background
VARIE CICLISMO PODISMO PODISMO

20 gennaio 2018 In data 22 febbraio 2018 (Giovedì), presso la presso la Birreria-  Pizzeria, Birreria Pizzeria Bierstadel loc. la Trappola di Grosseto ore 20.30 ci sarà la tradizionale assemblea dei soci del Marathon Bike (prima convocazione ore 8 dello stesso giorno in via Damiano Chiesa 52). Il menù come anno sarà libero. Fatta questa precisazione è comunque consigliabile prenotarsi prima da Fabio Giansanti. Si prega di prendere atto della lettera di convocazione in allegato, qui accantoATTENZIONE CONVOCAZIONE assemblea 2018

 

8 gennaio 2018 Ce la faremo a fare i numeri di anno scorso, visto che la nostra GROSSETO CASTIGLIONE, non verrà effettuata più a Pasquetta ma una settimana prima, ovvero il 25 marzo? E' un quesito che ci siamo posti e che ci porremo sino a qualche giorno prima della gara, visto che la mattina non ci si potrà iscrivere. Vi ricordo che quest'anno ci sarà anche una gara agonistica di 10 km che dal bagno “La Rotonda” di Marina di Grosseto raggiungerà il mare di Castiglione Della Pescaia. Due gare completamente piatte, ma chi viene a fare il tempo si sbaglia di grosso. Le informazioni è possibile averle anche su linea Whaatsapp mandando la parola "info al 3313066777. Riceverete tutte le informazioni sulla gara. Sito di riferimento http://www.grossetocastiglione.com

VOLANTINOVOLANTINO

Pacco gara comprendente felpa, garantita ai primi 400 isctittiCLICCApacco

CLICCA le nostre medaglie, edizione 2017 e quella di quest'anno! MEDAGLIE 2017-18 (solo alla 23 chilometr!)

 

-

 

19 gennaio 2018 Sotto informazioni sulla gara di domenica mattina al Bozzone di Buriano e il volantino.

CLICCA1 INFORMAZIONI maiano

CLICCAvolantino BASTIONE MAIANO

Intanto visto l'enorme successo della linea WHATSAPP , per aggiornamenti in tempo reale su rinvii, classifiche, informazioni varie, su eventi ciclistici targati Marathon Bike, mandare il proprio numero telefonico ciolfi@libero.it

14 gennaio 2018 Si può dire che questa mattina a Roselle il Marathon Bike ha dominato vincendo però pochino? Noi, aspettando il giudizio più autorevole di Andrea   ovvero “L’angolo del Pirata” http://www.langolodelpirata.it/category/news/ lo diciamo senza tanti giri di parole. Un secondo posto assoluto di Minellone  all’anagrafe Minelli Alessio,CLICCAminelli alessio e il quarto posto assoluto  del Nocciolo,  è la testimonianza che  la squadra si è mossa bene, molto bene, come da ordini impartiti, ovvero di non vincere subito... Poi se ci sono dei fenomeni che sono abituati a vincere, e che molte volte sembrano davvero di un’altra categoria, allora i nostri piazzamenti hanno un valore decisamente diverso. Bravo il Giuntolone di nome Diego che appunto ha fatto secchi tutti. Sotto la classifica con 96 partenti che come molti sapranno, da noi sono numeri davvero importanti. Esordio decisamente buono per Guidotti alessandro, con il suo 11° posto assoluto.CLICCAALESSANDRO

CLICCAordine di arrivo, 2° Gran Premio di Roselle

CLICCAsecondo_gp_roselle_001

6 gennaio 2018 la stagione del marathon Bike nel settore del ciclismo riparte il 21 di gennaio non più a Braccagni ma al Bozzone di Buriano. Quattro gare di fila per continuare la tradizione che ci vede organizzatori si da subito.

CLICCA1 trofeo BASTIONE MAIANO

CLICCAGARE BOZZONE

1° gennaio 2018 Si inizia con i ringraziamenti a tutti quelli che hanno partecipato questa mattina alla “Maremmata” che era anche il primo memorial Domenico Picciocchi. Se di successo si può tranquillamente parlare, è anche grazia a tutti quelli che hanno sfidato un tempo decisamente minaccioso (poche gocce, poi chi ci protegge ci ha dato una mano!)  Al via Giuseppe RosatiCLICCAIMG_20180101 mente storica del podismo senese, colui che gestisce il sito di riferimento di tutti noi. E’ proprio  al suo sito, chi scrive ha preso spunto per creare il nostro. Presente al via anche il ragazzotto Sonio Checcacci, figura storica dello sport grossetano (padre di  Paola e Riccardo).CLICCADSCN7416 Da lui nacque l’idea del velodromo “Montanelli” che sicuramente è una delle cose belle di Grosseto, che tra qualche giorno (si parla dell’8 di gennaio) inizieranno i lavori per la tanto attesa illuminazione. E poi al via anche la coppia Perosi-Bonari ovvero la prima donna del gruppoCLICCAandre (ha sempre la stessa maglia) e Andrea, che se non è stato il primo poco ci manca. Oggi loro gestiscono un  “piccolo gioiello” con la loro attività bed&breakfastCLICCA.logo Insomma siamo proprio soddisfatti di come è iniziato l’anno in casa Marathon Bike. La corsa di oggi potrebbe diventare un appuntamento importante non solo per i podisti, ma per tutte quelle persone che voglio partire con il piede giusto, proprio con il primo giorno dell’anno, quelli che per intenderci dicono: “Da domani mi metto a dieta”… LE FOTO NELLA NOSTRA GALLERIA

 

 

24 dicembre 2017 Dalle pagine di questo sito, un “doppio” augurio alla neonata squadra di ciclismo della provincia  di Grosseto: è quella dell’Impero di Follonica, alla quale come detto si formulano le migliori fortune, perché il ciclismo e non solo, ha bisogno di nuovi stimoli  e quando nasce un nuovo gruppo ovviamente ne siamo tutti felici. CLICCAimpero. Al riguardo se in futuroo vi capiterà di incontrare un ciclista lungagnione, con la maglia nera, casco nero, pantaloncini neri, bicicletta nera,calzini neri, scarpe nere,reggisella nera, sella nera, gps nero, e pedali neri, non sarete al cospetto di un'atleta caduto in una pozza di petrolio, ma bensì dell'amico di sempre Mario Vestri, che sembrerebbe proprio accasato con l' Impero".CLICCAvestri

19 dicembre 2017 Domenica mattina alla mezza maratona di Pisa è arrivata la tanto attesa notizia: Roberto Ricchi, per glia amici il “Maestro”, ha ritoccato il personale  nei 21 chilometri e 97 metri. Il tempo  risaliva alla mezza di Salonicco dove Roberto fermò il crono dopo 1h28’38”. Finalmente un grande risultato, dopo un girovagare per le più importanti gare europee a partire dalla GROSSETO- CASTIGLIONE.  A Pisa il Maestro ha  chiuso in 1h27’38”. Qui in una foto di repertorio, mano nella mano con il Gabbiano Gasparini.LEGGIricchi gasparini La foto ovviamente è una delle più significative della storia del Marathon Bike. Tornando nella città della torre pendente si postano anche i risultati conseguiti dai nostri .LEGGI2017 -Intanto continua l’avventura al centro benessere le “Scotte” di Siena, di MarioGeppetto Cerciello,tutto pagato ovviamente dallo Stato. Servito e riverito non gli fanno mancare proprio un ben niente. Ma tra poco la pacchia sarà finita e Mario Geppetto, tornerà con noi magari già il primo gennaio con la nostra Maremmata.LEGGIcerciello

17 dicembre 2017 Si può correre a 3.02 al chilometro per 25 chilomemtri? E quello che ha fatto il nostro Stefano La Rosa in quel di CalcuttaLEGGIFIDAL

13 dicembre 2017 Eccoci alle battute conclusive di questa lunga stagione agonistica che come sempre ci ha visti protagonisti nel bene e nel male. Nel bene, con le 31 manifestazioni organizzate in tutta la provincia, nel male, perché il Comune di Grosseto non ha riconosciuto il nostro impegno nel promuovere quello che sotto gli occhi di tutto (niente, zero, tabula rasa!). Una svista? Non siamo simpatici? Booo.. ma la mazzata è stata grossa, soprattutto a livello morale ma andiamo avanti in fondo mica è scritto da nessuna parte che ci spetta la paghetta di fine anno. Andiamo avanti, andiamo avanti quattro giorni visto che domenica andremo a far visita a Elisabetta Artuso con la sua Corsa di babbo Natale di 8 km di Castiglione della Pescaia.CLICCAvola castiglione A proposito di Castiglione, vi ricordo che dopo il 31 dicembre scatterà l’aumento per la nostra GROSSETO CASTIGLIONE. Oggi 15 euro, con la garanzia certificata di felpa CLICCApacco ga e di medaglia realizzata dal grafico Stefano Cherubini CLICCAmedaglia che realizzò anche quella di anno scorso.CLICCAmedaglia uff Sotto la nostra attività aggiornata ad oggi. La casella che non si muove nemmeno a pagarla oro? Quella dei donatori, ovvero la cosa più bella che abbiamo realizzato insieme in questi 13 anni! Questa la prima foto scattata dei circa 350.000 scatti che ci riguardano.CLICCAsquadra a gavorrano

CLICCASTATISTICHE AL 10 DICEMBRE

 

29 novembre 2017 Sotto gli orari  della tradizionale trasferta di Canino, che come molti sapranno siamo nelle condizioni di battere il record di presenze fuori provincia che risale proprio nel paesiello viterbese. Oggi 64 allora fummo 66.
Ore 08.00 partenza dal velodromo di Grosseto lato gradinate.
Ore 09.20 consegna pettorali ( li consegnerà uno di noi, non chiedeteli all’organizzazione!)
Ore 10.15 circa la foto per  il nostro archivio e estrazione buono di 100 euro.
Ora 10.30 partenza gara (premiazioni ad imbuto!)
A proposito di buono, qui accanto i 64 iscritti. CLICCA iscrizioni 2017 Nella prima colonna la data iscrizione, nella seconda e terza i numerini che permetteranno di vincere il buono. CLICCAfacsimileNella quarta la quantità di numeri a disposizione per vincere.Prendiamo Locatelli Rodolfo, lui si è iscritto il 2 novembre, vincerà il buono se uscirà dal programma il numero 289 sino al 320 compreso. Rodolfo, marito della Monistiroli Angelica, avrà quindi 32 possibilità. Tutto chiaro? Un grazie particolare va a Fabio Giansanti per tutto quello chesta facendo per il movimento Marathon Bike e non solo. Si lui è uno dei pochi indispensabili per davvero!giansanti ff

26 novembre 2017 Ragazzi l’altro ieri è stata una data importante, quella  che ha  conciso con il primo anno di vita della Runcard. Si deve dire grazie a questa tessera se tanti di noi hanno avuto la possibilità di correre le più belle maratone d’Italia. Senza quella gli atleti Marathon Bike e tutti quelli che in Italia sono tesserati ad enti di promozione sportiva, non potevano partire, non c’erano versi. Hai voglia a presentarti con tanto di certificato medico da 100 euro con la dicitura “Atletica Leggera”, con  al seguito la tessera Uisp, magari accompagnati dai genitori. Senza la Runcard non si parte e non si partirà mai più. Ad Atene, Londra, New York, Mosca, Gerusalemme,  si può, in Italia no! Quindi tutti i maratoneti che non hanno la tessera Fidal, si devono ricordare bene la data del 26 novembre, è stata una vittoria dei nostri dirigenti e della democrazia.Oggi 87.811 atleti possono dire "Grazie Runcard.." Una data importante che ha aperto uno scenario davvero significativo, che permetterà a noi tutti di correre, alla federazione invece di fare qualche soldino in più. ! A dimenticavo: c’è un neo per i possessori di questa importante tessera, vengono esclusi dalle eventuali premiazioni conquistate! Chi trova in queste quattro righe un tono polemico si sbaglia di grosso. CLICCAreun card

26 novembre Alla maratona di Firenze, dove finalmente Boscarini ha fatto Boscarini ( 2h30’33”, con un passaggio alla mezza in 1h14’32”!!)  il Marathon Bike gioisce per la bella prova  di Maggi Stefania (covata Deborah Santini) che migliora il tempo di Roma dove fini in 4h28’19”. Oggi Stefi ha fatto 4h11’45.CLICCA stefiiiAltra “figlia” della sindacalista è Cristina Cipriani,CLICCAcipriani che alla sua prima maratona ha fermato il crono dopo 4h19’08”. La Tizzi ovvero la super Galella  ha finito in 4h13’16” e con questa il suo curriculum è davvero di primo piano. La Zanon reduce dalla maratona di Atene dell’altra settimana, ha fermato il crono ancora sotto il muro delle 3h40 con  3h38’59. Poi due maschietti: Rossi Tiziano alla sua  prima maratona corsa in 4h37’19”, mentre Lo Tufo Luciano, alla sua venticinquesima apparizione, ha finito i suoi 42 chilometri in 4h43’20.ATTENZIONE Per essere censiti tra i maratoneti di tutti i tempi in provincia di Grosseto,bisogna accedere nella nostra Cassettiera e rispondere a due domandine facili facili.MARATONETImaratoneti q A proposito di elenco maratoneti: il marito della Polacchina si piazza al 8° tempo di sempre in provincia di Grosseto dopo il fenomeno Mongili e Ugo Manenti..

17 novembre Il 19 novembre è una data da ricordare  per il Marathon Bike. Domani c’è la gara della Feniglia dove  noi solitamente scendiamo in massa. Ci sono i campionati italiani Master di Verona, con Boateng nella maratona e Michelina Brusa nella 10 chilometri. Ma proprio  il 19 novembre e anche la data in cui moriva 7 anni fa all’ospedale di Grosseto Maurizio Baroni, un amico caro, nonché ideatore del regolamento della Staffetta di Canapone. Ecco che su queste pagine a lui molto care (ci lavorò nell’inserimento dati degli atleti sino ai suoi ultimi giorni di vita!) si pubblica una foto scattata da Giuggioli che lo ritrae assieme a Serena Malarby, alle iscrizioni di una “Forti e Veloci”.CLICCAMAURIZIO Dopo la sua morte il  Marathon Bike dono 1000 euro alla Farfalla e tanti di noi  negli anni sono diventati donatori di sangue.CLICCAdonazione Una struggente lettera scritta nelle notti insonni trascorse all’ospedale di Bologna, è diventata una pietra miliare su cui  tutti dovremmo riflettere, e pubblicata su alcune riviste importanti del settore.CLICCAlettera r

16 novembre Stesse date di anno scorso ma il ritrovo delle corse organizzate da questa associazione nei primi mesi dell’anno, sarà al Bozzone di Buriano e non a  più a Braccagni. Sostanzialmente rimangono gli stessi percorsi tranne la seconda corsa. Tutti gli arrivi saranno in pianura ovvero nei pressi del bar Bozzone. Se da una parte perdiamo qualcosina in fatto di localizzazione, ne guadagniamo in altri campi. Sotto il volantino riassuntivo delle quattro gare. CLICCAGARE BOZZONE 3

12 novembre Se è vero che la maratona di New York è la più famosa al mondo, quella di  Atene è stata la prima dell’era moderna. Infatti nel 1896 fu istituita per ricordare l’ultima impresa di Fidippide. Il percorso, ripristinato per l’occasione, misurava 40 km, dalla città di Maratona all’antico stadio di Atene. Nel 1908, in occasione delle Olimpiadi di Londra, il percorso fu allungato in modo che la linea di partenza fosse situata al castello di Windsor e il traguardo sotto la tribuna reale dello stadio di Londra. Da allora la distanza è rimasta invariata e fissata a 42,195 km. Ecco il perché dei  famosi 195 metri finali.  Tornando ad Atene, sventola la bandierina del Marathon Bike o meglio la maglia rosa della nostra Silvia  Zanon, che si distingue su tutte dopo il traguardo. Alla sua 4^ maratona dopo gli incredibili miglioramenti  che sono passati da 3h49’03 di Venezia 2016, a 3h39’44” di  Firenze dello stesso anno, e la chicca di Roma di quest’anno con 3h30’01, ecco che riparte con un decoroso 3h58’06” oggi alla maratona  numero uno!CLICCAIMG-20171112-WA0011 Strano che ancora il "Cacciatore" di medaglie non l'abbia ancora cercata. Speriamo che costui non trovi il numero di cellulare di Silvia,sennò riattacca con la solita solfa! (nella tua categoria sei una delle migliori, potremmo fare cose grandi insieme...)

.STICCIANO SALISCENDI RUN (Malarby)

STICCIANO SALISCENDI RUN (Debora caoduro)

8 novembre Aggirato il problema con Picasa, da ieri sera si possono scaricare le 800 e più foto scattate da Malarby e Debora. Tra queste la bellissima foto del vincitore Boscarini, che veramente rimarrà negli annali sia della  Marathon Bike che ovviamente in quelle della  Pro Loco di Sticciano. Non è facile “beccare” una foto cosi, mentre sta diluviando. Bravo  Malarby chissà  in futuro ci chiederà i diritti.CLICCAbosca Altra foto particolare è quella  che vede protagonista  il “Falco” che sembrerebbe ancora è alle prese con l’ora solare, (con l’ora legale sarebbe stato a casa con i piedi sotto il tavolo a mangiare). Grande il falco che come alcuni sapranno ha dovuto aspettare un anno senza squadra per entrare nel Marathon Bike. Lui innamorato di noi e noi lo siamo diventati di lui. Grande acquisto Mirco, ora guai a chi ce lo tocca, ma stia attento che lo scatto è sempre pronto! Sotto alcune immagini del falco)

CLICCA sticcianofalcoo

CLICCA ad AlbereseDSCN3939

CLICCA TreguandaP140024

CLICCAP1400615

6 novembre

ATTENZIONE! Causa problemi con PICASA, il sito dove vengono scaricate le foto delle nostre manifestazioni,ha dei problemi su internet. Ecco le ragioni per le quali le foto della nostra Saliscendi Run, non è possibile ancora scaricarle. Questo è uno dei tanti scatti splendidi fatti da Roberto Malarby, che riprende Matteo Di Marzo durante il riscaldamento.CLICCASticciano Saliscendi

29 Ottobre Una transenna tolta maldestramente che per poco non  ci lasciava le penne al nostro caro amico Andrea Musumeci, che è stato iscritto con noi sia nel ciclismo che nel podismo. Chissà se il “gigante buono” non avrà avuto bisogno di sangue per le sue operazioni, lui che donatore lo è stato nella sia nella sua Como (dove è successo l’incidente!) che a Grosseto. Qui nella foto con il nostro Mililotti Riccardo (super donatore di sangue!) nonché iscritto con noi  nel ciclismo, che è andato a trovarlo all’ospedale. Ad Andrea un abbraccio grande per la sua pronta guarigione, a chi ha rimosso quella maledetta transenna, una tiratina di orecchie.. forse qualcosa di più. Poi il perdono!

CLICCAIMG-20171028-WA0003

27 Ottobre Inizia bene  uno dei nuovi acquisti del Marathon Bike per il 2018 per il ciclismo . Si chiama Francesco Scalora dà Siracusa, entra in società in punta di piedi come fecero i semi sconosciuti Alessio Minelli (2 corse vinte quest’anno!) e il fotomodello di Sticciano paese Francesco Bacci ( 3 gare vinte quest’anno!). Insomma noi quelli forti mica li andiamo a cercare, crescono con noi.... Sarà così anche con Scalora? Intanto ha donato sangue al centro trasfusionale di Grosseto, dormienti ci vuole tanto? Francesco che donaCLICCAscalora

Un secondo posto che sa tanto di vittoria per il nostro super “Nocciolo” all’anagrafe Nocciolini Adriano, dà Castiglione della Pescaia. Alla Cronoscalata dell’Argentario, è stato battuto solo da Marconi Luca che ha impiegato 26’22 per arrivare su in cima, proprio  alle famose antenne. Per il Nocciolo 27’43, al terzo posto Sartori Luca in 28’08. Quanto è il record  di un podista sullo stesso percorso? Boscarini con 41 minuti, almeno così ci sembra!

19 Ottobre Alto, Bello,forte e vincente, poteva non donare sangue? No! Infatti il "Fotomobello" di Sticciano (alto!) all'anagrafe Francesco Bacci ha donato l'altro ieri al famoso e importante centro trasfusionale di Grosseto. Entrato in punta di piedi quest'anno al marathon Bike da perfetto sconosciuto (ha dovuto persino pagare la cauzione che ovviamente gli è stata ben presto restituita) Ha vinto tre corse compreso il "Trofeo del Donatore di sangue", tutte nello stesso modo ovvero a braccia alzate, dopo essersi messo a posto la maglia per le foto di rito.Un grazie va a Marco Luzzetti per averci dato questo pezzo da 90, anzi da un metro e 90 !

Bacci, Bacci, Bacci. E con la vittoria  di questa mattina, salgono a tre le  vittorie ottenute dal  fotomodello di Sticciano Scalo, al primo anno con noi . Bravo, bravo, bravo Francesco, ma bravi tutti quelli del Marathon Bike che hanno collaborato a questa “impresa” piazzando anche il “Nocciolo” terzo e Minellone al quarto. Con la vittoria di Francesco e quella nel podismo di Alessio salgono a 490 le vittorie assolute per il nostro team, e ancora non è finita la stagione.  Chi l’avrebbe mai detto che quattro disperati nel lontano 2005 sarebbero arrivati a questi risultati? Nessuno! CLICCA ClassificaMEMORIAL GIULIANA E RENZO SARTORI

 

20 gennaio 2018 Domenica rientra in pista Michele Checcacci. Uno che  con noi ha vinto! Dopo un po’ di assenza  giustificata, proprio nell’autodromo del Mugello ci sarà pure lui. Un Canapone, pure le Carriere del 19 di Scarlino sono nella sua bacheca assieme alla campestre di Ribolla. La prestazione più importante è stata a Orbetello Scalo dove  vinse con 33.48 sui 10 chilometri tondi tondi. Insomma uno che corre sotto i 34 sui 10 chilometri  mica ce ne sono molti in giro.CLICCA checcacci michele Poi ci furono le vittorie di Travale e quelle di Gallina di Pienza. Insomma niente male per michelino che nel frattempo è diventato pure Babbo. A proposito di Babbo, non sarà in “Viaggio con papa”, visto che suo padre Riccardo sarà impegnato con Fanteria,Betti e Mertens alla storica Corsa di Miguel di Roma.Era troppo scontato andare insieme... La corsa di Miguel è Storica perché la corsa romana nacque nel 2000 per ricordare il gennaio 1978, quando Miguel Sanchez, podista e poeta argentino, venne rapito da un commando paramilitare, diventando uno dei quasi 30.000 desaparecidos vittime della dittatura. Andando verso il Carnevale, domenica correrà anche la coppia Baldini-Giovannelli, ma non a Roma, ma a Viareggio. La casella delle vittorie rimarrà ancora ferma? Penso di sì, anche se da noi di sicuro  non ce proprio niente! In copertina Michele e Riccardo Checcacci.

 

14 gennaio 2018 Se da una parte è una trovata geniale, dall’altra non è sicuramente farina del nostro sacco. Apporre lo sponsor nelle foto che  verranno postate su questo sito. Si parte proprio con il logo della ditta Big Mat che è stato apposto su tutte le foto fatte in quel di Siena. Questo è un esempio:CLICCADSCN8180 Un atto gentile per chi ci permette di fare un’attività davvero frenetica. Chiudendo la parentesi “Befanata” di Siena si postano due coppie presenti domenica scorsa: la prima, Merlini-Di Benedetto, consolida il bellissimo rapporto che abbiamo con  il G.S Costa D’argento, avendo anche  Vittoria al 50%, con loro..CLICCADSCN7979 la seconda invece è “davverostrana” quella di Zuleima con l’ex Don Goretti.CLICCADSCN7964 Strana perché vedere Goretti con quella maglia nera come un tizzone... Ci tornano in mentei immagini di lui felice con noi. Speriamo che almeno Goretti non abbia avuto una tiratina di orecchie dalla sua attuale società.Non si sa mai, non fosse stato autorizzato in precedenza. Nella nostra galleria tutte le foto targate Big Mat, che si possono scaricare integralmente cliccando la freccia in alto a dentra della foto.VERIFICAIMG_201801

15 gennaio 2018 Una faccia nuova o meglio un ragazzotto appena maggiorenne, ha esordito ieri mattina in coppia con Fabio Giansanti alla tradizionale “Befanata” svoltasi a Siena. Si tratta di Fabio Castrini dà Castel Del Piano. Una rassomiglianza la sua, che ricorda in maniera decisa ,il cantante Gigi d’Alessio liceale.CLICCAcastrini . Fabio diventerà in futuro un ultramaratoneta super, come è diventata l’ arcidossina Galella, o anche come  il Panconi, che di gare oltre i 42 chilometri, ne ha fatte solo una, ovvero la  Amalfi-Positano di 55 chilometri. Sempre parlando di  montagnoli, potrebbe diventare velocista come il Mori o  vincere “Canapone” come fece Pallini Alberto. A noi interessa che continui l’attività con noi, tutto il resto bisognerà aspettare qualche anno. Sotto la classifica di ieri, e la nostra statistica , dove sorprende la casella delle vittorie che è ancora a quota zero. Si ricorda che le foto della Befanata sono nella nostra Galleria fotografica.

CLICCA_coppie18

CLICCAstatistiche PRIMA pagina

CLICCAstatistiche Seconda pagina

14 gennaio 2018 Un  gradino più basso del podio per il nostro Taliani Rocco Massimiliano che si è piazzato terzo nella “mista” alla befanata di questa mattina a Siena, con Antonella Ottobrino che rappresentava il quarto Stormo.CLICCADSCN8026 Una vittoria di categoria invece quella ottenuta dalla “gemelline” Angelica Monestiroli & Carolina Polvani.DSCN8127. E' questo quello che  ha passato il Convento al Marathon Bike questa mattina nella città del Palio. Si muovono quindi le caselle delle vittorie di categoria, e quelle dei podi assoluti. Si sarebbe mossa anche quella relativa alle vittorie che contano, se il nostro Minellone nel ciclismo, avesse avuto un tantino più fortuna.. Per Minelli Alessio un secondo assoluto e un quarto con Nocciolini Adriano, nel Gp. Roselle. Nella nostra galleria (sopra) le foro di oggi a Siena. Si posta la classifica di oggiCLICCA_coppie18 estrapolata dal sito di Giuseppe RosatiCLICCA Il calendario senese

11 gennaio 2018 Risale all’11 gennaio 2015, l’ultima vittoria assoluta alla befanata a coppie a Siena, che si disputa da tanti anni proprio in questi giorni. Fu Di Marzo Matteo con Lubrano Gabriele del Costa D’argento ad imporsi con il tempo di 40’22 per coprire  il “tosto” percorso di km 11.500.CLICCAP1440307 Un tempone anche se non risulta il migliore della manifestazione. Una vittoria quella di Matteo che coincise con una delle pochissime sconfitte a punti subite dalla nostra squadra. Arrivammo terzi.CLICCA P1440404 Domenica mattina ci riproveremo con una decina di nostre squadrette, anche se in fatto qualità saremo un po’ alle corde: la Polacchina infortunata, Musardo e Tronconi in forse, Mazzi ancora non in perfette condizioni, mentre Taliani Massimiliano sarà presente in coppia con un atleta di Chianciano Terme o giù di lì. Rimane Di Marzo che ad oggi è senza compagno. A proposito di  Matteo di Marzo e di tutti gli altri, se al Marathon Bike non  entrano soldi dagli atleti (tesseramenti, vestiario ecc. ecc.)  ma solo cauzioni, da qualche parte i dinderi  dovranno pur entrare. Se la Camera di Commercio non investe più sulle società sportive che organizzano eventi, il Comune di Grosseto lasciamo perdere che è meglio, (almeno per quanto il 2017 ), ci rimangono le aziende private. Una delle ultime ad entrate decisa ed in modo inequivocabile ad aiutarci, è stata la Big Mat della famiglia Scarpelli di Grosseto. Allora se noi diamo una mano a Di Marzo e Di Marzo dà una mano al Marathon Bike, la Big Mat la dà a tutte e due.CLICCA di marzo I conti in questo caso mi sembra che tornino. Grazie dunque a Maurizio e speriamo che il nostro gruppo  cresca ancora, come d’altro canto anche la Big Mat.

9 gennaio 2018 Eccoci all’ufficialità  del passaggio di Antonella Ottobrino e la nostra Micaela Brusa alla corte della mitica  squadra di Parma della Casone Noceto Fidal. Allora, dopo i pezzi da novanta della nostra provincia in campo maschile ovvero Jo, Gabriele Lubrano e Marco Rotelli, anche l’inseparabile coppia di amiche, si appresta a questa nuova avventura. Tutto questo senza tanto stress, ma solo 3-4 corse all’anno con loro, e poi tanto Corri Nella Maremma e corse super  paesane. Una decisione saggia a di poco, quella intrapresa da Antonella e Micaela,  viste le ottime credenziali della squadra parmigiana, anche se ovviamente agli antipodi  della nostra. Una squadra  Fidal fortissima, che fa un’attività seria, partecipa a corse serie, insomma un gruppo di persone serie che va avanti sin dalla costituzione avvenuta nel lontano 1981. No chiacchere, no bufale… Così dicono coloro che hanno avuto la fortuna di essere  stati tesserati con loro in questi  37 anni di attività.  Per noi un secco no alla Fidal dopo una stagione a dir poco fallimentare. Una “marciandietro” clamoroso, con in cascina uno dei più grossi errori gestionali commessi dal Marathon Bike, in questi 13 anni. Essersi affiliati alla Federazione è stato davvero un clamoroso errore. Niente medaglie, nemmeno una di legno, e soprattutto essersi piegati ad un sistema che noi non ritenevamo e non riteniamo giusto. Oggi al Marathon Bike- podismo, solo tessera Uisp e la Runc Card, per quelli che ovviamente la richiederanno. Sotto Micaela Brusa quando andò in qualche modo in copertina..

CLICCA micaelaa brusa

 

 

8 gennaio 2018 Decisamente un’idea  che potrebbe aprire nuovi scenari quella avuta dagli organizzato dell’ Argentario Tour, gara di 18 chilometri che si è disputata ieri mattina a Porto Santo Stefano. Chiamare un fotografo di professione (Roberto Dalmazi) che ha fatto degli scatti decisamente all’altezza dello scenario che gli si è presentato, è stata una bella idea. Le foto,  come anticipato ieri, si possono scaricare in modo integrale sul suo sito,CLICCAwww.fotoincorsa.com con un unico accorgimento: la foto va aperta per essere scaricata come si deve. Si posta volentieri una delle sue foto più rappresentative che ritrae la nostra ultra maratoneta fatta in casa, Tiziana Galella in una posa decisamente da centochilometrista.Rimarrà negli archivi del Marathon Bike, anche la foto scattata a Margherita Baldassarri ritratta con una lacrimuccia sul viso:CLICCADSCN7899 colpa del vento, era emozionata, o in discesa è andata troppo forte? Sotto i primi grafici dell’attività che svolgeremo noi del Marathon Bike, tenendo conto che da quest’anno, verranno conteggiate anche le vittorie di categoria, la prima è stata la francesina Gisel!,CLICCA26232185  e i podi assoluti, il primo è stato Di Marzo Matteo CLICCA61monteargentario-

CLICCA CLASSIFICA generale argentario 2018

CLICCAstatistiche

CLICCAstatistiche 2

 

7 gennaio 2018 Tutto secondo copione  questa mattina alla gara alla “Argentario Running Tours 2018”. Ha vinto Boscarini, secondo Di Marzo e terzo Fois. Tra le donne invece  l’esito finale era più incerto, visto che alla partenza c’erano sia la Municchi, che poi ha vinto, che  l’atleta di Ladispoli Ronit Halpern, giunta seconda e Angela Mazzoli terza. Insomma tra le donne non era poi scontato l’epilogo finale. Fuori copione nettamente è stato il vento che ha messo a dura prova i 72 atleti partiti, che si sono cimentati su un percorso che se non ricorda la Costa Amalfitana, poco ci manca. Detto questo, ed entrando in casa nostra, da quest’anno conteggeremo e andranno a finire nelle nostre statistiche anche i podi assoluti (oggi c'è riuscito  Di Marzo al quarto secondo posto nelle ultime prove) e i primi posti di categoria, che oggi hanno premiato solo la nostra francesina Gisel Hequet.CLICCADSCN7917 Le foto della gara (partenza e arrivo) nella nostra galleria, mentre quelle sul percorso sul sito www.fotoincorsa.com, quelli che per intenderci erano a Roma il 31 e hanno scattato questi bellissimi scatti al nostro vice Presidente onorario Stefano La RosaCLICCADSC1600 CLICCADSC1601 . Sotto la classifica di oggi.

CLICCA CLASSIFICA generale argentario 2018

5 gennaio 2018 Rispettando in pieno  il nostro regolamento interno, che prevede il non tesseramento di  atleti provenienti da alter società Uisp Provinciali, oggi abbiamo tesserato uno dei più forti atleti della storia dell’Atletica Italiana: Giuliano Battocletti. Vuoi per l’amicizia che ci lega a lui da qualche tempo, vuoi per fattori esterni che non sto  qui ad elencare, Giuliano dopo ore e ore di trattative ha detto sì. Ci voleva questo colpo per rinvigorire un po’ tutto l’ambiente. Quanto vale oggi il trentino sulla mezza? Quello che basta per essere nettamente il più forte della provincia almeno sulla carta. Insomma nella stagione che ci porterà alla 500^ vittoria del nostro sodalizio,CLICCA Marathon Bike, questo “colpo” metterà tutti d’accordo tranne uno. Molto più complicata la trattativa con altri atleti di spicco di livello internazionale, ma mai dire mai. Basta avere le conoscenze giuste e niente è impossibile, lo dice anche Checco Zalone...CLICCAIMG_20180

31 dicembre 2017 Nel 2015 era arrivato nono con il tempo di 29’27, anno scorso quarto con il tempo di 29’18, oggi pomeriggio terzo con 29’23! Grande prova quindi per il nostro Stefano La Rosa questo pomeriggio alla We Run Rome di 10 chilometri. Sembrerebbe un risultato buono, ma nella sfera della normalità quello conseguito oggi da  Stefano, ma chi ha assistito alla gara, considera la  sua prova  “eccellente-spumeggiante”, per come è stata interpretata dall’inizio alla fine. Basta guardare la classifica finale e rendesi conto  di quello che ha portato a casa Stefano .CLICCALa corsa Noi, da sempre suoi tifosi, ci rimane la speranza che la sfortuna e i malanni fisici, stiano veramente alla larga per la stagione 2018: Lui ha già dato molto in materia di infortuni e sfortune varie. Quindi Ripartiamo da questo ultimo giorno dell’anno, che lo ha visto davvero protagonista. Forza “Ste”, un brindisi virtuale allo scoccare della mezzanotte, a noi per il momento va bene lo stesso! CLICCAP1150047 Questo il primo articolo su quanto successo nella corsa dei "10.000"CLICCAAtleticom We run Rome 2017

29 dicembre 2017 Come ogni anno viene stilata una classifica di tutte le presenze del marathon Bike nel 2017, per quanto riguarda il podismo. Foto, statistiche, commenti, polemiche, per noi le gare non finiscono  una volta tagliato il traguardo, anzi è dopo che viene il bello. Ricordiamoci sempre che il nostro è un gioco, anche se  ce né uno nel nostro gruppo che fa sul serio, si chiama Stefano di cognome La Rosa, professione Maratoneta con i carabinieri di Bolagna, e vice presidente onorario del nostro gruppo.CLICCAla rosa Fatta questa considerazione ancora una volta al centro dell’attenzione c’è  Monsignor Giannini, che è risultato il più presente, quest’anno addirittura per distacco abissale. Ma Paolo non è solo quello che corre di più: lui è presente in tutte le  caselle, a partire dai donatori di sangue, ai vincitori (ha vinto due volte le Carriere del 19 a Scarlino) agli ultramaratoneti (elenco di chi ha fatto manifestazioni  più lunghe di 42.195 metri!). Ma è anche nell’elenco di quelli che sostengono il Marathon Bike, con il suo negozio Bluespirit in corso Carducci  a  Grosseto.CLICCAblu Insomma lui c’è sempre, di giorno di notte quando piove e quando c’è il sole. Bello il suo piano di allenamento che qualche anno fa fu addirittura copiato da qualche atleta e tecnico.CLICCAallenamento Nel nostro specchio mancano tre presenze di Bianchi Francesco, qui con i suoi due gioielli in quel di Lucca.CLICCA71022A1958 A proposito di presenze, vale come tale per il Marathon Bike, anche la corsa del primo dell'anno in ricordo del nostro caro Domenico Picciocchi.CLICCADomenico Sotto le presenze di tutti gli atleti marathon Bike, dati non ufficiali e non correggibili! La donna con più gare è risultata Sabrina Cherubini con Angelica Monestiroli. Le due appaiate a 35 gare ma Sabrina con molti più chilometri!

PRESENZE PAGINA 1 presenze

PRESENZE PAGINA 2 PRESENZE

28 dicembre 2017 Nel ricordare l’appuntamento di Natale con la “Maremmata” del 1° dell’annoCLICCAL'anno con la ''Maremmata''_ (si ricorda che la presenza andrà nella scheda personale dei marathon Bike!) si postano volentieri le prossime gare che ci vedranno presenti di sicuro. Il 7 gennaio c’è la corsa all’argentario di 18 chilometri,CLICCAArgentario mentre il 14 c’è la “befanata” di SienaCLICCA.www giusepperosati A proposito di Siena il volantino è stato scaricato dal sito di Giuseppe Rosati che  per la Maremmata ha confermata la sua presenza. Questo ovviamente ci riempie di gioia perché Rosati è Rosati e il suo sito testimonia l’amore di Giuseppe per il nostro sport.Beppe RosatiCLICCArosati 2

In copertina Roberto Vanni in uno scatto di Roberto Malarby. Entrambi dovvrebbero essere presenti!

27VOLANTINO dicembre 2017 Un Rocco Taliani con qualche anno di meno, e una megliatta indossata che poi dal celesteCLICCA FullSizesarebbe diventata arancioneCLICCAtaliani ma ca.E’ Stato proprio Massimiliano Taliani a partecipare alla prima edizione della “Ecomaratona della Val’Dorcia, arrivando terzo per la nostra compagine.Allora il “Grigio” inizio la sua cavalcata  organizzativa nel territorio patrimonio dell’Unesco, con  un percorso ridotto che vide imporsi tale Gianluca Mastronardi e al secondo posto Cristia Fois, che avrebbe iniziato proprio dalla prima edizione, la sua inattaccabile serie di podi. Sotto la classifica di quest’anno che ci ha visti come società più numerosa, con 16 punti ma in realtà a Pienza ieri mattina eravamo “solo” 14 del Marathon Bike  più due grulli non paganti al seguito!CLASSIFICA PIENZA-2017 sotto tutte le classifiche della corsa di Pienza ( estrapolate da sito di Giuseppe Rosati) tenendo conto però che il Grigiotti ha cambiato percorso diverse volte.

CLICCA2007

CLICCA2008

CLICCA2009

CLICCA2010

CLICCA2011

CLICCA2012

CLICCA2013

CLICCA2014

CLICCA2015

CLICCA2016

26 dicembre 2017 Grande Lubrano, bravissimo Lubrano, fenomenale Lubrano, immenso Lubrano, ma se GabrieleCLICCAlubrano (F.to scattata da Malarby Roberto!)questa mattina invece di venire a trionfare alla mezza di Pienza, avesse scelto di rimanere al letto al calduccino, o andare a qualche centro commerciale, per il maratohon bike sarebbe stata la 496 vittoria. Infatti il nostro Matteo Di Marzo si è piazzato al secondo posto.  Ma andiamo avanti, c’è tempo per festeggiare. Ma se per Matteo continua una serie di podi importanti ma senza vittoria, per  il grande Fois si può dire la stessa cosa, vista la serie di secondi posti assoluti proprio a Pienza. Insomma tre grossetani nei primi tre posti con appunto Lubrano (grande tempo con 1h21’20!) -Di Marzo-Fois,CLICCAIMG_20171226 testimonianza che in maremma di qualità ce né tanta e pensare che mancavano all’appello Musardo- Boscarini-Tronconi-Mazzi e anche la polacchina oggi sicuramente si sarebbe ben comportante. Per i nostri del Marathon Bike, buono il terzo posto di Gisel Hequet,CLICCAcan e i piazzamenti di categoria di Monestiroli Angelica Polvani Carolina e di “Antibo”all’anagrafe Maniscalchi Giuseppe da Alcamo CLICCAgiuseppe.Peccato che le foto scattate all’arrivo sono risultate di scarsissima qualità per non dire peggio, purtroppo non all’altezza dello splendido scenario che è la Val D’Orcia e  ovviamente Pienza.CLICCADSCN4658 . Ci restano gli auguri da parte del Marathon Bike CLICCAAUGURI 2017 V e appuntamento il 1° dell'anno alla nostra "maremmata" che dalla chiesa di marina ci porterà a velodromo di grosseto. Tutto prettamente a passeggiata libera e senza nessun costo!CLICCA martremmata 2017 362

Alcune foto scattate oggi a PIENZA

23 dicembre 2017 Come tradizione vuole,  il 26 prossimo alcuni di noi saranno presenti alla mezza maratona della Val D’Orcia. A tal riguardo si ricordano volentieri l’edizioni 2008 con uno scenario fiabesco condito con un freddo  della madonna, che costrinse alcuni di noi a correre addirittura con la felpa.CLICCAP1030589 Poi c’è stata l’edizione del 2015 con la vittoria di MusardoCLICCAmusardo 15 con il tempo di 1h21’12”. In quella occasione fu scattata questa foto che l’amico “Grigio organizzatore”, potrebbe far girare nel mondo  per come rappresenta bene il  connubio corsa-paesaggio, visto quello che offre il meraviglioso territorio di Pienza e dintorni.CLICCADSCN4658 Sempre nel 2015 si ricorda con un po’ di sorriso, la scivolata nel fosso di Monsignor Giannini che gli regalò il gesso per una trentina di giorni.CLICCADSCN4597 Bisognerà invece aspettare martedì prossimo per vedere cosa ci riserverà l’edizione 2017, ma sono sicuro che non torneremo a mani vuote.  Sarà l’ultimo podio stagionale per il Marathon Bike? Vedremo. Intanto a tutti vanno i migliori auguri di buone festeCLICCAAUGURI 2017 V

21 dicembre 2017 Ridere, scherzare, attaccare, polemizzare, criticare, al tal punto che alcuni in passato si sono addirittura addirati  per qualche vignetta o battuta di troppo o fuori luogo. In fondo chi conosce lo spirito di questo sito è abituato a tutto ciò. Le cose si possono raccontare in tante maniere, noi come detto si cerca sempre il tono ironico, sempre alla ricerca di cose che possano essere raccontate in modo diverso  dal solito.  Poi  che centra, qualche volta si deve necessariamente fare i seri o cercare di andarci comunque vicini. Come nel caso del nostro  Mario Cerciello, entrato nel centro benessere delle “Scotte” di Siena e uscito proprio nella giornata di oggi.   Tra qualche giorno  Mario Geppetto, così fu chiamato dopo il progetto e la messa in opera delle pedane della Grosseto- Castiglione,CLICCAcerciello tornerà a correre e scherzare, in fondo per  diventare più belli e soprattuto più sani, qualche   sacrificio si deve pur fare…CLICCA  cerciello

19 dicembre 2017 Un proverbio recita: “Accontentare tutti è impossibile”, questo è poco ma sicuro. Quando vengono prese delle decisioni per il bene comune, c’è sempre  purtroppo chi rimane scontento. Penso sia andata così anche ieri sera nella riunione tenutasi alla Uisp per quanto concerne il regolamento del Corri Nella Maremma. In massa si sono presentati nelle nostri sedi dove ognuno ha espresso le sue idee con il risultato  della famosa coperta che se la tiri da una parte si scopre l’altra. Insomma è stato sovvertito quanto deliberato un paio di settimane orsono. Ora ci manca che alla prossima riunione venga sovvertito quello che  è stato deliberato ieri, e così via.. Questo è quanto stabilito anche se ancora ci sono punti da chiarire.LEGGIVERBALE 18_12_2017 Qualcuno direbbe simpaticamente “io ne resto!. Nel verbale mi ha colpito il passaggio di quelle sociètà che non ce la fanno a sostenere i costi perchè sono anche nel circuito della Tuscia.. ahh, mica glelo ha ordinato il dottore o mi sbaglio? "io ne resto di nuovo". Andiamo avanti tornando indietro,  precisamente alla gara di Castiglione della Pescaia con le foto di Malarby. Intanto a  Castiglione sì è consumata la solita beffa con un Babbo Natale senza slitta e senza renne! Corsa

LEGGI Calendario

FOTOCORSA BABBO NATALE (MALARBY)

FOTOCORSA DI BABBO NATALE (MARATHON BIKE)2017

17 dicembre 2017 C’è un cartellino giallo nel pacco che  Babbo Natale ha portato al “Drago” ovvero Bruno Dragoni. Se è vero che tutto è finalizzato al divertimento, è anche vero che una delle pochissime (se non l’unica!) cose viene chiesta ai nostri atleti è solo quello di utilizzare il tesserino Uisp quando è previsto, come appunto alla corsa di Babbo Natale di questa mattina. Ragazzi, la squadra deve essere una sola, le tessere anche cinque, ma la squadra una. Ok? Ne sa qualcosa una nostra ex atleta che aveva disatteso diverse volte questa piccola richiesta, come è andata lo sappiamo tutti. Passiamo oltre. C’è stato un altro esordio con la maglia arancio, è stato quello di Fabio Malpassi, e questo è un aspetto per noi primario cioè portare a correre  più gente possibili, è oggi è stata la volta di lui.Malpassi Fabio. Due righe relative alla cronaca della gara che ha visto il simpatico Federico Fadda aggiudicarsi la gara davanti a Cristian Fois. Bene il rientro di Alessio Mazzi dopo un infortunio, che ha perso il podio degli assoluti per un niente.CLICCAmazzi al. Tra le donne, vittoria di Gloria Arena su Elisabetta Artuso e Angela Mazzoli. Per noi tanti piazzamenti, ( un solo primo di cat. Luca NerozziCLICCAluca nerozzi fe!) ma niente podio importante anche colpa della malasorte per alcuni di noi, specie uno “precettato” proprio all’ultima ora, che visto come sono andate le cose, sarebbe sicuramente stato protagonista. Ma per la rincorsa alla 500^ vittoria, niente problemi,  è solo questione di tempo.Sotto la classifica non ufficiale della gara, con a seguire le foto. Domani quelle "speciali" di Roberto Malarby.

CLICCAgenerale CORSA DI BABBO NATALE 2017

FOTO CORSA DI BABBO NATALE 2017

14 dicembre 2017 Quando il gioco si fa duro qualcuno si rompe! Questo il caso di Fanteria Raffaello che dopo aver firmato a furor di popolo con noi del Marathon Bike a gennaio, si è praticamente rotto subito. Esordio a Santa Margherita Ligure nel lontano febbraio  di quest’anno, e poi praticamente si è rivisto alla Feniglia e  dove serviva come il pane, ovvero a Canino. Per lui che correva da tutte le parti e tutte le domenica, un rullino di marcia decisamente scarso. E’ notizia di qualche giorno fa che il “biondo-argentato” si è iscritto alla GROSSETO- CASTIGLIONE, non  alla 10, ma bensì alle 23 chilometri. Notizia degna di cronaca visto il suo palmares..

11 dicembre 2017 Un  uomo solo al comando, o meglio un uomo solo dei nostri che si è aggiudicato la categoria del Corri nella Maremma 2017. Tanti piazzamenti, ma solo uno ha vinto: Loriano Landi chiamato oggi più che mai “sindaco”. Infatti si  è aggiudicato proprio dalla categoria “D” che parla tutta Marathon Bike, con Picciocchi secondo, Giannini terzo, quarto Milone e quinto Falconi.CLICCAlandia A proposito di questa categoria, bella la lotta tutta questurina con Guarente arrivato sesto a -30 dalla quinta piazza, nonostante abbia sopraffatto il “falco” nell’ultima prova di Orbetello.CLICCAGUARENTE Nella categoria “A” Merlini è arrivato secondo, mentre Boateng Cheli, quinto. Nella “B” i fratelli Poggiani con “Lupo” secondo e Giulio quintoCLICCApoggg. Passando alla “C”, Bonadonna quarto e Pepi quinto, mentre nella “E” Nerozzi è arrivato quarto e Tanganelli Andrea quinto. Spaggiari manca per poco il “colpaccio” nella “E” arrivando, secondo, nonostante sia il testa con merito nelle presenze di sempre del Corri Nella Maremma.CLICCACnM Presenze 2017- La “polacchina” terza nella “I”, mentre nella  “L” la Gamberi è arrivata seconda, mentre la Cherubini, che corre verso un record storico, (mezze maratone e maratone!) è arrivata quinta. Qui ritratta alla sua prima maratona  di RomaCLICCACHERUBINI . Prossimamente la data delle premiazioni.

8 dicembre 2017 Con le foto scattate da Roberto MalarbyCLICCA,MARATONINA si chiude di fatto il Corri Nella Maremma 2017. Ci saranno senz’altro delle novità nell’edizione 2018, ma aspettiamo la prossima riunione per vedere cosa  ci proporranno gli addetti ai lavori ai quali va il mio ringraziamento a nome di tutti gli atleti Marathon Bike.Sotto tutto quello che è successo ieri a partire dall'interviste a cura di Carlo Pellegrino per la uisp.CLICCAgrosseto. Si rammenta per chi non fosse a conoscenza che il Marathon Bike detiene il 66% della famiglia Boscarini, anche se non potrà mai diventare il 100%..CLICCAI Boscarini trionfano a Orbetello_ successo in famiglia

Attenzione  siamo partiti con la nostra corsona GROSSETO CASTIGLIONE,  con due grosse novità,  il cambio data che sarà il 25 marzo prossimo, e la gara di 10 km agonistica che dal bagno “La Rotonda” raggiungerà il mare di Castiglione Della Pescaia. L’iscrizione sino al 31 dicembre sarà di soli 15 euro per la 23 chilometri  con il pacco gara comprendente una felpa, sino ad un massimo di 400! CLICCA-marathon-bike Ecco la FelpaCLICCApacco gar e la medaglialaCLICCAmedaglia foto più rappresentativa!CLICCADSCN6652.Visto che siamo in tema, un saluto a Mario Geppetto,CLICCACERCIELLO che come detto sotto sta passando un periodo in quel di Siena, precisamente alle Scotte.Nessuno lo può andarlo a trovare, al massimo può ricevere una telefonata gradita!!)...

CLICCAgenerale or

FOTO Archivio MARATONINA DI NATALE 2017

CLICCA I NOSTRI 37 PRESENTI ( in giallo i premiati!)generale MARATHON BIKE orbetello 2017

 

8 dicembre 2017 Con la vittoria della Polacchina alla corsa di questa mattina ad Orbetello, continua con successo la rincorsa al “muro” delle 500 vittorie. CLICCApolazx Ne mancano 5, e con un Di Marzo così, un Tronconi super, un Musardo ritrovato, la sorpresa Mazzi Alessio e per finire anche Rocco Taliani e perchè no anche Paolo Merlini, (quarto assoluto oggi!)si potrebbe festeggiare quanto prima questo grande risultato. Chi ha vinto tra gli uomini oggi? Correva Boscarini,  tirate  voi le conclusioni.

 

5 dicembre 2017 Alla tradizionale Maratonina di Natale di venerdì prossimo ad Orbetello, il Marathon Bike  scenderà laggiù in massa come sempre. Saremo forse 40, ma se la giornata sarà bella, addirittura di più. Niente di eclatante, ma diciamo che il nostro lo abbiamo sempre fatto e lo faremo sempre,  anche se qualche volte la classe è venuta meno, come domenica a Canino dove ci siamo “mossi” per il cospicuo rimborso spese che andava alla prima società con più partecipanti.  Tornando alla gara di Orbetello non ci sarà purtroppo Mario Cerciello, che per una ventina di giorni, soggiornerà al  centro benessere delle “Scotte” di Siena. Una serie di Massaggi, e  lifting consigliati,  per migliorare l'aspetto del volto, eliminando le rughe della parte superiore del viso e della fronte. Anche un piccolo interventino al naso per ridurlo, sarà bene accetto. Insomma uscirà dal trattamento ringiovanito e pronto per ributtarsi nella mischia come nei tempi migliori. Ho sentito dire  che potrebbero fargli una o più trasfusioni di sangue, tutto  ovviamente nel pacchetto che gli hanno proposto, finalizzato a renderlo più bello da una parte, e resistente alla fatica dall’altra.. Grande “MarioGeppetto”,CLICCA geppetto 1un abbraccio  forte e un  arrivederci a presto! Sotto tutto quello che è successo di bello a Canino.

4 dicembre 2017 Il Marathon Bike vive costantemente  in mezzo ai numeri, statistiche, vittorie, comunicati, ecc. ecc.. Entrando per questo in merito alla trasferta di Canino, questa non è stata una trasferta “normale”, insomma una trasferta come tante altre che facciamo nel corso dell’anno. Una trasferta che bisogna ammette è stato facilissimo pubblicizzare e sensibilizzare , visto che alla prima società andava un bel gruzzoletto, ma non solo per questo. Tanti (che ringrazio di cuore) sono venuti appositamente proprio per dare un contributo economico alla squadra, visto che da noi non ci sono spese da   sostenere per gli atleti, ma solo cauzioni, e i soldi fanno decisamente comodo. Detto questo e tornando a Canino,  come da pronostico, il premio era scontato che lo vincessimo noi, visto che la sera prima eravamo oltre 70 sino ad un massimo di 77 , poco prima della partenza, poi partiti in 63!  Ma  non erano i soli soldi a spingere tutti a venire a Canino. Oltre ad essere una corsa super, c’era di mezzo il  record da battere di presenze fuori provincia, che risale sempre a Canino nel 2015 con 66 partecipanti. Se è vero che gli atleti si confrontano, guardano i tempi, l’avversario, i miglioramenti, noi guardiamo come detto i numeri  i record, e ieri sarebbe stata la volta buona per superare i “70 presenti!”.  Ma il freddo, gli  acciacchi, e malanni,  hanno fatto si che ben 14 di noi rimanessero  a casa  e il  record andarsi farsi friggere. Si, certe volte le cose non vanno come vorresti, ma il divertimento da noi è sempre assicurato.  A proposito di divertimento,  degno di cronaca è quello che è stato postato su Facebook, da un nostro amico notoriamente simpaticone, che dopo Canino e forse dopo il pranzo ha scritto:  CLICCAosteria. Dai è veramente simpatica, ma anche noi ci proveremo ad esserlo CLICCAvignetta Allora sotto l'articolo uscito oggi pomeriggio sul Giunco con tutti i nostri tempi:CLICCAMarathon Bike Sotto classifiche varie.Dimenticavo: Matteo Di Marzo, continua ad essere avvicinato dai sindaci dei vari paesi dove corre... Non è che questi sono tanto tanto, sono agenti segreti del cacciatore di medaglie che provano a convincerlo a cambiare casacca? IeriCLICCADSCN5728 domenica scorsa a SuveretoCLICCADSCN5489

CLICCACLASSIFICA SQUADRE

CLICCA CLASSIFICA CANINO 2017

3 dicembre 2017 Ma la corsa di Canino di questa mattina nuoce alla salute? Sicuramente no, ma al nostro Corri Nella maremma certamente si!  Se è vero che il percorso è decisamente difficile e certamente non bellissimo, è anche vero che il divario tra la “Corsa dell’Olio” di Canino e le nostre corse (non tutte per la verità) è talmente grosso da farci riflettere, ovviamente anche per chi scrive . Non solo perché ci sono  i rimborso spese per la società (noi primi con 77 iscritti, 63 paganti anzi 65 perché 2 li abbiamo pagati ma non c’eranoCLICCACLASSIFICA SQUADRE ) ma perché è veramente bella in tutti i sensi. Al top il ristoro finale, decisamente buono il pacco gara, premi a volontà per le tante categorie e per i primi assoluti, che hanno fatto confluire nello splendido paesino viterbese oltre 450 persone. Gli gli iscritti  erano molti di più, con addirittura diversi della provincia di Grosseto, che  alle nostre si vedono di rado. Ma veramente è un discorso prettamente legato ai premi alle società? Non credo, anche se noi del Marathon Bike siamo corsi in massa, non solo per i soldi, ma perché è ormai diventato un appuntamento fisso (mancato il record di presenze con 66!). Allora facendo un passo indietro, io reputo giusto quello che ha deciso il consiglio del Corri Nella Maremma, di portare a 5 euro il massimo costo di iscrizione da noi. Una decisione che penalizzerà ovviamente anche le 9 corse organizzate dal Marathon Bike. Dispiace, ma l’altra soluzione sarebbe stata quella di darsi una mossa, di mettere in piedi manifestazioni come quelle di Canino, ma forse non ci sono mezzi, né voglia né risorse economiche per farlo. Per finire il premio del buono acquisto di 100 euro è stato vinto da Roberto “Cip” Rossi.CLICCADSCN5694 nella copertina la Super Sabrina Cherubini! Sotto foto e classifica

FOTO CANINO 2017

CLICCA CLASSIFICA CANINO 2017

 

1°dicembre2017 Un passo indietro nel tempo, un passo avanti del Corri Nella Maremma o meglio per tutti i podisti che solitamente corrono nel nostro circuito. Infatti nel corso della riunione dei consiglieri del Corri Nella Maremma, tenutasi ieri sera alla Uisp, è stato deciso, tra le altre cose, di sposare in pieno la  “linea Giannini” ovvero di riportare il costo  di iscrizione del circuito, ad un   massimo di 5 euro, ovviamente senza obbligo del pacco gara. Un passo importante e pienamente condiviso con chi scrive,  perché si ritorna a quelle che sono  state le origini del  CnM, che erano quelle di promuovere, sia il nostro bellissimo territorio, sia di dare più opportunità a tante persone di correre con un minimo di programmazione. Ovviamente ci saranno delle ripercussioni all’interno del nostro movimento, ma sono convinto, e non solo io, che se una gara  ha il suo fascino attirerà atleti anche se non legata a questo o quel circuito. Le nostre gare (9) si dovranno  adeguare a questo “passo indietro” un po’ invocato da tanti, troppi podisti, ma per noi non sarà un dramma. La gioia di correre non deve essere legata per forza a quel “pacco gara” che per noi organizzatori e come una spada di Damocle. Ok fa piacere portarsi a casa il ricordino della gara, ma se questo deve essere la solita bottiglia, biscotti o pasta e marmellata, allora è giusto risparmiare diversi soldini e mandare in soffitta questo scellerato “pacco gara”. Quindi viva la “linea del Mons.Giannini”CLICCAMOS in futuro si vedrà come andranno a finire le cose.. Così per ora è stato deciso! Sotto il calendario PROVVISORIO (IN ROSSO LE CORSE NEL CORRI NELLA MAREMMA) e il verbale della riunione di ieri 1 dicembre CLICCAVERBALE30

CLICCACalendario UISP Provincia di Grosseto 2018

 

 


TEMPI DI PASSAGGIO MARATONA- MEZZAMARATONA

CALCOLA LA TUA VELOCITA'

Inserisci il tempo e la lunghezza del percorso. Poi, 'CALCOLA' per conoscere la velocità espressa in Minuti/KM e i KM/h.

Ore:
Minuti:
Secondi:
Metri: 
Minuti/KM:
      KM/h:

by Carlo Romagnano

Statistiche gratis
cookie policy