo del “Milo” che ha Parma, non ha corso la sua settima maratona in 5h10 ma in 3.h31’20”, quindi al più presto verranno restituiti all’Ultramaratoneta le ore, minuti e secondi mancanti, tanto mica ci costano niente. Si pubblica anche l'elenco dei grossetani (quelli in nostro possesso) che in tempi migliori realizzati in maratona, dove oltre all'oggiornamento del tempo di Angelica Monestiroli, c'è anche quello di IACOMELLI che a Parma ha fermato il crono dopo 2h44.22 CLICCAmaratoneti

 

ORE ! 18.50 Oggi sarà un costante aggiornamento di risultati, visto che siamo in diverse parti d’Italia o meglio d’Europa. Partiamo dal Miglio Rosa di Grosseto con il Bis di Mugnai che nemmeno a farlo apposta chiude nello stesso tempo di anno scorso (5.31) benissimo Sergio Mori e a seguire Graziano Pepi e Monsignon Giannini.CLICCAClassifica Per ora è solo la notizia del terzo posto di Paolo Merlini ai campionati italiani bancari di Monza (campione Italiano di categoria!)CLICCApodio merlini Poi c’è riccardone Ciregia che a Sofia in Bulgaria impiega 57.26 nei 10km e 500 metri: Primo nella categoria oltre 100 chilogrammi.CLICCAI1000 In attesa degli altri risultati si posta volentieri la foto della “Belloccia” Isabella con Micaela Brusa.CLICCAIMG-20171015-WA0011 La loro mezza ad Amsterdam c’è oggi pomeriggio, e quello di “Milo”, prima della maratona di Parma.CLICCAIMG-20171015-WA0001 Nella galleria le foto scattate oggi prima e durante le fasi del "MiglioRosa". TRONCONI 2.41.50 ad Amsterdam. Dopo una prima parte bellissima (1.17) crampi nel finale che non gli hanno permesso di scendere sotto il benedetto tetto delle 2.40. Sempre in Olanda benissimo Angelica Monestiroli, che nonostante il meteo non ottimale, migliora il suo tempo che risaliva al 2016 a Venezia con 3.51.31. Oggi la nostra "Romana" ha corso in 3.49.35. Qui accando alla partenza con il suo legale (super ultra Galella!).CLICCAIMG-20 Per pochi secondi non si migliona Bruno Dragoni che ferma il crono dopo 3.26.51. Sotto tutti i risultati, compreso quello dell'esordio della belloccia figlia della sindacalista. Alla mezza di Lisbona, hanno brillato il "maetro" e il "Soldato", che non hanno vinto di sicuro, ma vedendo come sfoggiano la bandiera e la medaglia bregiata, ci sono andati vicino..CLICCAIMG-20171015-WA0019. Nella foto accanto e in copertina, Lorenzo Marrini, che fa il suo esordio alla maratona del Chainti (4.37.15) CLICCAmarrini q

.La foto più significativa di Mori secondo al traguardo del Miglio.CLICCAmoriss

Quelli di Amsterdam Maratona e mezzaAMSTERDAM

Quelli del Treil del Chiantidalla 13 alla 42

l

13 Ottobre

Da Amsterdam a Lisbona, ma anche a Parma, Grosseto e nella lista della spesa c’è anche l’Eco Maratona del Chianti.CLICCAmarathonAmsterdam Insomma una giornata densa di appuntamenti, e chissà se qualche altro nostro atleta non sia in giro ha raccattare presenze. A proposito di presenze quest’anno tra podisti e ciclisti siamo a quota 2037 a meno di 300 dal record del 2015. Tornando ai nostri, (8)ecco la foto scattata in un luogo simbolo di Amsterdam  senza FabioCLICCA.AMSTERDAM Proprio in Olanda occhi puntati sul “Gioiellino” di Roccastrada  Tronconi che proverà ad abbattere  il muro delle 2.40 che gli consentirebbe di entrare con più titolo nei primi 20 maratoneti di sempre in provincia di Grosseto. Qui la graduatoria ovviamente non aggiornata.CLICCAmaratoneti

11 Ottobre Per chi domenica non va ad Amsterdam, o al trail del Chianti, vi invito a prendere parte al “Miglio Rosa” garetta che ha avuto un discreto successo anno scorso. Come l’aipamm e “insieme in rosa” il ricavato andrà a scopo benefico. La partenza verrà data alle ore 10.00 nei pressi del Monte dei Paschi di Siena, mentre l’iscrizione è in piazza Dante sino alle ore 09.45. Il tragitto dei 1.609,344 è guarda caso, un giro completo dell’anello delle mura con l’aggiunta di pochi metriCLICCA.miglio Non è una gara agonistica quindi non serve quel benedetto certificato medico che tanto ci fa penare noi organizzatori. Per gli atleti del Marathon Bike la presenza va dritta dritta nel proprio profilo personale con tanto di cappello. Intanto il Tirreno parla della nostra “doppietta” di domenica.CLICCALGTPOM A proposito: anno scorso ci fu un vincitore (simbolico!) ovvero Mugnai Giorgio, dopo che Merlini Poalo che era in testa, fece un rocambolesco giro del “Cinghialino”  che ovviamente gli fece perdere quei secondi che non gli permisero di arrivare primoCLICCA Classifica 2016_.Accanto la foto di Roberta Galganni soddisfatta all'arrivo con Iori Giovanni!CLICCADSCN441311

10 Ottobre Tre donne e un uomo! Le tre donne sono da sinistra verso destra Cristina Gamberi, Barbare Segreto e Catia Gonnelli, sul podio tutto Marathon Bike della 14 chilometri dell'Alberese.CLICCAAlberese L'uomo è Roberto Malarby che ha scattato la foto e tante altre ad Alberese. Siamo ritornati sulla corsa del 1° di ottobre, perchè ieri abbiamo postato nella nostra galleria le foto relative all'evento della 28 e 62 chilometri. La cartella è la seconda nella prima colonna, partendo da destra verso sinistra!) Penso che questa volta Roberto si sia superato perchè gli scatti sono davvero bellissimi, complice un paesaggio surreale. Nella 62 come anno scorso, c'era anche Maurizio Olimpio Agnoletti, che dal giorno di pasquetta 2016 non si è più levato di dosso (forse le ha comprate sottobanco una quindicina!) la maglietta della nostra Grosseto- Castiglione.Ecco Olimpio nel 2016CLICCA Agnoletti e Olimpio nel 2017 CLICCAagno 2017. Tornando alla corsa di Castiglione,merita di essere rivisto il filmanto realizzato da Carlo Pellegrino CLICCA UISP grosseto

La Mazzoli al'arrivoCLICCAIMG-20171009-WA0016

CLASSIFICA

 

9 Ottobre Nella nostra immensa galleria fotografica, ci saranno anche le ultime foto di ROBERTO MALARBY, scattate ieri mattina a Castiglione della Pescaia. Ribadisco ancora una volta, che tutto quello che di bello si è visto, sia nella gara sia per quanto concerne gli addobbi  e quant’altro, sono frutto di soldi usciti da ditte e privati che hanno aderito a tale iniziativa davvero clamorosa, che ha visto coinvolte anche tutte le frazioni del comune. L’incasso ottenuto dalla vendita di magliette, della  passeggiata, e dalla gara agonistica, andrà in beneficenza e documentato. Un piccolo rammarico per quelli che potevano venire ma per motivo o per un'altro hanno preferito altre soluzioni. Quando si tratta di beneficenza, i se e i ma per una volta andrebbero lasciati da parte. Nella foto in copertina Paolo Merlini intonato a perfezione con il rosa di Castiglione! Sotto le interviste e commenti a cura di Carlo Pelligrino per la Uisp, che come per Roberto Malarby e Debora Caoduro, vanno i nostri ringraziamenti più sinceri.

CLICCA UISP grosseto

CLASSIFICA

La prima volta della “Insieme in Rosa” ha visto la sorprendente vittoria del duo Mazzi-Mazzoli. Ebbene si, il nostro Alessio Mazzi e Angela Mazzoli, hanno aspettato l’occasione migliore per la loro “prima in assoluto” in una  Castiglione Della Pescaia   tinta di rosa. Più tardi le interviste , commenti e poi le foto di Roberto Malarby a seguire. Intanto si pubblica la classifica e nella nostra galleria le prime foto scattate da Debora Caoduro, che ovviamente si ringrazia. Ancora la foto più significatica del "Sindaco" con il "Monsignore"CLICCAgegge Questo lospirito giusto, per una volta tutte donne tranne uno!CLICCAIMG_20171

Ristoro in rosaCLICCAIMG_2017

ATTENZIONE PACCO GARA INSIEME IN ROSA DISPONIBILE DAL PETTORALE 1 AL 130!

Quando si fa beneficenza non si sbaglia mai! Ecco che la carovana del Corri Nella Maremma, dopo il successo della Aipamm, e quello dell’Alberese,fa scalo alla “Insieme in Rosa” di Castiglione Della Pescaia. Una serie di Eventi Benefici, tra cui appunto una corsa podistica, valida anche  come penultima prova della nostra Ultramaratona a tappe. I presupposti per fare una bella figura ci sono tutti, visto che sono scesi in campo delle ditte che hanno messo a disposizione tutto quello che verrà dato, a partire dal decoroso pacco gara.CLICCAinsieme Alcune informazioni utili in vista della gara che conta chilometri 6.500 ( due giri da 3250). Allora partiamo dalla partenza che verrà data alle ore 10.00 anche per i camminatori. Poi a seguire alle ore 11.30 (precisissime!) le premiazioni, chi non c’è niente premio. Il pacco gara verrà consegnato nei pressi dell’arrivo, subito dopo la manifestazione esibendo il pettorale. I bagni sono al bar a 50 metri dalla partenza, o quelli pubblici zona Piazza Garibaldi a 250 metri. Per le docce  si possono usufruire i locali del campo sportivo che si trovano qua.CLICCACARTINA E' sempre consigliabili presentarsi con i soldi contati (10 euro che come detto vanno in beneficenza!) e sarebbe apprezzabile da parte degli organizzatori,portarsi 4 spille al seguito.Fare una foto al certificato medico specie se si va fuori provincia, non è necessario all’estero! Sotto il volantino

INSIEME IN ROSA 4

Regolamento insieme in rosa 2017_2

Era stato al giro del Trasimeno  del 5 marzo 2017, l’ultima volta che la nostra Cristina Betti era scesa in campo con la  maglia del Marathon Bike, poi un lungo stop causa un fastidiosissimo infortunio. Tante presenze con noi (128) con il culmine avvenuto nella stagione 2014, con addirittura 32  presenze. Chiaramente i numeri fanno di lei una delle più assidue del gruppo Marathon Bike. Ecco che domenica mattina, alla 28 chilometri di Alberese , tutto d’incanto non solo  ha partecipato, ma ha pure vinto la sua categoria. Si potrebbe dire che a volte ritornano, nel caso di Cristina, alla grande!  Qui acconto impegnata alla staffetta del cuore di qualche anno fa.CLICCA_MG_0589 Sempre tra le donne, oltre che  all’esordio di Juen Evelyne Laura, ad Alberese  è entrata a far parte del nostro gruppo anche Claudia GalantiCLICCA claudia al quale va il nostro benvenuto. Sotto i presenti Marathon Bike di domenica (52) con in rosso quelli che  sono andati a podio nelle rispettive categorie del Corri Nella Maremma.CLICCA primo ottobre

Ecco sotto le classifiche delle tre gare di ieri al Parco dell'Alberese. Qui accanto invece, l'ultima entrata in casa Marathon Bike, ovvero Juen Evelyne laura.CLICCAjlaura Sotto le classifiche, commenti e articolo di Carlo Pellegrino per la Uisp.

Parco-della-Maremma-14-km

Trail-Parco-della-Maremma-28-km

Trail-Parco-della-Maremma-62-km

Uisp grosseto.it

1° Ottobre Nella nostra galleria le foto della 14, riguardanti il Trail dell'Alberese. Sotto invece la classifica dove si evince che per un soffio (19 secondi!) Paolo Merlini non porta a casa la vittoria nr. la 488, arrivando secondo. Intanto arrivano i primi risultati dalle mezze di Breno, ovvero al campionato italiano Master con Micaelina Brusa che ferma il crono dopo 1.34.41CLICCA.mikee A Foligno Boateng finisce i suoi 21 chilometri e 97 metri dopo 1.23.35,CLICCAIMG-20 mentre Angelai Monestiroli fa 1.44.CLICCAmone Si aspetta il risultato di Lione dove Marga Baldassarri,CLICCA hs tentato il personale sempre sulla stessa distanzaCLICCAIMG-20Nella foto in copertina Fabio Civitarese, tutto dun pezzo dopo lo spavento del palo di Batignano, impegnato nella 28 chilometri. La foto più significatica...CLICCADSCN3939

 

Come molti  avranno notato, negli ultimi tempi c’è stato un ridimensionamento in fatto di numeri di presenze alle nostre gare. A parte la Marcia Verde, che sta crescendo negli anni, Canapone che  è una manifestazione molto particolare, il Corri Nella Maremma, ha dovuto fare i conti con questo  trend negativo, che per dovere di cronaca, è stato avvertito anche fuori dalla nostra provincia. Ma domenica passata con l’Aipamm, abbiamo non solo sovvertito questo momento delicato in fatto di presenze, ma la gara grossetana ha fatto meglio sia degli amici della provincia di Siena, con la San Galgano Run, (108)CLICCAwww giusepperosati ma addirittura anche meglio dei nostri confinanti della provincia di Arezzo (150),CLICCAwww giusepperosati dati estrapolati dal sito  del grande Giuseppe Rosati. Se si considera che il nostro territorio è lontano dalle altre realtà toscane, il risultato ottenuto da Federico Loffredo e  Luigi Martire, senza la manifestazione in vari circuiti fuori dei nostri confini, è veramente eccellente, con i suoi 183+1 (una ce l’abbiamo persa!).CLICCAAIPAMM A proposito dell’aipamm, uno dei protagonisti, Matteo Di Marzo, arrivato terzo al traguardo dopo essersi sbucciato le ginocchia dopo una caduta all’arrivo, giovedì è andato ancora una volta (speriamo l’ultima!) sotto i ferri per un problema nasale.CLICCAIMG- Sono pochi in Toscana che possono “insidiare” il “pigliatutto” Boscarini, lui,con le dovute cautele, almeno gli può arrivare vicino.

26 settembre 2017Numeri che parlano da soli anzi in questo caso si scrivono e si leggono, quelli ottenuti in questi primi 14 anni di attività Marathon Bike.Tanti successi (487) tante gare organizzate (173) anche  in fatto di numeri dei donatori in “attività” non scherziamo (139). Circa21.000 presenze in tutta italia e all’estero, testimonia davvero un’attività frenetica in tutti i campi toccati, con i nostri iscritti  che quest’anno hanno raggiunto quota 273. Il nostro sito sta andando verso il milione, oggi siamo a 923.736. L’unico dato negativo, sono le “zero” medaglie vinte, con solo 2 presenze nel settore Fidal Master, che indurranno questa società a riflettere se spendere o meno  svariati euro per un’attività veramente scarsa. Sull’aspetto  della Run Card, e di tutto quello  di nuovo che è successo nel 2017, mi sono già espresso, è purtroppo aimè i dati Marathon Bike in nostro possesso, mi danno ragione. Cambiando argomento, che ci incastra Riccardo dietro il logo della Fam (leader nell’idraulica e piscine) con  il Marathon Bike? Ci incastra molto, la ditta Fam (di cui lui e socio!) è stata la prima in assoluto ( novembre 2005) a sostenere il Marathon Bike. Puoi essere bravo  quanto ti pare, ma le associazioni sportive non hanno dietro chi le sostiene vanno poco lontano. Così come le manifestazioni  organizzate, perlopiù nel nostro territorio, così bello ma lontano un po’ da tutte le altre città, quindi sofferente in fatto di numeri di presenze. Allora Grazie infinite alla Fam e ai Checcacci  in particolare per  tutto l’apporto dato sin ora, aspettando Michele, sempre del casato dei Checcacci, capace in passato di contribuire  ad incrementare la casella delle vittorie. A dimenticavo: Riccardo domenica è arrivato 3° di categoria, secondo atleta, dopo Santilli a Batignano, a non ritirare il premio vinto!CLICCA riccardo

Dopo la bella festa a scopo benefico dell’ AIPAMM di Domenica mattina, vi ricordo un altro evento benefico ,ovvero quello di Castiglione della Pescaia, dell’8 di ottobre. Il Marathon Bike cercherà di contribuire alla bella riuscita della prima edizione “INSIEME IN ROSA” di chilometri 6.500, ma dipenderà anche da voi. E’ una corsa del Corri Nella Maremma ed è anche valida per il penultimo appuntamento della nostra “Ultramaratona a tappe 2017, che vede ancora in testa “Bronzo” Iacopo Viola e Angela Mazzoli. Tornando alla gara di Castiglione, giova ricordare che il percorso,  (2 giri di 3 chilometri e 250 metri ) è ricavato  in prevalenza nel centro storico e lungomare, con uno “strappo” di 296 metri molto impegnativo ma di una bellezza unica, che da i piedi del paese porterà i podisti al piazzale Caduti di guerra.CLICCACARTINA Da lì si scenderà verso il lungomare con vista decisamente suggestiva. Partenza ora 10.00, docce al campo sportivo Valdrighi, e premiazioni alle ore 11.30 precise,pena la non consegna del premio. Buffet finale allietato dallo Spiaker  Fabio Fiaschi.

CLICCAvolantino 3

25 settembre 2017 Sarà dura cambiare la mentalità degli atleti che solitamente vanno a premi, ma piano piano, ripetendo a più riprese l’orario preciso al minuto delle premiazioni, ce la dovremmo fare. Ieri è stato tutto bellissimo, comprese le premiazioni dove solo uno non si è presentato..... Ce la faremo sono sicuro, ad arrivare alla perfezione. Ieri nonostante aver scandito l’orario dell’inizio delle premiazioni, che ovviamente è parte importantissima specie per noi organizzatori, della manifestazione, ha rischiato grosso di non essere premiata, pure la vincitrice tra le donne, ovvero Antonella Ottobrino che tra l’altro ha pure battuto il record del percorso.aipam albo d'oro A proposito di percorso, alcuni hanno contestato l’esatto metraggio della stessa. Forse  con ragione. Facendo un giro di telefonate e rivisitando in fretta e furia  il tracciato, e venuto fuori che lo stesso misura 10 chilometri e 2 metri, quindi 20 centimetri al chilometro in più. Sempre ovviamente correndo sulla linea immaginaria più veloce, come ha fatto il nostro “Falco”. Rimane comunque una corsa velocissima, forse più di quello della Maratonina di Natale, dove c’è uno strappettino di metro al  secondo e ottavo chilometroCLICCA.scolletto Ritornando alla gara questi soni i numeri ufficiali: 194 iscritti, 188 paganti, e 184 arrivati (una persona purtroppo ce l’abbiamo persa, ma subito ritrovata e premiata!) e il nostro Di Marzo arrivato al traguardo tutto sbucciato come una banana, ma  con un tempo strepitoso che gli ha permesso di arrivare terzo assoluto!CLICCADIMMMM. I camminatori 90. Altra cose da dire e che tutto quello che è stato dato o visto compreso lo straordinario buffet finale è stato realizzato grazie anche alle donazioni degli sponsor.CLICCAAipamday 2017 818 Si posta volentieri il bonifico dell’incasso della sola corsa agonistica, levate le spese dei giudici.bonifico Seguirà un altro per tutto il resto che è stato incassato. Sotto la classifica e le foto anche quelle straordinarie nella nostra galleria, scattate ovviamente da Malarby Roberto, che si ringrazia enormemente. Commenti e video Carlo Pellegrino per la Uisp.CLICCAUisp grosseto.it

CLICCA.AIPAMM

24 settembre 2017 Sarà  perchè era una gara in beneficenza, sarà il percorso privo di salite, sarà  il chilometraggio di 10 chilometri preciso, resta il fatto che l'’Aipamm di questa mattina ha lasciato il segno davveroindelebile. 184 arrivati ma molti di più si sono iscritti alla gara agonistica, e tanti tantissimi alla passeggiata.  Aspettando le foto di Malarby, e i commenti di Carlo Pellegrino, si pubblica la classifica ufficiale.AIPAMM

marathon bike: 77 presenti!AIPAMM nostri

P.s i vincitori: Jo e antonella Ottobrino (RECORD)CLICCAaipam albo d'oro

23 settembre 2017 A tutta birra prima del’Aipamm di domain. Infatti singolare iniziativa della ragazze categoria (M) del Corri Nella Maremma. Emme come Maria Laila, dove le bimbe si sono radunate per brindare tutte assieme. Alticce? Non credo. Io ne ho vista una ed era alta uguale…CLICCAIMG-2017092 A proposito di altezza, in questa foto di ieri pomeriggio, si è accorciato Fabio o hanno appeso Poggiani Lupo alla finestra allungandolo di 10 centimetri?CLICCAfabgi L’unica cosa certa è che la maglia della Grosseto- Castiglione è proprio bella, non c’è niente da fare. Tutto questo sotto lo sguardo sorridente di Pippi gambe lunghe, Marinela Chis, ormai italiana al 100%, dopo che si è fuso il pulmino  scassato che l’avrebbe portata via da noi per sempre! C’è anche questa foto scattata questa mattina che vede Massimiliano Soriani che fa la fila da Fabio Giansanti, per ritirare il pettorale, tutto questo  dopo gli appelli scongiurati a presentarsi da lui o alle gare, sempre con i soldi contati.CLICCAmass Tornando a domattina confermata la presenza del mago fotografo malarby (clicca uno scatto di anno scorso all’AipammCLICCAAIPAM e  molto probabile Stefano La Rosa alle premiazioni(11.50 precise!) o comunque presente durate la gara.

22 settembre 2017  Visto che da noi tutto fa notizia, mica avete per caso notizie di lui? E’ un po’ di tempo che non lo si vede alle corse, mica avrà dei debiti in zona?CLICCA2016 734 Cambiando argomento, ieri è uscito ieri sul Tirreno l’artico sulla nostra “Batignano tra gli olivi”. Bello il testo: “Tra gli olivi la prima volta di Ottobrino ..”. Per non creare equivoci, per chi non avesse successivamente letto l’articolo, si riferisce alla bella vittoria di Antonella a Batignano. Leggete CLICCA ottob Intanto l'llustre sito di Giuseppe Rosati, già parla delle nostra Grosseto-Castiglione del prossimo 25 marzo 2018.

Il calendario SENESE

21 settembre 2017 Cosa manca al Marathon Bike? Una scuola per insegnare, o meglio indottrinare, i nostri bimbi alle pratiche sportive  da noi praticate. Ma è anche vero, che tutto non si  può avere,  e allora ci accontentiamo alla grande di quello che abbiamo e riusciamo a fare. Come nela pratica che stiamo per indirizzare persone normali a diventare atleti e a volte super atleti. Infatti sta andando veramente a mille, quello messo in essere da diversi anni dalla nostra “sindacalista”, all’anagrafe Deborah Santini con i suoi “ragazzi”.CLICCAgruppo Passeggiare, corricchiare, ridere scherzare,ma anche dure ripetute, sino al gran salto dei suoi allievi con partecipazioni alle più importanti maratone o addirittura, come in un caso,  alla 100 chilometri del Passatore. Ecco che domenica c’è l’Aipamm,che ripeto ancora una volta, oltre che essere una bella corsa di 10 chilometri precisi, (  nel 2016 vide la vittoria del grande JoCLICCAAIPAMMDAY), è anche una manifestazione a scopi benefici. Anno, nella gara ideata dagli amici Federico Loffredo e Martire Luigi, esordì proprio una uscita dalla “covata”  della nostra sindacalista: Isabella Guida.CLICCAisabella .Poi la belloccia, è riuscita a portare a termine con successo la nostra Grosseto CastiglioneCLICCAisabella, successivamente ha sfiorato la vittoria alla staffetta di Canapone, arrivando seconda con la sua squadraCLICCAisabella Cosa ha in programma prossimamente? domenica mattina sarà presente di sicuro, a Castiglione forse, ma non mancherà certamente alla mezza maratona di Amsterdam, assieme ad una quindicina di atleti targati Marathon Bike.

20 settembre2017  Sembra ornai fatta per Iacopo Viola e Mazzoli Angela, entrambi del gruppo Costa D’argento, primi indiscussi nella nostra  “Ultramaratona a tappe”.CLICCAmazzvi Una serie di corse organizzate sotto la nostra guida  in tutta la provincia di Grosseto. CLICCAvol ultra2 Iniziate a Grosseto il 25 marzo con la “Corsa del Donatore” proseguite il 1° maggio con la Stramagliano” poi il  7 maggio con il  Trofeo “La Miniera a Memoria” a Ribolla. La quarta prova, fu proprio la “Staffetta di Canapone”, con i suoi 3 chilometri e 750 metri. Poi la carovana si spostò poi a  Castel del Piano, con la  spettacolare “Castel del Piano al Tramonto” del 12 agosto, poi seguirono “Marcia del Capercio” ad Arcidosso del 26 agosto, la  “Marcia Verde”  a Roccastrada il 2 settembre, sino alla corsa di domenica 17 settembre a Batignano con la “Batignando tra gli Olivi”. Eccoci alle ultime tre tappe, con  “Aipamm Day”  di domenica prossima, poi a Castiglione della Pescaia l’8 ottobre con la “”Insieme in Rosa” . La seconda edizione della nostra manifestazione terminerà a Sticciano Scalo  con la “ Sticciano Saliscendi Run” del 9 novembre.  Una formula molto particolare per stabilire i più bravi che si aggiudicheranno la vittoria finale, che tiene conto dei chilometri percorsi, il tempo impiegato, è un quindi viene calcolato il tempo  in base a  dei coefficienti differenti gara per gara, ricavati in  base all'età dell'atleta.  Al momento, come detto ci sono  Viola Iacopo con il tempo di  4h23’47’’ e 71 chilometri percorsi, seguito da  Merlini PaoloCLICCAmerlini con 4h31’11’ e da Di Nucci Enzo con 4h35’36’’’CLICCAdi nucci. Tra le donne al comando c’è  Angela Mazzoli con  il tempo di 4h20’19’, seguita da Maria Merola con 5h03’51’,CLICCAmerola e Cristina GamberiCLICCAgamberi don  con 5h14’21’’. Tutti e sei con 71 chilometri,700 . Chi prevale tra Iacopo e  Mazzoli, se ci fosse una classifica unica uomini-donne? ANGELA MAZZUOLI, infatti secondo la nostra tabella, guida la classifica assoluta con 3 minuti e 38 di vantaggio su IACOPO VIOLA.

CLICCAUOMINI

CLICCADONNE

19 settembre 2017 Nell’occasione della presentazione in comune  della nuova maglia Aipamm,CLICCA IMG-2che verrà consegnata a tutti i partecipanti domenica mattina, si ricorda  che l’intero incasso levate alcune spese, ( quelle non sostenute dagli sponsor) sarà devoluto in beneficenza. Questo è un aspetto da tenere sempre in considerazione quando si fa beneficenza. Tutto quello che  vedrete, compreso il ricco buffet, sarà omaggiato da ditte locali, quindi come detto, sarà molto semplice girare  l’incasso a scopi benefici e documentaelo su queste pagine. Altro aspetto da considerare, è l’orario di partenza, 10.30 e quello delle premiazioni, 11.50. Considerato che la manifestazione è a tutti gli effetti una gara Marathon Bike (valida per la nostra Ultramaratona a tappe) mi raccomando la precisione per quanto concerne le premiazioni. Chi non c’è, non potrà ritirare il premio successivamente. Ovviamente quando viene scandito a più riprese l’orario delle premiazioni, è quello, non 5 minuti prima, e spero nemmeno 5 minuti dopo. Una regola ferrea che verrà adottata in tutte le gare organizzate dal nostro gruppo. Cercate di migliorare levostre cattive abitudini (soldi contati!).Noi organizzatori le nostre! sotto il podio delle due precedenti edizioni.

CLICCAaipamm albo d'oro

18 settembre 2017E’ il pettorale numero 19 della Batignano tra gli olivi, che corrisponde al nome di Suel Evelyne Laura, l’ultima entrata in casa Marathon Bike.CLICCAlaura Evelyne. Una giornata particolare quella di ieri di Batignano. Infatti è stata la prima volta non solo per Laura, ma  anche  per quanto concerne la premiazione ad orario preciso dopo che erano stati presi i 36 premiati a penna, come si faceva una volta. Il risultato è stato eccellente, con la possibilità di fare le premiazioni subito,  volendo anche prima che arrivassero gli “indispensabili” ovvero Luca e Giuseppe Rosati. E’ stata anche la prima volta di un atleta non premiato, (non era presente alle premiazioni!) nonostante vincitore di categoria. Una decisione forse troppo drastica, ma necessaria viste le ultime gare con   premiazioni veramente desolanti, per colpa di atleti andati via  senza ritirare il premio. Sarà così sempre, senza alcuna tolleranza, almeno per le gare targate Marathon Bike. Cambiando discorso, una cosa che sembra banale ma non lo è, è quello di presentarsi con i soldi contati al ritiro del pettorale o al momento dell’iscrizione. Se il costo è 3 euro, e super consigliabile di presentarsi con moneta spiccia .Senza resto si velocizzano le operazioni di iscrizione, senza possibilità alcuna di  spagliarsi nel fare il resto. Anche le spille sarebbe opportuno portarsele, una pratica che costerebbe veramente poco  (al Marathon invece circa 250 euro all’anno). Ora tutti all’Aipamm di domenica, per vedere cosa succede in questa corsa velocissima, che sta diventando un appuntamento tradizionale da non perdere.

CLICCAClassifica generale Batignano 2017

CLICCAALBO D'ORO

CLICCA LA FOTO PIU' SIGNIFICATIVA IMG_4886

17 settembre 2017 Sembrava dovesse venire giù un finimondo, invece  a Batignano  i 124 partenti meno uno ( Fabio Civitarese abbattuto da un palo abbattuto, mettiamola sull’ironia ma ci sarebbe poco da ridere!)CLICCAIMG_2017091  hanno corso sotto un tiepido sole e la gara è  risultata decisamente gradevole, ma non per tutti! Allora partiamo dalla “tripletta” di Iacopo Boscarini, che dopo il 2015 e 2016 si aggiudica anche questa edizione. Tra le donne dopo Arcidosso, la bella Antonella Ottobrino porta a casa un’altra vittoria. Aggiungerei la grande prova di Matteo Di Marzo che è arrivato alle spalle di Boscarini e prima di Cristian Fois. Tra le donne la Mazzoli Angela si conferma primissima nella nostra Ultramaratona a tappe, giungendo seconda assoluta, davanti a Michela Brusa. Tornando sull’incredibile incidente occorso a Fabio (sta benino, ha solo lasciato un paio di legamenti della spalla lì, nei pressi dell’arrivo) poteva andare decisamente peggio, io aggiungerei che il destino a volte è davvero bizzarro. E Fabio sa il perché. Nella foto  invece un altro Fabio di cognome Santilli, che ha vinto il premio di primo di categoria e guadagnato la foto in copertina ..Nella nostra galleria le altre foto dell’evento scattate da Federico Loffredo  in Aipamm, sotto la classifica. A dimenticavo: quelli che vincono sono i più bravi, quelli che arrivano dietro sono i più importanti!

 

 

9 settembre esterni2017 Non sarà spettacolare come Castel del Piano al Tramonto, o la storia illustre della mitica Marcia del Capercio, ma la “Batignando tra gli olivi” è senza dubbio una delle corse meglio riuscite del Marathon Bike, ovviamente con la presenza importante della Pro Loco di Batignano.CLICCAbatignano E’ una delle poche corse della provincia, forse la prima, dove con Mario Cherubini e Manuela Goracci, decidemmo quattro anni fa, di non dare il pacco gara a favore di una iscrizione bassa, molto bassa,  (3 euro!) Visto che però una gara come quella di Batignano, costa tra le 1000, e le 1100, il conto è facile a farsi. Se non trovi sponsor esterni col cavolo che la organizzi per 4 anni di seguito. La cultura sbagliatissima, secondo il sottoscritto ovviamente, del pacco gara per tutti, induce noi organizzatori a veri e propri “salti mortali” per organizzare una gara. “ Senza lilleri(esterni) non si lallera” ma purtroppo questa la cultura che circola da decenni nel podismo. Nel ciclismo mettiamo,  il prezzo e 12 euro  minimo, con la conseguenza che se sei bravo e ovviamente fortunato, la manifestazione si autofinanzia, senza i famosi salti mortali per  organizzarla. In questo sport il pacco gara non esiste nelle cose paesane. Chiaramente il Marathon Bike, sino ad ieri, ha avuto contributi un po’ da tutti e si permesso non solo di organizzare molte gare (174!) ma di dare a tutti i propri associati (minimo 10 gare a l’anno) tutta l’assistenza e materiale gratis,  compresi ai ciclisti che costano alla società 500 euro all’anno (solo il primo anno!). Speriamo che in futuro le i nostri intendimenti societari (promuovere lo sport del podismo e ciclismo) rimangano gli stessi, ma qualche tentennamento lo avverto, almeno per il tutto gratis. Sotto il video della gara di Batignano realizzato da Boateng, a 100 all'ora!

CLICCAVIDEO BATIGNANO

 


TEMPI DI PASSAGGIO MARATONA- MEZZAMARATONA

CALCOLA LA TUA VELOCITA' 

Inserisci il tempo e la lunghezza del percorso. Poi, 'CALCOLA' per conoscere la velocità espressa in Minuti/KM e i KM/h.

Ore:  
Minuti:
Secondi:
Metri: 
Minuti/KM:
      KM/h:

by Carlo Romagnano

Copyright 2015 © Team Marathon Bike - All Rights Reserved

Associazione Sportiva Dilettantistica Team Marathon Bike

P.IVA: 92055000530

Statistiche gratis cookie policy